nozzs

Tu non sei l'eccezione, tu sei la regola.
E la regola dice che se un uomo non ti chiama, è perché non vuole chiamarti.
Se ti tratta come se non gliene fregasse un cazzo, è perché non gliene frega un cazzo.
Se ti tradisce, è perché non gli piaci abbastanza.
Non esistono uomini spaventati, confusi, disillusi, non esistono uomini tragicamente segnati dalle passate esperienze, bisognosi d'aiuto, bisognosi di tempo, gli uomini si dividono in due categorie soltanto: quelli che ti vogliono e quelli che non ti vogliono, tutto il resto è una scusa.
E Tu, tu, donna, di mestiere fai l'avvocato, la commessa, la cameriera, l'insegnante, la casalinga, la commercialista, la modella, la ragioniera, l'attrice, la studentessa, non la crocerossina, quindi aspetta che sia lui a chiederti di uscire, perché va bene la parità dei sessi, le quote rosa, e l'eguaglianza dei diritti, ma i tempi non sono poi così cambiati.
Gli uomini restano pur sempre dei cavernicoli sia pure incravattati e come tali adorano il sapore della conquista.
Tieniti lontana dagli uomini sposati, non lasceranno la moglie per te, meno che mai lasceranno i figli per te.
E non credere alla storia dell'amica della sorella di tua cugina, appena convolata a nozze con quello divorziato, tu non sei l'eccezione, tu sei la regola.
Al bando quelli che ti costringono ad aspettare ore accanto ad un telefono che non suona, non hanno perso il tuo numero, non hanno investito un cane, non hanno appena scoperto di avere un tumore alla prostata.
Probabilmente sono al telefono con un'altra. Oppure sono gay. Fanculo quelli che non declinano i verbi al futuro, non sono analfabeti, semplicemente non vogliono impegnarsi perché non gli piaci abbastanza. Li riconosci facilmente, girano con un cartello appeso al collo e la scritta: “Ci stiamo frequentando”.
Quando la senti, scappa, non consumare le tue belle scarpe nuove (e neppure quelle vecchie) per correre dietro un uomo che non ti vuole. Usale, piuttosto, per prenderlo a calci in culo.
Impara l'arte dell'essere donna.
Impara l'arte di ottenere dagli uomini quello che desideri, non sbattendo i piedini, ma facendogli credere che siano stati loro a decidere.
Impara a scegliere, invece che essere scelta
—  La verità è che non gli piaci abbastanza.
‘Papà ma tu e la mamma come avete fatto a stare assieme per 34 anni?’
‘Quando le ho chiesto di fidanzarci l'ho guardata e le ho detto, se superiamo i primi 10 giorni staremo insieme per tutta la vita e così è stato.’
—  Abigail| Auguri ai genitori piu belli. ♡
youtube

The techno pop version of “Non so piu cosa son cosa faccio”. 

I am dead.

I read this post and decided that I should make a better another version with slightly more…variety.

MBTI Types As Classical Music.

•ESTJ: Bach - Brandenburg Concerto no. 3, Allegro
•ESFJ: Mozart - Overture, Le Nozze di Figaro
•ENFJ: Beethoven - Symphony no. 3 Eroica
•ENTJ: Tchaikovsky - 1812 Overture
•ESTP: Gershwin - Rhapsody in Blue
•ESFP: Holst - IV. Jupiter, The Planets, Op. 32
•ENFP: Smetana - The Moldau
•ENTP: Mendelssohn -  Violin Concerto In E Minor, Op. 64
•ISTP: Chopin - Nocturne Op. 9, No. 1 in B flat minor, Larghetto
•ISFP: Liszt - Liebestraum no. 3
•INFP: Haydn - String Quartet No. 53 in D Major, “The Lark,” Op. 64, No. 5
•INTP: Beethoven - String Quartet Op. 131
•ISTJ: Bach - Cello Suite No.1 in G
•ISFJ: Saint-Saëns - Aquarium,  Le carnaval des animaux
•INFJ: Debussy - The Girl with the Flaxen Hair 
•INTJ: Tchaikovsky - Ballet Suite, Op. 20: Act 2, Scene (Lake in the Moonlight), Swan Lake

anonymous asked:

so i have this friend who told me that he thinks classical music is boring and not relevant and all the stupid stuff those ignorant people say so what do i do? i go and get tickets for both of us to see le nozze di figaro at our local theatre and it's this extremely daring, political and erotic production and i basically kidnap him so he comes with me BUT wow big surprise! he is totally amazed and afterwards he cries and thanks me because otherwise he'd never have known

see this is what more people should do

youtube

When I think of “Famous Overtures” the first thought that inevitably pops into my head is Mozart operas. These are the overtures I loved most as a child, and that love remains steady today. But which to choose? I tend to stay close to the heart here at Musica in Extenso, but even then there are so many options. Do I recall my teenage obsession with the overture to The Magic Flute, which inspired everything from a high school short story to a college choreography project?  Do I root myself firmly in the present, as I’m preparing for this summer’s upcoming adaptation of Cosi fan tutte? The options are many. In the end, though, I think I’ll go with the very first one I loved, beginning with my childhood glee over my youth orchestra’s (fairly hideous) rendition, through my emotionally fraught college production, and on and on to the ideas that led me to creating an opera workshop for teens.

Overture, The Marriage of Figaro, W. A. Mozart, played by the Wiener Symphoniker under the baton of Fabio Luisi.

Enjoy! Much more to come as the week continues! - Melinda Beasi