non conor

- Ho pensato di aver visto che mi guardavi prima, e ho pensato…
- Cos'hai pensato?
- Lascia stare - disse Conor, tornando a voltarsi verso casa.
- Hai pensato che forse sono venuto qui per aiutarti.
Il ragazzo si fermò.
- Hai pensato che potrei essere venuto per sconfiggere i tuoi nemici. Sterminare i tuoi draghi. Non è così?
Conor si voltò - Ma tu non vuoi far altro che raccontarmi delle storie - disse, e non riuscì a nascondere la delusione nella voce, perché era davvero così. L'aveva pensato. L'aveva sperato.
Il mostro s'inginocchiò e avvicino il suo viso a quello di Conor. - Storie che parlano di come ho sconfitto i nemici. Di come ho sterminato i draghi. Le storie sono creature selvagge e indomite, quando le liberi, chi può sapere quali sconvolgimenti potranno compiere?
—  Sette minuti dopo la mezzanotte