mont-rosa

La signora della scala mobile

Comunque ieri è successa una cosa importantissima.

Siamo arrivati alla stazione della metro di destinazione, abbiamo girato l'angolo per prendere le scale e c'era una figura. Una figura femminile impegnata in un'impresa ardimentosa: salire le scale mobili in senso contrario. Praticamente questa signora, affaticatissima, saliva le scale mobili che inesorabilmente scendevano. Perché? Una volta arrivata a metà o accortasi dello sbaglio non poteva lasciarsi cadere? No. La signora doveva provare, ce la doveva fare. E allora saliva e a un certo punto l'ho vista cadere ed è rimasto solo il braccio sul corrimano che la portava in basso. Ma no, la signora, tenace come un alpino bergamasco doveva andare su, in cima. La scala mobile come il Monte Rosa. Quasi alla fine della sua impresa, ha comunicato agli spettatori presenti: Non ce la faccio più. Ma no, forza, signora della scala mobile! Tu ce la devi fare! Sei il simbolo dell'Italia che si riprende. 

E ce l'ha fatta. Dopo 17 minuti di scalata, la signora della scala mobile è arrivata in cima. Noi l'abbiamo seguita per vedere la sua faccia, la faccia di un'eroina contemporanea. Ma lei è fuggita. Perché la signora della scala mobile non cercava la gloria, ma voleva solo regalarci questo sogno in una serata umidina di Dicembre.

A nagy alpesi wc album

Monte Rosa hütte 


Korzsenyevszkaja-csúcs, Pamír

Sonnblick

Refuge de Tête Rousse - Mont Blanc

Chata pod Rysmi - Rysy

Triglav

Chamanna Georgy, 3175 Meter, Pontresina, Graubünden

Oggi sono molto contento perché ieri abbiamo passato una serata molto carina e mi hanno imprestato due giochetti dei pokemon e ho trovato picachu per puro caso e sono riuscito a catturarlo e tra poco usciamo per andare a mangiare la pizza fritta. Per fortuna la vita e il mondo di fuori mi aiuteranno a placare il mio entusiasmo e a riportarmi al mio naturale stato psicologico di straccio fatto di spugna per i piatti che viene lasciato fuori al sole per un mese e che assume la rigidità granitica del monte rosa e che presenta, nei suoi angoli e nei chiaroscuri caravaggeschi, una consapevolezza di quanto la vita possa essere deludente.

Yeee