paginated

Certe cose sai bene come vanno a finire, sono storie scritte su pagine invisibili ma comunque scontate. È vero, nulla è certo, ma esiste quel sesto senso, che alcune persone sviluppano meglio di altre, che ci permette di sapere al di là di ogni ragionevole dubbio se siamo destinati al successo o al fallimento…
Ma è proprio di fronte alla sconfitta certa che si distinguono i coraggiosi dai codardi.
A scappare di fronte l'impossibile sono bravi tutti, restare a lottare contro i mulini a vento, benché sia un atteggiamento da perfetti coglioni, rappresenta il tentativo estremo di sovvertire i pronostici: molte volte è meglio sgretolarsi in polvere contro il muro del desiderio che restare una fredda pietra in attesa del logorio del tempo.
—  La morte

L'anima Nuda

Ti do per quello che sono
né più né meno
di ciò che posso
per i miei pregi e difetti
e le incertezze
che mi compongono.

Ti offro la possibilità
di un futuro possibile,
il coraggio di chi osa
la paura di chi non sa
la passione di chi ama,
un sogno per la vita.

Ti do per quello che sono
per quello che posso
per quello che ho,
forte fragile determinata
timida e coraggiosa
passionale fino in fondo
misteriosa e lunatica.

Ti offro quello che c'è,
semplicemente la mia anima
spoglia di ogni ipocrisia,
colma di sogni e speranze
di sincerità di chi ti ama
di fiducia di chi in te crede
e tante pagine bianche
dove scrivere di noi.

Quello che ti offro
è una parte di “me”
per una parte di “te”.

—  Silvana Stremiz
Ti auguro solo
di trovare qualcuno
che sappia darti
tutto il silenzio
che possiede
per fartelo riempire
con quelle schegge
che un tempo
formavano il tuo cuore
e che con esse ci crei
un bellissimo mosaico.

-Alessia Alpi
(Volevoimparareavolare on Tumblr)
—  Scritta da me //ti auguro solo di trovare qualcuno pt.2

Mia carissima Allie,

non so più che altro dirti salvo il fatto che non ho potuto dormire stanotte perché so che è finita tra noi. Per me è una sensazione strana, che non avrei mai immaginato di provare, ma ripensandoci capisco che non poteva andare altrimenti. Tu e io siamo diversi, veniamo da mondi diversi, eppure tu mi hai insegnato che cosa significhi amare e dedicarsi interamente a un'altra persona. Ora io sono molto migliore di quanto fossi prima. Vorrei che tu non lo dimenticassi mai. Non sono amareggiato per quanto è accaduto. Anzi, mi conforta l'idea che tra noi c'è stato qualcosa di autentico, e sono felice che ci sia stato possibile stare insieme anche se per un così breve periodo di tempo. E se, in qualche luogo remoto e in un futuro lontano, potremo mai rivederci, ciascuno con una sua nuova vita, ti sorriderò con gioia e rammenterò l'estate trascorsa sotto gli alberi, l'estate in cui abbiamo costruito il nostro amore. E forse, per un breve attimo anche tu avrai la stessa sensazione e mi sorriderai e rivivrai i ricordi che abbiamo in comune.

Ti amo, Allie.

—  Le pagine della nostra vita.
Non ho più amato dopo te. Non ci riuscivo o forse, non volevo riuscirci.
Ho conosciuto tante persone dopo che ci siamo lasciati andare, ma nessuna era te.
Delle volte mentre osservo il mondo mi chiedo: “Mi avrà mai pensato? Voglio dire, dopo esser diventati estranei l'un l'altro, è mai riuscita a pensarmi per un secondo?”
Io mi perdo negli occhi della gente e cerco di capire la loro storia; è così che sono caduto in amore per lei.
Tu per me eri irraggiungibile, un sogno quasi.
Quando mi hai parlato per la prima volta eri ubriaca e forse nemmeno te lo ricordi, l'ultima volta invece eri attorno al mio collo e il battito del tuo cuore era a contatto col mio.
Cosa è andato storto in noi?
Noi.. Noi che un vero noi non siamo mai stati. Noi che un noi lo eravamo solo agli occhi degli altri, mentre noi pensavamo solo ad aspettare.
Aspettare cosa? Io odiavo me stesso e tu mi facevi calmare, eri la mia medicina.
Solo poi ho capito che tu eri più fragile di me e che avevi bisogno che qualcuno ti prendesse e ti dicesse: “Ehi, ci sono io qui”
“Se solo avessi saputo…” ripeto a me stesso nei momenti più bui, ma poi una parte di me risponde “.. Certo, se in amore fosse tutto così semplice, allora non sarebbe più così importante amare”.
L'ultima volta che ci siamo incontrati, per pura casualità, tue eri in compagnia delle tue amiche e nessuno dei due ha avuto il coraggio di guardarsi in faccia.
Eravamo allo stesso tavolo, uno di fronte l'altro, siamo rimasti assieme per due ore, ma senza mai esserei noi stessi.
Sembravamo due bambini dopo un litigio, solo che entrambi avevamo voltato pagina e forse, in questo caso, tu avevi terminato il libro.
“Come procede la tua vita?” ti chiesi, giusto per rompere quel odioso e imbarazzante silenzio che entrambi odiamo.
Solo allora tu mi hai guardato in faccia, dritto negli occhi e mi hai detto la verità: “Mi sono fidanzata”.
Non aveva importanza in quel momento, davvero, non ne aveva.
Ero geloso, certo, ma lo sarò sempre.
Solo che i tuoi occhi mi avevano detto la verità e si vedeva, qualcuno ti aveva detto per davvero: “Ehi.. sono qui, rimango qui io” ed era giusto così.
Io non ebbi mai il coraggio di farlo nonostante avessi avuto tantissime opportunità.
Tu avevi bisogno di sicurezze e le hai ricevute da lui.
Come è finita quella serata?
Nemmeno un abbraccio o un saluto con la mano. Abbiamo guardato in basso e ci siamo allontanati.
Non ho più amato dopo di te; era come se una parte di me dicesse: “Lei ti sta aspettando”.
Ma ora, ora che so che tu hai cambiato veramente libro, è giunto il momento di andare avanti anche per me.
I libri sono fatti per essere letti, le persone per essere vissute e le storie d'amore senza fine, quelle sono fatte per i grandi cuori.
Un cuor grande non per forza deve avere tante storie, può averne anche una sola, basta che ci sia una storia da raccontare.
Amare è difficile delle volte, ma dopo ogni pagina ci sarà sempre una nuova storia, una nuova parola e come minimo un'altra lettera.
Quindi perchè non smettere di soffermarsi sulla nostra pagina preferita e scoprire come finisce la storia? Non è detto che le pagine dopo siano migliori di quella su cui ci siamo soffermati fino ad adesso.
—  ricordounbacio