paradisier

anonymous asked:

🐔Hei tu.🐔 Cosa pensi dei polli?🐔 Secondo me sono animali molto simpatici.🐔 Si dai sono belli i polli.🐔 E poi la parola "pollo" suona così bene.🐔 Pollopollopollopollo🐔 ok, ho finito :D

E che mi dici dei lamantini? Animali così sereni e pacati che vivono in paradisi tropicali senza disturbare nessun’altro essere vivente. Un animale perfetto dal mio punto di vista.

Receita de Badejo com crosta de castanhas, e risoto de maçã ao molho de laranja

Foto Tadeu Brunelli

Essa receita de badejo com risoto vai deixar o seu fim de semana leve e cheio de sabor.

Ingredientes:

Badejo:
200g badejo
1 pitada de sal
1 colher de sopa de manteiga
2 colheres de sopa de castanha de caju

Risoto:
200g de arroz arbório
1 maçã inteira em cubos
200 ml de caldo de legumes
Sal à gosto
1 colher de sopa de manteiga
50g de parmesão
1 colher de sopa de cebola picada

Molho de laranja:
1 xícara (chá) de suco de laranja (200 ml)
1 caldo de galinha (sachê ou tablete)
Sal à gosto

Modo de Preparo:

Crosta:
Junte a castanha de caju e a manteiga. Bata no liquidificador até virar um patê.

Risoto:
Numa panela, junte a cebola, o arroz, o caldo de legumes e leve ao fogo por 10 minutos, em fogo baixo. Quando ferver, acrescente o parmesão e a manteiga e, por último, a maçã. Reserve.

Badejo:
Aqueça uma frigideira com 2 colheres de azeite e deixe dourar os 2 lados do peixe por 4 a 5 minutos. Coloque a crosta em cima do peixe grelhado e gratine por 1 minuto no forno. Reserve.

Molho de laranja:
Leve o suco de laranja ao forno, acrescente uma pitada de sal, uma colher de chá de caldo de galinha em pó. Reserve.

Montagem:
Primeiro, coloque o risoto no prato. Depois, o peixe grelhado com a crosta por cima do risoto. Para decorar, usar 1 colher e espalhar o molho de laranja em volta do risoto. Sirva em seguida.

Receita cedida pela Bottega di Paradisi

Mais receitas saudáveis e gostosas. Acesse VAMOS COMER.


Io non sono una donna.
Sono una cosa neutra.
Sono un bimbo,
 un paggio
e una decisione ardita,
sono
un raggio
ridente di sole scarlatto
Io sono
una rete
per tutti i pesci voraci,
sono un calice
a onore di tutte le donne,
sono un passo
verso il caso e la rovina,
sono un salto
nella libertà e nel sé
Io sono il sussurro del sangue
nell’orecchio dell’uomo,
sono una febbre dell’anima,
della carne voglia e rifiuto,
sono una targa d’ingresso
a nuovi paradisi.
Io sono una fiamma,
che cerca vivace,
sono un’acqua,
 fonda,
ma audace fino al ginocchio,
sono fuoco e acqua
in rapporto leale,
e senza condizioni.

*Edith Södergran

No hay otros paraísos que los paraísos perdidos.
Non esistono altri paradisi che i paradisi perduti.
—  Borges, PosesiónDelAyer

Io non sono una donna.
Sono una cosa neutra.
Sono un bimbo,
un paggio
e una decisione ardita,
sono
un raggio
ridente di sole scarlatto
Io sono
una rete
per tutti i pesci voraci,
sono un calice
a onore di tutte le donne,
sono un passo
verso il caso e la rovina,
sono un salto
nella libertà e nel sé
Io sono il sussurro del sangue
nell’orecchio dell’uomo,
sono una febbre dell’anima,
della carne voglia e rifiuto,
sono una targa d’ingresso
a nuovi paradisi.
Io sono una fiamma,
che cerca vivace,
sono un’acqua,
fonda,
ma audace fino al ginocchio,
sono fuoco e acqua
in rapporto leale,
e senza condizioni.

*Edith Södergran

Paesi Black list, grey list e white list

Dopo aver visto quali siano le caratteristiche dei paradisi fiscali, i motivi che spingono le società occidentali ad aprirvi una loro sede e i privati ad affidare i propri risparmi ad una delle loro banche, possiamo affermare con certezza una cosa: il risultato è sempre un minor gettito fiscale per gli stati che applicano regimi impositivi ordinari.

Liste Paradisi Fiscali OCSE

La comunità internazionale ha, quindi, da sempre intrapreso una lotta ai paradisi fiscali e a tutte le giurisdizioni non-cooperative. Questa battaglia vede in prima fila l’OCSE, che ormai da molti anni profonde grande impegno contro la competizione fiscale dannosa, redigendo, a partire dal 2000, una black list dei paradisi fiscali.

La lista nera OCSE è cambiata col passare del tempo, ed è stata affiancata da una grey list e da una white list. Come è facilmente intuibile, il passaggio di uno stato da una lista all’altra, dipende dal suo livello di collaborazione e di adattamento agli standard fiscali internazionali, in particolare, la blacklist è per i paesi non collaborativi, mentre le altre due liste sono riservate agli stati che si sono impegnati a rispettare i suddetti standard internazionali, con la differenza fissata fra coloro che hanno stipulato almeno 12 accordi conformi alle regole (white) e chi non ha ancora raggiunto tale limite.

L’ultimo aggiornamento delle liste risale a metà 2010 e vede la lista “dei cattivi” vuota, 14 giurisdizioni (Belize, Brunei, Isole Cook, Costa Rica, Guatemala, Filippine, Liberia, Isole Marshall, Montserrat, Nauru, Niue, Panama, Uruguay e Vanuatu) ancora nella lista grigia e altri 74 stati nella lista bianca, che, contrariamente a quanto si possa pensare, ospita nomi del calibro di Svizzera, Principato di Monaco e San Marino.

Con questo epocale cambiamento, e l’attuazione degli accordi internazionali, non si presentano più problemi di natura fiscale nei casi di compravendita (un tempo vigeva l’obbligo di dimostrate l’effettivo svolgimento di un’attività per le società dello stesso gruppo  con sede nei paradisi fiscali – black list – per ottenere la deducibilità dei costi sostenuti per operazioni intercorse tra queste e quelle con sede negli altri stati), o di doppia imposizione.

ALL FREE

1. Dress: KAITHLEEN

2. Outfit, bag and shoes: YOKANA

3. Outfit: SENTINUS DESIGN, Pillz Bag: THE HORROR

4. Outfit: PARADISIS , Necklace: PROMAGIC

Hair: ASTERIA CREATIONS