natalie k

5

Annie Leibovitz’s 2005 Star Wars Vanity Fair Cover

From left: Ewan McGregor, Hayden Christensen, master and commander George Lucas, Natalie Portman, Yoda, Darth Vader, R2-D2, Anthony Daniels as C-3P0, Samuel L. Jackson, Jar Jar Binks, Jimmy Smits, Christopher Lee, Liam Neeson, Pernilla August, Jake Lloyd, Ian McDiarmid, General Grievous, Billy Dee Williams, Carrie Fisher, Harrison Ford, Peter Mayhew as Chewbacca, and Mark Hamill.

youtube

Mozart Violin Sonata K.301 Hilary Hahn & Natalie Zhu

W. A. Mozart Sonata for violin and piano in G major, K.301/293a (No.18).
[Allegro con spirito] [Allegro]
Hilary Hahn (violin/violon)
Natalie Zhu (piano)

Jonathan spoke glowingly of Maria Doyle Kennedy, who plays Catherine, and infuses her every moment with dignity and strength, ‘Isn’t she magnificent?’ he exclaimed. And of the delectable Natalie Dormer, as Anne, he insists, 'season two belongs to her. She owns it; she plays it like a harp and broke down walls with this performance.’
—  Variety article, Jonathan Rhys Meyers interviewed by Liz Smith, 2008
youtube

Michiko & Hatchin has always been one of my favorite anime; it has a style, tone, and cast like no other. When Funimation localized it in late 2013, I rushed to make an AMV to hopefully get other people interested as well.

Like with “Ceaselessly into the Past”, I wanted to tell a story of several different characters chasing after someone, trying to find their idealized relationship, and being haunted by their failures in the past. Michiko and Satoshi want Hiroshi, Atsuko wants Michiko, but Hatchin just wants a mom even if she’s not perfect. I hope you enjoy watching and please support the official release! Please also be advised that this video contains spoilers for the entire series.

Title: On the Run
Anime: Michiko & Hatchin
Song: I Wish I Knew Natalie Portman (On the run)
Artist: k-os

welcome to LA // listen

1. the recipe - kendrick lamar ft dr dre // 2. dope - sol // 3. driving miss daisy - logic ft childish gambino // 4. i wish i knew natalie portman - k-os // 5. favorite song - chance the rapper ft childish gambino // 6. sing that shit - kendrick lamar // 7. loud - mac miller // 8. i - kendrick lamar // 9. under pressure - logic // 10. bitch dont kill my vibe - kendrick lamar // 11. been around the world - a$ap rocky // 12. belly -flatbush zombies 

Nome: Veronica Carratello (Veci)

Blog: @veci-comics

Primo post: marzo 2015

Questo mese ci siamo divertiti a intervistare una fumettista che ama sognare, e che proprio grazie ai suoi sogni è riuscita a fare della sua passione un lavoro. 

Ciao Veci, raccontaci di te: chi sei, da dove vieni e perché sei diventata fumettista?
Ciao! Mi chiamo Veronica Carratello ma sono conosciuta da tutti con lo pseudonimo di Veci, un nomignolo creato da me, da bambina, per gioco, prendevo la prima sillaba di ogni nome e aggiungevo CI, in seguito è diventato anche la mia firma d’artista.
Sono nata  e vivo a Novara, ma nelle mie vene scorre sangue siculo. Sono diventata fumettista perché ho sempre avuto l’esigenza di scrivere storie, fin da bambina, anche se all’epoca non leggevo moltissimi fumetti (ma col tempo ho recuperato), unita alla mia grande passione per il disegno.
In un certo senso ho sempre saputo che questa era la mia strada, e una volta che ne ho preso coscienza, ho fatto in modo che accadesse, con determinazione, passione, impegno e lasciandomi guidare dall’aforisma di Walt Disney, “Se puoi sognarlo, puoi farlo!” (Lo dico così spesso che ormai detengo metà del copyright!).

Quali sono i soggetti che preferisci disegnare?
Mi piace disegnare soggetti legati al mondo della musica, dei film e della moda, lo stile vintage caratterizza molto i miei disegni.
La musica perché è un’altra mia grande passione, cerco di inserire riferimenti musicali in tutti i miei fumetti, anche i film mi ispirano molto, i personaggi ben caratterizzati e riconoscibili sono quelli che preferisco, più sono strambi, più li amo. Per rilassarmi disegno pinup di ragazze, lasciandomi ispirare dai vari outfit modaioli scovati su tumblr o altrove, o inventandomeli.

Tre pro del tuo lavoro?
Prima di tutto, la libertà di lavorare da casa, di gestirmi il lavoro come meglio credo, con i miei tempi e le mie modalità. Secondo, amo il mio lavoro, per cui non mi pesa minimamente, anzi mi diverte e mi stimola. Terzo, la soddisfazione e l’emozione di vedere il proprio fumetto/figlio in libreria e fumetteria, e di raggiungere molte persone attraverso le mie storie o i miei disegni (anche sul blog), un pezzettino di me viaggia per il mondo.

Keep reading