personeconparoledentro

Pensieri

Riflettevo sulla mancanza, cos'è una mancanza? Qualcosa che non abbiamo? Che abbiamo perso per qualche assurdo motivo? O qualcosa che è necessario?

Bhè, da bambini dicevamo “mi manca” o “ce l’ho” di una figurina. Mancava proprio quella per terminare l’album e la cercavamo ossessivamente ogni volta che si apriva un pacchetto nuovo.

Una mancanza è in un certo senso come una figurina mancante, sappiamo che esiste, sappiamo che dobbiamo averla perché c’è quel buco libero per lei e nessun’altra figurina può sostituirla. 


Mi manchi come una figurina che ho visto a un’altra persona.

Mi manchi come quando in treno cerchi il posto vicino al finestrino ma non c’è.

Mi manchi come quella canzone di cui non ricordo il nome ma che canticchio sempre, perché dio, quanto era bella.

Mi manchi come i sampietrini ai Fori Imperiali.

E manchi come l’aria sotto le coperte quando a stento nascondo i singhiozzi.


Vorrei averti come una figurina appiccicata sul cuore, come la certezza di trovarti quando torno a casa.

Ti amo in un modo che mi fa male, stacchi ogni giorno un pezzetto di me e fai a brandelli il mio cuore per poi buttarlo via come coriandoli. Ti amo che mi lacera dentro in modo così forte e cosi brutale che non mi sento più viva, probabilmente sono morta da tempo con te. Ti amo in un modo malato e ossessionato ma non riesco a fermarmi, solo l'idea di farlo mi fa stare ancora peggio.
—  Personeconparoledentro
Dimentichiamoci i problemi e viviamo. Quando farlo se non ora? Dimentica tutto e vienimi a prendere, andiamo al mare, balliamo, urliamo, contiamo le stelle, facciamo l'amore, ubriachiamoci, ci addormentiamo insieme, leggiamo un libro, amiamoci, viviamo davvero. È questo ll nostro tempo.
Sono sempre stata così sbagliata, sempre così fuori posto, sempre così sola. Ci ho fatto l'abitudine, non preoccupatevi troppo, ce l'ho sempre fatta dopo un po.
—  Personeconparoledentro
Oggi c’eri tu, cosi dannatamente vicino e credimi se ti dico che voglio abbracciarti forte, che voglio solamente rimaner a guardare i tuoi occhi, che quelle tue mani gelate le scalderei con le mie, intrecciandole strettissime.
—  Personeconparoledentro
E poi non voglio mancarti quando ti senti solo, quando senti che per stare bene ti manco io, quando hai la febbre. No, io voglio mancarti quando hai tutto, quando giochi a calcio, quando vedi una partita, quando mangi una pizza, quando ti guardi intorno ed è tutto spettacolare ma ti manco io per renderlo speciale, quando nonostante tutto se manco io mancano i pavimenti, tutto. Però pazienza.
—  Personeconparoledentro