omosessuale

La vita di un omosessuale non è facile.
Non è facile perché vorresti sia facile.
Vorresti poter essere te stesso, vorresti parlare liberamente anche con semplici conoscenti del proprio ragazzo, senza che sia il caso che dica ‘ah comunque sono gay’, premettendo che tu sia accettato eh, bisogna far attenzione ad ogni singola parola che esce dalla bocca perché un semplice ‘guarda che gnocco quello’ potrebbe costarti la reputazione a scuola. Devi far attenzione quando ne parli ad un amico che sa di te e all’improvviso si avvivina chi non sa quindi sei costretto a cambiare discorso o ad abbassare il tono di voce.
Vorresti pubblicare sui social foto col proprio ragazzo tranquillamente, come le normali coppie etero e invece sei costretto a ‘nasconderti’ e a ‘essere te stesso’ solo qui su Tumblr.
Vorresti tanto poter camminare mano nella mano con il tuo ragazzo nel tuo paese di merda, ma appunto è di merda.
VORRESTI VIVERE PER DAVVERO MA A QUANTO PARE NON CI È CONCESSO.
Vorresti tanto avere il coraggio di uscir allo scoperto per evitare tutto ciò e avere ciò che si desidera ma la società non te lo permette.
A chi si bacia di nascosto senza libertà , 
perché qualcuno un giorno ha detto che così non va.
L'amore non ha sesso né diversità.
L'amore vive dentro agli occhi di chi dà.
—  Emma Marrone , Per questo paese
L'omosessualità non è una malattia. E’ come se uno nasce mancino invece che destrorso, biondo invece che bruno. Chi nasce gay rappresenta una minoranza, ma una minoranza che va rispettata. 
—  Margherita Hack
Voi la chiamate bisessualità, e va bene, ma io credo che in realtà non sia una questione di pene o vagina.
È una questione di amore senza freni.
Se ti innamori di una persona, ti innamori del sorriso, degli occhi, delle mani, dello sguardo, delle gambe e delle guance.
Ti innamori dei suoi modi di fare, del suo modo di muoverti, dei suoi sguardi maliziosi, dei suoi capricci, delle sue risposte.
Ti innamori della risata, delle occhiaie dopo aver passato la notte a parlare, delle lacrime, degli scazzi e delle urla.
Perciò non importa che sia donna o uomo.
Quando ti innamori, ti innamori di ciò che una persona è.
Non di ciò che in mezzo alle gambe ha.