pippons

P   e   r   c   h   è.

Quando qualcuno mi chiede come sto, la mia risposta:

‘Bene!’

Quando io chiedo a qualcuno come sta, la sua risposta:

'Eh, guarda, un casino, sto di merda, la vita fa schifo, un bordello, voglio morire, a casa un disastro, il lavoro un disastro, l'amore un disastro, è tutto un disastro.’
(segue pippone deprimente con lamentele random per circa mezz'ora)



In bocca al vaffanculo

L’altro giorno ho discusso (mia massima colpa, solo mia) con una parente vegananimalista che a un mio scambio di auguri con un’altra persona, il classico in bocca al lupo/crepi!, ha attaccato il pippone che il lupo è buono siamo noi ad essere cattivi non bisogna augurargli di crepare perché la mamma di lupo prende i suoi cuccioli in bocca senza fargli male quindi è un posto sicuro ma la gente non lo sa che sono buoni e li vuole sterminare tutti…

Tralasciando il fatto che io considero i lupi dei cani fifoni (una volta sono pure uscito di notte con un bastone per scacciarne uno che voleva stringere un’amicizia non disinteressata con le mie galline), io mi chiedo questo: davvero c’è qualcuno che si inginocchia e recita un rosario tutte le volte che qualcuno gli dice grazie? Avete mai visto arrestare qualcuno con l’accusa di riduzione in schiavitù per aver ricevuto un ciao? Perché si scomodano le ovaie quando la metaforica rottura di palle è ben oltre l’XX-XY?

Le parole sono importanti, però fatemi la cortesia di non usarle per rompere il cazzo.
(che oltretutto si può rompere davvero ma non vado oltre sennò poi divento vegano)