ottobre 2011

Credo in Larry,dal primo Larry Stylinson moment,ad X-Factor.
Credo in Larry,per i loro sguardi.
L'ho sempre fatto.
Credo in Larry,per i loro sorrisi,per le loro frasi non dette a parole.
Credo in Larry,per i loro gesti,per le loro risate,che insieme,formano melodia.
Credo in Larry,per come si mangiano con gli occhi,per i tatuaggi che si completano,combaciando perfettamente tra loro,come pezzi di un puzzle.
L'ho sempre fatto. Credo in Larry,per come non fanno altro che cercarsi,l'un l'altro.
Credo in Larry,per il “And I marry you Harry” detto dal ragazzo,che disse che il modo per dire una cosa,era scherzarci sopra.
Credo in Larry,per le loro scuse di “dire una cosa all'orecchio” per poi rubarsi un altro bacio.
Credo in Larry,per il tweet di Harry,che diceva “So kiss him again,just to prove to me that you can.”
Credo in Larry,per il tweet di Louis,che diceva
“Always in my heart @Harry_Styles,your sincerely Louis Tomlinson.” Fatto il 3 ottobre del 2011,lo stesso giorno in cui la Modest!. Costrinse Lou a stare con Eleanor.
Credo in Larry,per i loro abbracci,L'ho sempre fatto.
Credo in Larry,per quelle rose regalate,credi in Larry perché loro sono così diversi,eppure così simili;ma si sa,gli opposti si attraggono.
Credo in Larry,per il “My first real crush was Louis Tomlinson”,detto da Harry,che disse che era ricambiati e ne avevano parlato.
Credo in Larry,per il “BoyFriend !"di Louis,urlato ad Harry.
Credo in Larry,per Harry che ammise di essere bisessuale in un intervista.
Credo in Larry,per il "I’m in love with Lou,And All his little things” di Harry.
Credo in Larry,per il “Can I love more than Stan?” Di Harry.
Credo in Larry,per Louis che disse di aver baciato Harry in un intervista.
Credo in Larry,per Harry che disse del suo più grande sogno,cioè quello di sposare Louis il giorno di S.Valentino.
Credo in Larry,per Harry e Louis che dissero di aver letto alcune fanfiction Larry.
Credo in Larry,per Harry che disse di non voler parlare della gelosia che provava nei confronti di El e Lou.
Credo in Larry,per Harry che in un concerto disse
“I love you so much Louis”
Credo in Larry,per Harry che ha sempre smentito le sue lovestory con attrici e modelle famose,ma mai con Louis.
Credo in Larry,per la frase di Harry,scritta sul suo diario"Lei non merita il suo amore,lasciateci amare.“
Per il fatto che Louis non riesce a stare due giorni senza Harry,ma più di tre mesi senza El.
Per i succhiotti mentre sono in Tour,per il fatto che si amano in silenzio. Credo in Larry,per Lou che non sorride con El,ma con Harry si. Per il "I’m pregnant” di Harry,dopo un viaggio con Louis.
Per i pantaloni con una macchia bianca e la camicia strappata di Harry,dopo quel famoso viaggio di 12 ore in aereo con Louis.
Per il fatto che Louis era sorridente dopo queste 12 ore,cosa che con El,non lo sarebbe mai stato.
Per il “You really ingadged with Eleanor?”-“no,no,no.” a Milano.
Per il “Can you a Blowjob Harry?” Di Louis.
Credo in Larry,per tutto questo,mentre voi no.
Mentre voi,nonostante tutto,avete subito creduto al: “Larry Stylinson is a Bullishit.”
—  Eleonora

cirotrezzi  asked:

Buongiorno, un contatto antivaccinista linka questo documento dove a suo dire (pag. 626) si evidenzi come l'autismo sia una effetto collaterale del vaccino. Pòuò aiutarmi a fare chiarezza? Io purtroppo non sono sicuro di interpretare correttamente i dati.

sono quello del documento che evidenza autismo come effetto collaterale del vaccino, questo il link http://www.informasalus.it/it/data/allegati_docsc/2738.pdf (sorry, nell’altro form non me lo fa inserire)


Che fatica (non tu… dover dare sempre la solita spiegazione)

Intanto spero che tutti abbiano dato il giusto significato alla parola CONFIDENTIAL, che non significa ‘Scully, guarda cosa mi ha fatto scivolare sotto la porta il mio contatto alla CIA!’ ma semplicemente che si tratta documenti scambiati tra addetti ai lavori.

Si parla degli effetti avversi segnalati dopo l’inoculazione dell’Infrarix Hexa (vaccino antidifterico, antitetanico, antipertossico, antiepatite B, antipoliomielitico e anti-Haemophilus influenzae) nei due anni che vanno dal 23 ottobre 2009 al 22 ottobre 2011.

In una lista di effetti avversi denunciati che praticamente è un unico foglio di excell lungo 1271 pagine e fitto come il retino di un cacciatore di moscerini, la parola autismo compare 11 volte:

  1. 2 casi confermati
  2. 1 caso non confermato
  3. 5 casi non confermati
  4. 1 caso non confermato
  5. 1 caso confermato
  6. 1 caso non confermato
  7. 1 caso non confermato
  8. 1 caso non confermato
  9. 5 casi confermati
  10. 1 caso non confermato
  11. 1 caso non confermato

20 casi di diagnosi di autismo (diagnosticato, NON CAUSATO), di cui solo 8 confermati, su 12 milioni di inoculazioni in 92 paesi diversi nel periodo preso in esame (e fra parentesi, di 72 milioni di inoculazioni da quando il vaccino è stato messo in commercio, il 23 Ottobre 2000) e qualcuno ancora crede che ci sia correlazione tra vaccinazione e una neuroatipia che si sviluppa durante la vita fetale ma di cui ovviamente ci si accorge solo nelle prime fasi dello sviluppo del linguaggio?

Non sono bravo in matematica ma credo che in ogni caso 8 casi su 12 milioni sarebbe comunque una percentuale vicina allo zero virgola zero zero vaffanculo periodico.

Mancano solo quattro giorni e li vedrò.
Realizzerò il mio sogno.
Sono anni che aspetto quel momento e non riesco ancora a rendermene conto.
Tutto è iniziato nel 2011, ottobre.
Vidi per la prima volta le loro facce attraverso lo schermo di un computer, ascoltai le loro voci e chiusi gli occhi.
Sorrisi.
Capii subito che sarebbero diventati importanti per me.
Dopo aver ascoltato alcune canzoni decisi di saperne di più su questi cinque ragazzi così semplici e talentuosi.
Passarono i mesi, gli anni e l'amore verso di loro cresceva.
Non riuscii a trovare i biglietti per i loro due primi tour, la delusione fu tanta ma non mi arresi.
Ero pronta e convinta a ritentare all'infinito.
Nel 2013 venne annunciato il nuovo tour, Where We Are.
Ero decisa ad esserci, dovevo assolutamente procurarmi un biglietto.
E sapete come è andata a finire?
Ci sono riuscita.
Il mio sogno si realizzò in pochi minuti, in un attimo tutto ciò che sembrava un semplice desiderio divento realtà.
Mancavano ‘solo’ 278 giorni.
I mesi passarono lentamente, troppo lentamente.
Ma finalmente il momento è arrivato.
Mancano solo 4 giorni al viaggio più bello della mia vita, alla giornata che non dimenticherò mai.
Mi ritengo molto fortunata ad esserci perché molte persone non ci sono riuscite.
Però vi dico, non arrendetevi mai perché prima o poi arriverà anche il vostro momento.

Nome: Kon-igi

Blog: Sono qua i droidi che state cercando…

Primo post: ottobre 2011

Intervista del mese Tumblr-star edition!

Questo mese le nostre sette domande le abbiamo fatte ad un utente che non ha bisogno di presentazioni, il Dottor Kon-igi. Godetevelo:

Chi è Kon-igi?

Sono un semplice quarantenne con la faccia del cinquantenne, la prostata di un settantenne e l'entusiasmo di un ventenne (strafatto di ketamina). Approdo su Tumblr nel Settembre 2011 deluso che le mie gif animate su Facebook rimanessero sempre ferme e indispettito dal fatto che il Moige mi avesse dedicato un'intera sezione di mamme isteriche la cui missione era segnalarmi tutte le volte che accendevo il PC.

Credo fortemente nel mutuo soccorso e per questo metto le mie conoscenze al servizio degli altri, casomai qualcuno un giorno si dovesse trovare a scappare da un'orda di zombie rallentato da una cistite acuta da candidosi.

La mia casella degli ask è sempre aperta a tutti, ma mi incazzo come una biscia quando la gente spegne le sigarette nelle tazzine del caffè o non usa i sottobicchieri.

Prossimamente farò un salto di qualità e mi lancerò sui mercati mondiali: per la mia linea di prodotti ho scelto un claim molto diretto che tradotto in italiano suona più o meno ‘Se si rompe un osso CHI CHIAMERAI?’ e poi entrano in scena un gruppo di ballerine con zaino protonico e visori ectoplasmatici che rispondono 'KON-IGI!’. Me lo hanno censurato in 27 paesi e qua da noi lo passano in seconda serata e solo nei circoli Arci della provincia di Parma.

Keep reading

anonymous asked:

14 ottobre, lo stesso giorno 17 anni fa è nata la mia ragione di vita*-* come mai hai chiamato così il tuo blog?

Allora, lo spiego una volta per tutte così magari non me lo chiederete più.
Il quattordici ottobre 2011 (tre anni fa) ho conosciuto un ragazzo. Ora direte ‘ecco, un’altra ragazzina che dedica un blog a un tipo a caso per cui si è presa una cotta’ NO, NIENTE DI TUTTO QUESTO. Era una storia diversa. Non siamo mai stati una coppia. Non farò il suo nome perché è (era, ormai) una persona abbastanza conosciuta in questo mondo e non voglio ricevere di nuovo domande su di lui, sul rapporto che abbiamo avuto, sulle sue condizioni ora, eccetera, come accadeva fino a qualche tempo fa. Quindi scordatevi di sapere il suo nome, è troppo riconoscibile per poterlo rivelare.
Dicevo: era il 2011, io avevo tipo solo quattordici anni e lui ancora diciannove. Non starò qui a dire cos’è successo nei minimi dettagli perché 1: non sono affari vostri; 2: se ci penso e in più mi metto a scrivere di noi finisce che piango a dirotto anche il mare. Dico solo che il nostro rapporto è stato bello, sì, quanto triste e di continue fughe dall’altro senza nemmeno avvisare. Ci siamo voluti molto, tanto, bene. Lui era uno di quelli a cui piaceva salvare anche gli sconosciuti, com’ero io prima di conoscerlo. Era bravo a far sorridere la gente e a scaldargli l’anima quasi come in primavera. Voleva sempre a tutti i costi far star bene chiunque ma rifiutava di guardarsi dentro e ad ogni minimo avviso di solitudine scappava dagli altri e, più di tutti, da se stesso.
Dopo due anni e mezzo di suoi avanti e indietro nella mia vita, perché lui “avrebbe voluto far tornare tutto come prima ma non poteva, non voleva, che io mi fidassi di lui un’altra volta” (sue parole).
Aveva detto che se avesse potuto avrebbe preso lui tutti quanti i miei dolori per non farmi più stare male così. E lo faceva, fino alle quattro del mattino quando non finivo per addormentarmi e diceva “Stringi forte il cuscino e immagina che sia io. I mostri se ne andranno, li caccio via tutti io.”.
Avanti così fino a quando, nell’indecisione tra restare con me o guarire dai suoi mali, ha scelto di salvare se stesso. E così è finita, questa volta (suppongo, purtroppo) per sempre.

Stime elettorali, le coalizioni e la governabilità del Paese

Leggevo i risultati di un sondaggio Demos & Pi sulle stime elettorali. La domanda posta ad un campione di 1038 persone è stata la seguente: “Se oggi dovesse votare per le elezioni politiche nazionali, Lei quale partito voterebbe alla Camera”. Il dato certo è che con l'elettorato italiano c'è ben poco di certo. I risultati delle consultazioni elettorali differiscono spesso enormemente da quelli che sono stati i risultati dei sondaggi.

Il Pdl e la Lega, secondo il test Demos & Pi sopra citato, a ottobre si attesterebbero al 34,9 per cento. Pd, Idv e Sel insieme raggiungerebbero il 43,1 per cento, mentre il Terzo Polo con un 12,4 per cento si rivelerebbe come il soggetto più appetibile e decisivo per entrambe le coalizioni.

Una forza, quella del

Keep reading