nccl-sclf-photography

youtube

Múm “Candlestick”

Photographic project on ReykjavikBoulevard

[Un giorno mi sono ritrovato davanti questo: una frattura tra le placche che costituiscono la crosta terrestre, una spaccatura che ogni giorno cresce di qualche centimetro e allarga un Paese, l'Islanda, considerato il più giovane dell'intero pianeta. Ci si poteva guardare dentro. Ci si poteva tuffare dentro. Ci si poteva anche annegare. Ecco, io penso che l'intero cuore delle persone sia perennemente in questa condizione: rotto. Fratturato. Spaccato. Non a causa di qualcuno, ma per continuo merito nostro. Avere un cuore costantemente in tensione, un cuore che si dilania strappando sangue e ossigeno e idrogeno e dolore e gioia e affanno e felicità è una fortuna. Perché lo rende vivo. Come un pianeta che non sta fermo, che non resta immobile e muore. Si muove. Si allarga. Pronto a ricevere nuove emozioni, pronto a caricarsi di nuova speranza, pronto a bagnarsi di nuovo desiderio. E così, di fronte a quello spettacolo della natura, ho ritrovato il senso di una vita di turbamenti, di insoddisfazioni e faticosa ricerca di profondità: continuare a muovermi, continuare ad amare, continuare a sognare. Il mio cuore non si rinsalderà mai, perché è continuamente pronto a crescere, ad accogliere cose buone, a far spazio anche alle disgrazie che la mente piano piano scorda: perché quello che passa dalla mente è fugace, ma quello che resta sepolto negli abissi del cuore è eterno]

Words: Nccl Sclf

[Inspiration]
[Motivation]
[Devotion]
http://www.reykjavikboulevard.com/
Image Credits © of unknown artist

10

Follow ReykjavikBoulevard.com on a trip around the world featuring Nccl Sclf and his “Behind me” photography project

More on http://www.reykjavikboulevard.com/magazine-summer-2014/