monte-rosa

Game of thrones 7x06
  • Ritroviamo i nostri ometti in viaggio nella neve per il loro piano veramente astuto. Solo che io ne ricordavo 5 o 6 invece ora sono una ventina. È tipo High school musical in cui all’inizio ballano e cantano solo Troy e Gabriella e poi si unisce tutta la scuola, solo che qui mi sa tanto che mezza scuola muore
  • Tormy fa una battuta a Gendry tipo “Se non ci sono donne ci arrangiamo con quello che c’è” e Gendrini fa la faccia spaventata MA È SOLO UNA COPERTURA LO SAPPIAMO CHE IL TUO FILM PREFERITO È BARBIE RAPERONZOLO GENDRINI
  • Jon e Il Sasso Tornaindietro cominciano questo siparietto di onestà e lealtà e la spada del padre e io non sono degno e a me viene quasi da mangiare a morsi la tavola della cucina PER LA NOIA PER PIACERE RISPARMIATECI QUESTA COSA VI VOGLIAMO VEDERE COMBATTERE E MORIRE (ma non Jon)
  • Se anche voi vivete male le scene di Arya e Sansa come un capello nel brodo, allora siete i benvenuti. Arya dice a Sansa che ha letto la lettera e che lei non è mai cambiata, ma che è sempre la Solitascema™. Sansa dice che non è vero, ma Arya sta come una pazza e soprattutto sono fuori al balcone e fuori al balcone di Winterfell si consumano sempre i più grandi drammi
  • Jon e quello con la benda sull’occhio parlano e Jon per far vedere che è espressivo fissa vari punti oltre la sua spalla. A un certo punto arrivano alla montagna-profiterole che Il Mastino ha visto nel fuoco
  • Nella stanza degli spifferi, Dany fa una battuta infelice a Tyrion sulle persone basse, prendendo ancora una volta come esempio Jon Snow. Io devo ancora capire cos’ha la gente contro i bassotti. I bassotti sono comodi perché li porti sotto il braccio come una baguette e c’entrano benissimo nello zaino assieme al mac. Bassotti <3
  • Ritorniamo sul Monte Rosa e gli esploratori incontrano un orso del demonio che li attacca e uno sta fuggendo dall’orso del demonio e viene azzannato da un altro orso che arrivava da un’altra parte! Orsi del demonio! A un certo punto alcuni dei guerrieri fanno diventare le spade di fuoco e io mi ero proprio dimenticato di questa cosa. A un certo punto incontrano uno dei re della notte e un gruppo di zombie-coccinella e li attaccano e Jon ammazza il re della notte e con lui muoiono le coccinelle (che volevano solo vendere i loro biscotti) e ne rimane MIRACOLOSAMENTE in vita solo uno. E loro lo acchiappano e lo legano perché, ricordo, il piano veramente brillante di questi giovani e stupidi uomini e di prendere uno di questi zombie e di portarlo in giro per le fiere di campagna come babe maialino coraggioso
  • Lo zombie catturato si mette a strillare come me quando apro il frigo e mi accorgo che è finita la mortadella e gli zombie amici sentono da lontano e accorrono. Jon ordina a Gendry di andare a dare l’allarme e Tormy gli chiede di lasciare il martellone: lasciami il martellone - cosa - lasciami il tuo martellone - c’è un sottotesto omoerotico? - … - … - non mi fare arrossire. Il tempo di girarsi e dalla montagna-profiterole scende un miliardo di zombie della notte. Questo miliardo di zombie corre verso di loro e allora i nostri eroi vanno su un lago ghiacciato e Il Mastino grida a Jon Ti sembra il caso di riprendere ora con gli allenamenti di pattinaggio e Jon gli risponde Per prima cosa vi sto salvando la vita e poi non criticare il pattinaggio, è il mio modo di esprimere quello che ho dentro. Riescono a raggiungere uno scoglio in mezzo al lago e il ghiaccio si rompe e molti zombie finiscono congelati e allora si fermano. Jon guarda in basso per dirci che è una situazione difficile
  • Sansa accetta un invito a King’s landing e manda Briangela. Non ho più parole, Sansi darling. Anzi, no: SEI LA SOLITASCEMA e vai avanti e indietro tutto il giorno senza fare niente
  • Il Mastino fa l’idiota e lancia delle pietre agli zombie del ghiaccio e una pietra va sul lago magico ghiacciato e gli zombie si accorgono che ora è praticabile e pure che gli sceneggiatori sono un po’ stanchi e allora corrono verso di loro per ammazzarli mentre i cinque re della notte li guardano. Io non ho mai capito una cosa della psicologia di questi re della notte. Loro vogliono il mondo per loro e tutti zombie, ma a un certo punto non si scocciano? Quando hanno trasformato tutti gli uomini in zombie poi non si scocciano? Questa è una cosa che mi chiedo sempre
  • Cinquanta miliardi di zombie vanno verso lo scoglio della Sirenetta (la Sirenetta è Jon perché lui è bello unico e prezioso) ed essendo cinquanta miliardi che piovono da tutte le parti Jon fa la faccia un po’ delusa e sconfitta, soprattutto perché sono fastidiosi come quando sta smettendo di piovere e ti cade quella goccia proprio nel collo della camicia. Comunque Jon si prepara alla morte GRAZIE ALLA SUA IDEA MERAVIGLIOSA quando all’improvviso sente un alito di fuoco di morte sopra le sue spalle ed è Dany che è arrivata a salvarli con un cappottino dall’inconfondibile linea desigual
  • Dany brucia tutti gli zombie della morte che non capiscono niente in quanto STUPIDI e intanto i re della notte li guardano da lontano. Che cosa volete fare, re della notte? Non siate peperini
  • Dany offre la mano a Jon perché giustamente è andata lì a salvarli, ma Jon deve uccidere altri zombie perché deve fare l’ometto e gli altri gli dicono Jon sbrighete e Jon un po’ vuole fare il guappo e un po’ si rifiuta di salire sul drago con Dany che ha quel capospalla orrendo. Nel frattempo i re della notte lanciano SENZA RINCORSA PER UNA DISTANZA DI OTTOCENTOMILA METRI una lancia del ghiaccio maledetto e colpiscono uno dei draghi!
  • Dany si gira e dice: Ah, ok
  • Il drago mentre sta per morire sussurra: Tutta colpa del tuo cappotto di merda, mami
  • Il re della notte guarda Jon Snow come per dire Una volta eri solo mio e sta per lanciare un’altra lancia del ghiaccio fatato e Jon grida CRETINA VATTENE e Dany fa Ah ok. Mentre volano, Il Sasso tornaindietro sta quasi per cadere EVVIVA MUORI FINALMENTE, ma invece non muore :(
  • I draghi se ne vanno e riescono a evitare la lancia bianchina ghiaccina e Jon cade nell’acqua trascinato dagli zombie. NO JON CHE PIGLI LA BRONCHITE
  • Jon riesce a risalire a galla tutto bagnatino (amore) e gli zombie stanno quasi per prenderlo, ma all’improvviso arriva Benjen Stark sul cavallo con la palla infuocata perché Benjen Stark quando sente uno Stark in difficoltà arriva subito come i cani quando apri una busta di patatine. Benjie mette Jon sul cavallo e dice Mo te ne devi andare, mo mo anche perché si è un po’ rotto le scatole di vivere la sua vita tra i ghiacci eterni, ma soprattutto si è stancato di Stark idioti in difficoltà
  • Sansa trova le facce di Arya e comincia ad avere paura: Chi è questa pazza dei mezzi pubblici che ho preso in casa? Arya dice cose senza senso e Sansa è talmente annoiata dalla sorella che a un certo punto le dice: Piuttosto pugnalami a morte
  • Jon riesce ad arrivare al muro e da Dany. Lo mettono in un lettino e lui è tutto malatino e a PETTO NUDO tutto sofferente e Dany siede accanto a lui. DANIELA TU NON MERITI DI FARGLI DA INFERMIERA QUEL POSTO SPETTA A ME PERCHÈ TU NON C’ERI QUANDO È MORTO, QUANDO È RISORTO, QUANDO LO PRENDEVANO IN GIRO, QUANDO FACEVA LO SCEMOLINO CON SAMMI, QUANDO CATELYN LO TRATTAVA MALISSIMO. Tu non c’eri e quindi mo te ne devi andare. Io ho capito gli sceneggiatori che vogliono creare la passione, ma tu Daniela sembri un puntaspilli e Jon ha la carica emotiva di un bollitore dell’acqua, però a me non importa e voglio un posticino su quelle pellicce e gli voglio dare il termometro e gli antibiotici 
  • Nel frattempo, nel magico mondo delle nevi - Gli zombie trascinano con delle catene CHE NON SI SA DOVE HANNO PRESO il drago e lo pescano dalle acque e il re delle notti lo trasforma in cattivone e il drago gli dice in un orecchio: andiamo a prendere quella cafona arricchita 

anonymous asked:

Mellerio is selling a Monte Rosa tiara based on the Mellerio tiaras owned by the Spanish and Italian royal families!

Yes, Mellerio’s Monte Rosa collection is based on Queen Margharita of Italy’s Diamond Wreath Tiara. I don’t know what Spanish tiara they are talking about because the Queen of Spain at the time would have been Isabella II and I don’t know of any of her tiaras that have survived.  This is the tiara from the collection but it also has many more pieces like rings, earrings, and necklaces.

Using a famous piece of jewelry that they made in the past or a famous client as inspiration for new pieces is actually a very common strategy for a jewellery house to use.

Garrard’s Entanglement collection is inspired by Queen Mary’s Lovers Knot Tiara which they made in 1914 and is now worn by the Duchess of Cambridge.   Like the Mellerio’s Monte Rosa collection above there are lots of other types of jewellery in the collection, the tiara is just there to get customers in the door so they buy the more wearable and affordable jewellery.

Chaumet’s Josephine collection is inspired by Empress Josephine of France. The predecessor of Chaumet’s predecessor was Nitot, the court jeweller to Napoleon, so it’s a bit of a stretch to call Empress Josephine one of their clients but they do it anyway.  This is one of the tiaras (that’s right one of) from the Josephine collection.

These are just a few examples but like I said this is a very, very common marketing strategy.  By showing off how long the house has been in business and their famous, often royal clients, they are raising the prestige of the brand which in a luxury market like jewellery means you can charge more for your products and people will happily pay it.

La signora della scala mobile

Comunque ieri è successa una cosa importantissima.

Siamo arrivati alla stazione della metro di destinazione, abbiamo girato l'angolo per prendere le scale e c'era una figura. Una figura femminile impegnata in un'impresa ardimentosa: salire le scale mobili in senso contrario. Praticamente questa signora, affaticatissima, saliva le scale mobili che inesorabilmente scendevano. Perché? Una volta arrivata a metà o accortasi dello sbaglio non poteva lasciarsi cadere? No. La signora doveva provare, ce la doveva fare. E allora saliva e a un certo punto l'ho vista cadere ed è rimasto solo il braccio sul corrimano che la portava in basso. Ma no, la signora, tenace come un alpino bergamasco doveva andare su, in cima. La scala mobile come il Monte Rosa. Quasi alla fine della sua impresa, ha comunicato agli spettatori presenti: Non ce la faccio più. Ma no, forza, signora della scala mobile! Tu ce la devi fare! Sei il simbolo dell'Italia che si riprende. 

E ce l'ha fatta. Dopo 17 minuti di scalata, la signora della scala mobile è arrivata in cima. Noi l'abbiamo seguita per vedere la sua faccia, la faccia di un'eroina contemporanea. Ma lei è fuggita. Perché la signora della scala mobile non cercava la gloria, ma voleva solo regalarci questo sogno in una serata umidina di Dicembre.

5

Cochrane - villa O'higgins- El Chalten

Tra laghi azzurrissimi..e attraversamenti in barca sono tornata in Argentina..
Passando per una delle strade più difficili..un piccolo sentiero di montagna, con fiumi da passare..fango..tronchi da saltare..!
Per fortuna tre amici mi hanno aiutato:)

Arrivata al El Chalten..ho finalmente incontrato il Fitz Roy! Dicono che una delle cose più belle è vedere il monte di granito diventare rosa all alba.
Ho chiesto permesso alla montagna. Con vestiti e cibo per la notte sono salita sino alla “laguna de los tres”. Da lì inizia il sentiero per i pochi che chiedono scalarlo.
Senza tenda protetta dalle rocce cie ho passato la notte. In compagnia delle stelle..un uccellino e del Fitz Roy..la mattina dopo essersi scaldato con i primi raggi di sole è andato a dormire anche lui..coprendosi con le nuvole e regalando un po’ di neve per chi era lì a guardarlo!

Oggi sono molto contento perché ieri abbiamo passato una serata molto carina e mi hanno imprestato due giochetti dei pokemon e ho trovato picachu per puro caso e sono riuscito a catturarlo e tra poco usciamo per andare a mangiare la pizza fritta. Per fortuna la vita e il mondo di fuori mi aiuteranno a placare il mio entusiasmo e a riportarmi al mio naturale stato psicologico di straccio fatto di spugna per i piatti che viene lasciato fuori al sole per un mese e che assume la rigidità granitica del monte rosa e che presenta, nei suoi angoli e nei chiaroscuri caravaggeschi, una consapevolezza di quanto la vita possa essere deludente.

Yeee