non mi hai finito

Se tieni a qualcosa, non è che a volte ci stai male.
Ci stai sempre male.
È come se dovessi dimostrare ai miei amici, ai miei genitori, a lui e persino a me stessa di essere felice.
Ma sto crollando e non c'è niente che possa fare per impedirlo.
—  Desideravaunabbraccio
Non importa io dove sarò e tu dove sarai,
i miei angoli bui non finiscono mai,
i tuoi angoli bui li conosco lo sai,
ti dimenticherò,
mi dimenticherai.
—  Coez (via amorimainatichenonfiniscono)
L'ho fatto. L'ho detto.
“Non ti sopporto più”
Così, senza spiegazioni. L'ho allontanato.
E credo di esserci riuscita, se ne è andato.
Ma io non volevo.
In realtà, avrei voluto dire
“Dai, abbracciami e rassicurami” ma ho troppo orgoglio nel cuore…
E l'ho lasciato andare via…
Forse per sempre, forse no…
Di sicuro non era questo che volevo.
Ma forse è meglio così. La miglior difesa, è il distacco.
Mi sono difesa da te, dai tuoi occhi, dal tuo profumo.
—  FreeSoul02
Mi hai detto che mi avresti aspettata,
che valeva la pena,
che mi avresti capita,
che non potevi perdermi
perché ci tenevi troppo a me,
Mi hai detto che mi avresti aspettata,
che i momenti bui passano,
che si superano insieme
e poi mi hai lasciata andare,
senza avermi rincorso,
senza insistere,
senza riprovarci,
dopo il nostro unico momento buio,
dopo averti riaperto il cuore,
Mi hai detto che mi avresti aspettata,
mi chiedo perché me l'hai promesso,
se poi la tua parola
non l'hai voluta mantenere,
perché mi hai illuso di essere
qualcosa di importante per te,
quando evidentemente
non è stato un problema perdermi,
quando è stato così facile dimenticarmi,
perché, se davvero per me provavi un po’ di affetto,
mi hai provocato tutto questo.
—  onlyletmewrite
E lui mi chiese:
“Mi vuoi ancora bene?”
Ed io pensai:
Ma è scemo? Ha chiuso lui, mi ha trattata malissimo; lo amo ancora, ma allo stesso tempo lo odio perché mi disgusta il suo stupido comportamento.
Gli risposi:
“No, non te ne voglio più.”
Dio se lo amavo, ma lui stava giocando.
—  Citazione mia @sololemielacrime
Mi manchi ma hai fatto la cosa peggiore che avresti mai potuto fare con me.
Mi hai promesso che non saresti mai andato via.
Indovina un pò.. Ora Dove sei?
—  Hai fallito.

E quanto ci ho pianto.

Quante sere non ho chiuso occhio perché pensavo a noi.

Quanti giorni ho passato chiusa in camera ad aspettare che facesse meno male.

Quante persone ho allontanato perché nessuno non riusciva a capire come mi sentissi.

Quante ore ti ho aspettato nei posti che frequentavi solo per vederti di nuovo, anche da lontano.

Quante canzoni ho smesso di ascoltare perché mi facevano ricordare troppo.

Quanti istanti sono rimasta con il fiato sospeso sperando che quel messaggio fosse il tuo.

Quante volte ho creduto che alla fine avevi vinto tu e che non saresti mai passato.


Quanto avrei voluto non averti mai conosciuto e non essermi mai innamorata di te.

GIULIA GHIRONI. - (via @queitaglisuipolsisporchi )

Me n'ero innamorata, ma a lui non importava.
Ero quella strana, che non stava mai zitta, che si comportava da bambina e subito dopo parlava come un'adulta.
Ero lunatica, lo ammetto, ma ti ho amato.
Tutto questo mi parla di te.
Ho paura di svegliarmi al mattino, perché so che tu non ci sarai, che non troverò il tuo buongiorno, il cellulare non squillerà mai con il tuo nome, non sentirò più la tua voce.
Non ci saranno le risate, le notti passate a raccontarsi, ad amarsi.
Ed io come potrei dimenticare una cosa che mi ha resa così felice?
Come potrei odiarti, anche se hai deciso di andartene?
Non posso, ma al contrario odio me stessa.
Avrei voluto abbracciarti, stringerti a me e dirti quanto ti amavo.
Avrei voluto troppe cose, ma non ci sei più.
Spero tu possa essere felice, come lo sono stata io, con te, che riesca a volare ogni notte, come facevo io.
Ed io spero di farcela a reggere tutto questo peso.
—  Natasha Maselli.
L'ultima volta che mi sono sentita soffocare dal male,
fino a rimanere senza fiato,
ho giurato che nessuno mi avrebbe più fatto del male.
Neanche tu.
Mai, mai più.