napolitanobis

youtube

Applausi stasera al Parlamento. Il Presidente Napolitano ha strigliato per bene il Parlamento i cui componenti, invece di arrossire e stare in silenzio, hanno applaudito calorosamente. Così gli italiani saranno contenti che qualcuno ha sgridato i sedicenti rappresentanti del popolo. I parlamentari saranno contenti perché ciascun gruppo penserà che la colpa è degli “altri”. Il Presidente sarà contento perché finalmente si è tolto i sassolini dalle scarpe. E tutto tornerà come prima.

La rielezione di Napolitano è il disperato tentativo di fermare il tempo, da parte di chi oggi non sa più in che direzione andare. Ogni prospettiva futura è bruciata nel volgere di un attimo. Il re è davvero nudo e non è un bel vedere. -Roberto Saviano.

Viviamo in un paese dove non siamo neanche in grado di eleggere un Presidente della Repubblica. Che vergogna!!!

I Marchesi del Grillo

A cinquantacinque giorni dalle elezioni, dopo un susseguirsi infinito di “nuove evidenti fasi” a cui l'Italia è stata di fronte, succede che Napolitano viene rieletto Presidente della Repubblica.
Pare che, arrivati alla sesta votazione, per Rodotà o altri non ci fossero “i numeri”. Dopo pastette, schede bianche, assenze clamorose e franchi tiratori.

Si scrive “era l'unica soluzione possibile”, si legge “noi siamo noi e voi non siete un cazzo”.

La (quasi) citazione da Il Marchese del Grillo assume toni doppiamente irridenti per via del cognome del leader M5S. Capita a chi prende per i fondelli tutti quelli che non la pensano come lui, e ci può stare. Peró stavolta rivedere uno dei personaggi italiani più amati dagli italiani medesimi fa meno ridere. Furbi e potenti stanno lì a vivacchiare (bene) un altro po’, e noi (elettori) non contiamo.
Un cazzo.