pazze sciagurate

Oggi, pausa pranzo

LA CAPA: (Leggendo l'appuntamento dal parrucchiere segnato in agenda) Io vado, ci vediamo dopo.

IO: Va bene.

LA CAPA: Però cerchiamo di finirla questa presentazione, ché mi sono stancata.

IO: Azz! Tu ti sei stancata? Io mi sto facendo il mazzo da una settimana per finire questa presentazione in tempo e tu ti sei stancata? Ma perché non muori inalando gli acidi della tintura, stronza? Va bene. 

Per strada, due ragazze dietro di me

RAGAZZA 1: È che sono una persona superficiale, dell'arte apprezzo solo il lato estetico. Perciò non capisco l'astrattismo. 

IO: Ma che dici, cretina! 

RAGAZZA 2: Ti capisco.

IO: Ma come puoi capirla? Ha detto una stronzata immane! 

RAGAZZA 2: La mia vita è sempre stata piena di arte, perciò ho deciso di fare L'Accademia di Belle Arti.

IO: E la capisci? Ma allora siete cretine tutt'e due!

RAGAZZA 2: Però adesso odio tutto. Odio la pittura, odio la scultura, odio tutto. Purtroppo succede quando ci stai troppo dentro, alla fine odi tutto. E la vita universitaria non aiuta, ti porta a odiare tutto di più.

IO: Carina, se ti svegli la mattina e odi quello che fai non è colpa dell'università. Forse dovevi iscriverti a un corso per sciampiste. 

RAGAZZA 1: Però con la musica è diverso, mi piace tutto e ascolto di tutto. Da Tony Tammaro ai Baustelle, tutto. 

IO: E Gigi D'Alessio? E Emma Marrone? Che s'è pure ritirata per un po’ dalle scene, la diva. 

RAGAZZA 2: Io per un periodo ascoltavo Barbra Streistand, per divertimento. 

RAGAZZA 1: No, Barbra Streistand no!

IO: Scusa, non avevi detto tutto? Basta, cambio strada. Enough is enough! 

youtube

Buon Natale a tutto Tumbi.

  

Ragazza di Cugino è una demente: una di quelle che per anni ha finto di andare all'università (intascandosi i soldi, la furba!), con una discreta manualità per i lavoretti da raccolta di beneficenza parrocchiale senza però avare un gusto particolarmente sviluppato. 

A quanto pare, stanca di fare la nullafacente, ha deciso di dare una svolta alla sua vita iscrivendosi a un corso di wedding planner tenuto nientepopodimeno che da Enzo Miccio. La foto di cui sopra è la testimonianza che l'ha frequentato (dopo l'esperienza universitaria, poteva anche darsi di no).

Vorrei far notare a tutti, in alto, la carta intestata con il monogramma del noto organizzatore di matrimoni; il GRAZIE ENZO!, in basso, è stato aggiunto da Ragazza di Cugino che, da brava aspirante wedding planner, ha deciso di utilizzare un font da stand per limonate.

youtube

Brava Caterina. 

Mentre Lady-Baraccona-Gaga perde tempo fingendo di fare l'artista (mettendo in mostra le sue tette mosce, ewww!), la Katy ci fa ascoltare in anteprima la prossima colonna sonora della Vodafone. 

E ora vogliamo tutti whatsappare come lei.

A distanza di tempo, tanto tempo ahimè, ho capito perché in occasione dell'esame di Laboratorio di Colata di Gel e French Manicure il mio computer si impallò minacciando di esplodere, regalandomi una notte di agonia nel folle tentativo di portare a termine il lavoro.

All'inizio del Laboratorio, una volta assegnato il tema, il professore chiese a una compagna di corso (una mente superiore che chiamavamo Occhio di Lince per via dello strabismo) di organizzare un impaginato tipo, in modo da uniformare i lavori di tutti. Così fummo costretti a lavorare ad un file di merda e, per di più (l'ho scoperto solo adesso, povero me!), impostato in quadricromia. 

Carissima Occhio di Lince,
per tua fortuna ho conservato tutti i muorti e i chitemmuorti che quella notte mi sono sfuggiti di bocca. Finalmente, nonostante il notevole ritardo, posso consegnarli alla legittima proprietaria. Sono certo che con te si sentiranno più a loro agio.
Cordiali saluti