neglie

2

Ti ho regalato un bracciale
e non era un bracciale qualsiasi,
ricordo i tuoi occhi quando ti ho detto:
“apri, devo spiegarti il significato”
“è un bracciale, cosa c'è da spiegare”
“che simbolo vedi su?”
“un nodo, perché?”
“si usano i nodi per legare qualcosa, unire due estremità, insomma, siamo io e te”.
Ricordo il tuo imbarazzo, ricordo il tuo “non dovevi” mentre mi chiedevi di aiutarti a metterlo.
Chissà se lo indossi ancora, chissà di cosa hai avuto paura, chissà perché hai preferito che io ti odiassi, perché hai mentito su di te, su di me, su noi. Chissà perché non sei riuscito a guardarmi negli occhi e a dirmi che non c'era nulla tra noi, che non provassi nulla, chissà perché hai scelto la strada del “è meglio così”.
Chissà cosa pensi adesso, se pensi che tutto questo sia bastato per sciogliere il nodo, il legame. Io non ci credo
e non importa il tempo, altre persone che incontreremo o avremo al nostro fianco, resterà sempre qualcosa di in sospeso.
Avremo sempre un ritorno in sospeso.

Prendere a calci il dolore, ricercati negli altri e per tenerti accanto ti ho rotto in mille frammenti. Abituarsi all'assenza, ai giorni senza di te.
—  Michele Bravi (via @sorrisidolorosi )

- lo sguardo della luce -

ogni possibile percezione
del tempo
dello spazio
del respiro
attraversa destinazioni sconosciute
dentro

che mi fa pena chi non sogna
e chi non cade mai,
che per morire basta un'illusione

voglio ritrovare la meraviglia
e quella luce negli occhi
testarda come me,
più lontana dal dolore
e più simile
a me stessa

Ho bisogno di qualcuno.                                                                                      Ho bisogno di qualcuno con cui ridere, con cui essere felice. Di qualcuno con cui fare le cazzate più impossibili ed immaginabili. Di qualcuno con cui guardare film, sotto le coperte, abbracciati.                                                          Ho bisogno di qualcuno che mi tenga stretta a sé e che non mi lasci più andare con cui posso sentirmi protetta, al sicuro.                                                  Ho bisogno di qualcuno forte, che possa aiutarmi a rimettermi in piedi quando cado a pezzi.                                                                                                         Ho bisogno di qualcuno che accetti tutti i miei difetti e amare i miei pregi, che vada oltre il mio muro, che lo distrugga e che mi raggiunga.

Ho bisogno di qualcuno, di trovare la mia metà. E quando succederà, lo sentirò, sentirò che sarà quello giusto perchè proverò talmente tanta felicità che dimenticherò tutto il tempo passato ad aspettarlo.                                        E in quel momento lo guarderò negli occhi e gli dirò: “Sei arrivato e ora non andartene mai più, perchè io ho bisogno di te.”

Ed ora che non ti cerco più, a cosa pensi?
Credevi di avermi in pugno, credevi che sarei stata troppo debole da lasciarti andare, credevi sarei rimasta aggrappata a te tutta la vita per assicurarti un posto nella quale tornare dopo qualche rifiuto.
E invece mi vedi ora? Sono coperta di fango, questo sì. Sono caduta all'incirca migliaia di volte ed ho creduto di non farcela senza di te. Ma sono qui, esattamente davanti a te, non nel tuo pugno, riesci a vedermi? Riesci a sentire il mio disperato dolore e la mia rabbia insistente?
Ti sto guardando negli occhi, e ti sto lasciando andare.
Ti sto lasciando andare,
e non mi vedrai mai più tornare indietro.

anonymous asked:

Non ti seguo da molto, credo, è pa prima volta che leggo la tua biografia e quando ho visto questo mi sono venuti i brividi, passerò di qua più spesso; "Mi hanno anche detto che l'amore a distanza non è possibile, perché due persone lontane non possono amarsi. Io ho sempre creduto il contrario perchè l'amore non sta negli occhi, ma nel cuore." Buona serata e buona vita 💫

Grazie mille, sei un anonimo molto dolce. Buona serata anche a te. ❣

Io credo nella carne e negli appetiti, vista, udito, tatto sono miracoli, e ogni parte, ogni frammento di me è un miracolo. Divino io sono al diritto e al rovescio e rendo santo ciò che tocco o mi tocca.
—  W. Whitman
Sentirsi a disagio ogni volta che una persona ti guarda negli occhi.
—  ibattitidelcuore
Un ragazzo là fuori è nato per essere l'amore della tua vita, il tuo migliore amico, la tua anima gemella,
l'unico a cui puoi raccontare i tuoi sogni.
Ti spazzolerà i capelli dagli occhi, ti manderà fiori quando meno te lo aspetti.
Guarderà te durante i film,
anche se ha pagato otto dollari per vederli.
Ti chiamerà per la buonanotte o solo perché gli manchi.
Ti guarderà negli occhi e ti dirà che sei la ragazza più bella del mondo, e per la prima volta nella tua vita, gli crederai.
—  Nicholas Sparks.