no-respirar

4

170425. last weekend I visited my grandma and it was so peaceful there omg I finally took some time to relax, study and read (simon vs the homo sapiens agenda). And the best part is that it was so cold there, I was so happy to see my family together ;;; Now I’m back to my routine ughh can I cry now or ༶ඬ༝ඬ༶

Mormaço e ausência de luz

Eu abro os meus olhos e tudo o que eu vejo é o escuro. Não há luz. Não há verdade. Não há resposta. Apenas essas incertezas pairando no ar. Não sei o que será de mim nos próximos anos, nem nos próximos minutos. Meus traumas me perseguem, não consigo respirar. Crise de ansiedade, ataque de fúria. A vontade de ser normal é grande, mas a realidade puxa meu pé e eu caio nas minhas neuras. A solidão aperta, mesmo com essa gente toda em volta. Estamos sozinhos nesse mundo e nem as boas companhias conseguem matar essa sensação.

Ho srotolato una mappa
sul tavolo della mia cucina
e ho messo un dito
dove sei tu e
un altro dove sono io
Lo spazio tra i due
é solo di qualche centimetro. Così vicino,
che posso sentirti respirare.
Posso raggiungerti e
far scorrere le mie dita attraverso
ogni ciocca dei tuoi capelli,
toccare le tue labbra e
ho a malapena la necessità di muovermi.
In un angolo della mappa
c’é la legenda per leggere la mappa
ogni centimetro é un centinaio di miglia
pieno di strade e fiumi e alberi,
la legenda mi ricorda
che tu sei dove sei
e io sono dove sono,
a centimetri di distanza.

-Gabriel Gadfly-

E mais uma vez estou tendo uma crise, não consigo respirar, sinto minha garganta se fechando como se alguém estivesse me enforcando. Minha cabeça está doendo, parecer que as paredes estão se fechando sobre mim, meu coração acelerado. Aquela velha sensação horrível

eliisbittencourt  asked:

Parece que minha vida só tem partes ruins,a única coisa que eu queria era parar de respirar,só isso....

Se você acha que morrer é a solução, imagine que em algum lugar alguém precisa te conhecer, e se você se matasse, essa pessoa passaria a vida toda sentindo um buraco dentro do peito sem saber o porquê, mas que iria doer pra sempre. Precisa viver pra que possam se encontrar. 

La mia onicofagia sta peggiorando, fumo troppo e penso il doppio, quasi alla velocità della luce. Stasera non ho mangiato, Infinite Jest è ancora aperto a pagina 124 dove l'ho abbandonato prima di addormentarmi verso le cinque del pomeriggio; non ho fame. Una leggera nausea pervade la bocca del mio stomaco, eppure non bevo da più di quarantotto ore, forse più. Ucciderei per uno Screwdriver fatto come si deve, con la spremuta di arancia al posto del succo in cartone ma non sono nelle condizioni di uscire a comprare della Vodka né tantomeno di spremere arance che nel frigo non ho.
I miei capelli sono scombinati, leggermente sporchi e la frangia più storta del naso di J., una mia compagna di classe alle superiori alla quale hanno dovuto fare un intervento chirurgico perché il naso era talmente storto che le impediva di respirare. Mi lavo i denti e sciacquo la mia bocca con del collutorio color verde acqua. Sembra Domenica ed è solo martedì; non che per me i giorni abbiano importanza, sono solo pezzi di carta che si staccano dal calendario, si appallottolano e si buttano nella spazzatura.
Tra sei giorni è il mio compleanno e Dio solo sa quanto io odi il giorno del mio compleanno. Quel particolare giorno dell'anno che non stacco semplicemente dal calendario ma a cui, da qualche anno a questa parte, do fuoco con l'accendigas che ho in cucina.

Sus narices chocaron.
Ambos sentían su respiración.
Ambos cerrarón sus ojos
y se besaron…
Fue el inicio del caos más hermoso del universo.
—  Poeta Invisible
A volte non riesco a respirare, mi sento soffocare per le lacrime, non riesco neanche a piangere, come se questo dolore fosse più grande di me.