non-con

anonymous asked:

Who do you think would be the top 5 kinkiest characters in SnK? Also what kink/kinks would they have? ♥

Armin (Risky stuff with a chance of being caught/ Sex in public), Zeke (Probably every kink there is), Mike(Masochism, like wow. Also Pet play), Ymir (bondage/ Consensual non-con), Historia (Power play/ FemDom)

Non ho nessuna religione e, a volte, vorrei vederle tutte in fondo al mare. E’ una guida debole, colui che ha bisogno della religione per mantenersi al governo, è come se volesse intrappolare il proprio popolo. Il mio popolo imparerà i principi della democrazia, i dettati della verità e gli insegnamenti della scienza. La superstizione deve finire. Ognuno ha la libertà di adorare chi vuole e seguire la propria coscienza, a condizione che non interferisca con la razionalità e che non agisca contro la libertà dei suoi simili
—  Mustafa Kemal Atatürk, 1928
“Chapter 7 of 12 - 205 of 366″

                                              SOLILOQUIO

E sto capendo giornalmente quanto io abbia paura di perderti.
Quanto io abbia paura che quello che stiamo costruendo, quello che abbiamo costruito possa cadere.
Spazzato via così, inesorabilmente, da uno tsunami, da un uragano, da una pioggia incessante.


Io ho paura, ho una costante paura di perderti.


Questo perché io non ho mai chiesto niente, se non di stare davvero con te.
Ed ora che sto davvero con te, sono la persona più felice del mondo, ma un velo di tristezza copre la mia felicità.

Perché davvero, la paura che tu un giorno possa andare via da me, la paura che tu un giorno ti stufi definitivamente del caratteraccio che mi ritrovo mi logora l’anima. 

Ho paura di perderti.
Ho paura di perderti quando sento i silenzi ingombranti tra noi.
Ho paura di perderti quando non so cosa ti passa davvero per la testa.
Ho paura di perderti, perché penso che ciò che è successo l’anno scorso possa accadere nuovamente, e non lo sopporterei, non avrei la forza di sopportarlo.

E questo semplicemente perché ti amo come non ho mai amato nessuno, perché una vita senza te sarebbe noiosa e priva di colore.

anonymous asked:

Lo amo ma i miei non lo sopportano... Non vogliono che esco con lui perché mi ha fatto soffrire ma poi ho fatto una cavolata anch'io facendolo soffrire dopo anch'io... E ora non so che fare con i miei...

È la tua vita, non la loro.

Stay

read it on the AO3 at http://ift.tt/2a6eKGJ

by bandaran

No one ever says how the bonds form. Quietly, he decides. Creeping in like moss over rivers stones; a gradual climb until everything is green and new.

Words: 3034, Chapters: 1/?, Language: English



read it on the AO3 at http://ift.tt/2a6eKGJ

Come sei spoglio
e bizzarro.

Cento volte hai patito,
finché tutto in te fu solo tenacia
e volontà!

Io sono come te.

Non ho rotto con la vita
incisa, tormentata
e ogni giorno mi sollevo dalle
sofferenze e alzo la fronte alla luce.

Ciò che in me era tenero e delicato,
il mondo lo ha deriso a morte,
ma indistruttibile è il mio essere,
sono pago, conciliato.

Paziente genero nuove foglie.
Da rami cento volte sfrondati
e a dispetto di ogni pena
rimango innamorato
del mondo folle.

Hermann Hesse 🌸🍃

anonymous asked:

Ho più o meno la stessa situazione dell'anonimo sotto con il problema per il ragazzo. Semplicemente che l'ho lasciato di mia spontanea volontà perchè non stavo bene con me stessa,perchè scappo sempre via da tutto e perchè pensavo di non sentirmi abbastanza. A distanza di quasi un anno,non penso che a lui e alla grandissima opportunità che ho perso. Mi manca e vorrei tornare indietro per non ripetere lo stesso sbaglio,ma lui 'non ha molta voglia' di ripristinare nulla con me. Nemmeno l'amicizia

purtroppo sono scelte che si prendono sbagliando, bisogna accettare anche questi errori e andare avanti nella speranza di non ripeterli. poi per carità magari se non molli la presa può cambiare idea, ma ne dubito perché posso anche capire come si sente chi sta dall'altra parte.

anonymous asked:

Credo di amarlo,ne sono sicura in verità Oggi dopo che gli ho chiesto di fermarsi,mi ha detto che mi ama e che mi prenderà come moglie. L'amore non c'entra con un tipo in discoteca,c'entra con chi s'incazza se bevi troppo ma dopo ti sta affianco

Che cosa dolce

eloodora ha risposto al tuo post “Salve, non sniffo cocaina da giovedì, e da venerdì notte ho iniziato…”

Capisco che a volte le invettive allentino la tensione (anche il mio dentista indulge) ma le bestemmie da persone colte e adulte non me le aspetterei. Lo dico non con intenzione censoria, mi permetto di farlo perché ho un'altra età della Sua, ho assistito negli anni Sessanta al passaggio da un linguaggio sorvegliato, a forme di estrema trasgressione, che tuttavia nella dialettica sono controproducenti e inefficaci alla finalità della comunicazione.

Sarebbe importante saper distinguere la differenza tra persona e personaggio.

E poi non intendevo affatto allentare la tensione: ero decisamente incazzato del fatto che qualcuno avesse scambiato il mio essere loquace su argomenti ippocratei per una mia (inesistente) disponibilità a sdoganare e accettare tacitamente comportamenti autolesivi.

E poi tutt’altro che controproducente e inefficace: se in questo modo non ha capito il messaggio, allora un’eventuale sicura tromboembolia non rovinerà granché un cervello che è già scarso di suo.

Non dar retta a chi dice che il destino ce lo fabbrichiamo da noi o che la Provvidenza ci protegge. Non ti protegge nessuno dal momento in cui nasci e piangi perché hai visto il sole. Sei sola, sola, e quando sei ferita è inutile che tu aspetti soccorso poiché non v'è genitore o amante o fratello che possa perdere tempo per te: essi si chinano più o meno a lungo sopra di te, magari ti fasciano e ti danno da bere, ma poi riprendono irrimediabilmente la strada dove saranno a loro volta feriti. Quando torni non raccontare che sei cambiata, non raccontare la guerra che ti ha fatto cambiare. La tribù dove vivi non sa cosa farsene dei martiri e degli eroi. Vanno contro le regole, turbano la coscienza dei semplici, sono pazzi in un mondo di savi. Devi tacere o mentire se non vuoi spaventarli. Non dire delle tue ferite se vuoi tornare nel mondo dei timorosi e dei prudenti. Non spaventarli con i tuoi abissi, si allontaneranno da te. Menti, se vuoi essere amata da loro. Se no vattene. Scegli la solitudine che per quelli come te è l'unica compagna lecita. Loro, laggiù, non sanno che farsene dei martiri e degli eroi. Sono lo specchio della loro pochezza, della loro inettitudine. Fuggi dunque dai prudenti e dagli ipocriti, da quelli che non possono essere all'altezza neppure dei loro stessi desideri. Chiamali al telefono dal tuo inaccessibile rifugio, se proprio devi parlare con loro. Lasciali muti al cospetto della tua voce furente e arrochita nell'eco del silenzio attorno, poi riattacca senza che abbiano il tempo di rispondere.
—  Penelope alla guerra
The Five Times Phil Lester Cried After Sex and the One Time It Didn’t Matter

The Five Times Phil Lester Cried After Sex and the One Time It Didn’t Matter | Sex has always meant more to Phil than just sex, but it takes him a long time to learn that crying afterwards isn’t a bad thing. | Phan | Mature | Non-Con, Dubious Consent | 2,876 Words

Disclaimer: In no way do I pretend that this is real or cast aspersions on Dan or Phil.

Warning: There is a non-con scene set as the “second time.” You can skip this scene easily, as it is fairly graphic enough I feel it could be easily triggering. It’s not necessary to read, as the story refers to it much less graphically later in a way that lets you know what happened. There is also dubious consent in the “fourth time” wherein Phil gives consent while drunk. Please be careful upon reading.

Keep reading