possoesserelatuatorcia

- Dimenticavo di dirle.
- Dica.
- Che ho una voglia di fare all'amore con lei che non si può immaginare. Ma questo non lo dico mai a nessuno, soprattutto a lei, mi dovrebbero torturare per farmelo dire.
- Dire cosa?
- Che ho voglia di fare l'amore con lei, ma non una volta sola, tante volte; ma a lei non lo dirò mai, solo se diventassi scemo le direi che farei l'amore anche ora, qui davanti a casa per tutta la vita.
—  La vita è bella.

Rinuncerei a tutti i soldi del mondo pur di stare con te. Rinuncerei a tutti i posti più belli, a tutti i vestiti più costosi, a tutte le case più grandi. Rinuncerei ad andare in America, Cina, Africa, rinuncerei ai mari più belli, alle montagne più imponenti. Rinuncerei a tutto, pur di stare con te.

Ma tu tienimi.
Tieni me, i miei libri e le mie fotografie. Tienimi con i capelli disordinati, in pigiama, o in costume. Tienimi quando sarò triste, quando sarò felice. Tienimi se vincerò, se perderò, se avrò bisogno di stare da sola. Tienimi quando avrò paura e il bisogno di te sarà ancora più forte, tienimi quando vorrò essere indipendente. Tienimi quando non ascolterò i tuoi consigli, quando mi arrabbierò con te. Tienimi con i miei sogni, con le mie insicurezze.

Tienimi, e io te regalerò la vita più bella.

—  possoesserelatuatorcia
So che un giorno andremo a vivere insieme e non mi importa se la casa sarà piccola, il nostro amore è già grande. La mattina ti guarderò dormire, finchè non ti sveglierai. Poi andremo a preparare colazione insieme e i nostri baci sapranno di caffè, croissant, e amore. In settimana avremo i nostri impegni, tra il lavoro e l'università ma il weekend lo dedicheremo a noi. Magari passeremo un weekend fuori città per staccare, oppure andremo all'Ikea e prenderemo qualcosa da aggiungere a casa nostra. Tornati a casa tu metterai insieme i pezzi, come sai sempre sistemare le cose e io ti aiuterò nel mio piccolo.
In casa nostra ci sarà tanta musica, tanti libri e luce. Cucineremo insieme e tu ruberai del cibo dal mio piatto, o finirai la mia parte dato che non ti sazi mai. Passeremo le domeniche pomeriggio ad organizzare i nostri viaggi, ma dopo poco finiremo abbracciati sul divano, perchè comunque il posto più bello di tutti rimangono le tue braccia. Comprerò i dolci solo perchè so che ti piacciono e tu mi lascerai scegliere cosa guardare alla televisione perchè a me piace scegliere. E anche se alla fine non guarderemo il programma scelto da me, io non ti ringrazierò mai abbastanza di avere scelto me tra tutte le altre.
—  possoesserelatuatorcia

“HEIMWEH” dal tedesco “male del ritorno”.
Significa nostalgia, desiderio di una felicitá già posseduta o almeno nota e determinabile.

“SEHNSUCHT” dal tedesco “male del desiderio”.
Significa un desiderio che non puó raggiungere la propria meta perché non la conosce o non puó conoscerla. É perció un desiderio irrealizzabile perché indefinibile.

—  possoesserelatuatorcia