momento serio

Quando leggi libri come quelli di Khaled Hosseini che raccontano un mondo completamente diverso, più duro, più crudo, più crudele e terribile, ti rendi conto di quali sono i veri problemi. Alcune volte dimentichiamo quanto siamo fortunati, davvero, io sono la prima che si lamenta di cose che diventano così futili al confronto. Pensare che a qualche chilometro di distanza c'è un mondo totalmente diverso, un mondo fatto di sofferenza e dolore, dove vivere è una lotta costante ti fa riflettere molto sulla nostra società. La nostra vita: il poter respirare, il poter dire la propria, poter parlare liberamente, poter mangiare ogni giorno, poter indossare quello che si vuole, fare ciò che si vuole, ascoltare musica, guardare film, studiare, leggere,danzare, insomma vivere liberamente ha un valore unico e immenso, un valore che noi spesso dimentichiamo. Siamo molto fortunati e non ce ne rendiamo conto, spesso disprezziamo tutto questo, non lo facciamo con malizia, ne siamo inconsapevoli, ma forse ogni tanto dovremmo fermarci a pensare quanto siamo fortunati, dimenticando per qualche momento il resto. Perché vivere è un dono meraviglioso e non dobbiamo dimenticarlo.

Y quieres saber más de él, su manera sarcástica de contestar, la sonrisa tonta que a veces pone, su despeinado cabello combinado con su ronca voz al despertar, las cosas que odia y las que ama, su filosofía de la vida, si prefiere la lluvia o el sol, lo que hace cuando está enamorado, esos chistes malos que cuenta en los momentos más serios. Quieres saber todo de él, pero a la vez no, porque sabes que es tan perfecto, tanto, que caerás y te enamorarás como una idiota, y eso es justo lo que tratas de evitar.

(Texto de una enamorada)

Ayer

Ayer te extrañe, abrí tu chat y recordé porque dejaste de hablarme. Ayer ví mensajes hermosos de nosotros, donde había risas, momentos serios, sarcasmo y ¿amor?…  

Ayer te extrañe como loco, maldije al tiempo por no poder volver, ayer fui a la cama y no podía dormir, recordando, cuando nos conocimos, cuando me dijiste “te quiero más que ayer” y te sonreí y cerré la ventana del chat con una gran sonrisa.  

Ayer te maldije y a mi tambien por no saber reconstruirnos.  

Ayer soñe contigo, donde recibí tu mensaje donde todo era como antes. Hoy desperté y me di cuenta que no había nada y nunca lo habría, ni nosotros, ni los mensajes, ni el baile, ni el “te quiero mas que ayer” y nada


-El joven

No quiero llegar al triste momento en el que tu y yo nos decimos adiós. Decimos que nos volveremos haber pero sabemos los dos que eso es mentira, que eso no va a suceder.Que un día te veré caminando y me veras como una desconocida y pasaras a lado de mi, como si nada; en serio no quiero llegar a ese momento
—  Satella (en serio no quiero)
Suelo ser la persona que no habla y nunca participa. Que si le hacen daño, no dice nada porque sabe que no va a durar todo el día. Suelo ser la que sí se ríe es por haber leído algo gracioso o la que llora porque mataron a su personaje favorito o pasó algo malo en su libro favorito. La que se sienta al final de la clase y a veces no presta atención, la que mira a todos con desprecio. La que sí mencionan su nombre para participar se pone nerviosa y quiere salir corriendo. Suelo ser la persona que mira a los lados y no encuentra amigos, la que camina a casa con los audífonos puestos y tarareando su canción favorita, la que no saca buenas notas. La que es aburrida y tímida a primera vista pero con un apocalipsis zombie por dentro. Suelo ser la "fría" y directa cuando piden su opinión, la que se ríe en momentos serios, la que no se viste ni camina bien, la que no tiene el mejor cabello ni figura. Suelo ser la que sueña despierta y se estrella con la pared que tiene escrito "realidad". En fin, suelo ser la persona que no es primera opción de nadie.

La persona que me quiera sabrá que no soy de las que usan anillos en mi dedo anular, ni aretes en ninguna parte del cuerpo, sabrá que me gustan las flores pero no las personas que las arrancan, sabrá que prefiero a los animales que a los niños, sabrá que no me gusta comer en restaurantes ni en lugares publicos pero podría hacer el ridiculo en el metro si eso te hace feliz, sabrá que soy mas cursi con los animales que con las personas, debe saber que lo mío es cantar en cada momento del día, reírme en algún momento serio, y callar cuando estoy triste, llorar cuando se apagan algunas vidas de películas tanto como reales. Esa persona debe saber que soy de las que se quedan hasta el final de los créditos en el cine, de las que no usan bolsos de ningún tipo, que soy de las que prefieren botas a tacones, soy de las que se arregla para ir a comprar libros porque piensa que encontrará el amor en alguna librería, y soy de las prefiere pantalón a vestido cuando se trata de fiestas. Sabrá que soy más de dar abrazos que de recibirlos, que me gusta la ropa oscura y los ojos grandes; Tiene que saber que me gusta que me besen la mano y la frente, debe saber que me gusta tomarle fotos al cielo y hacer voces extrañas, me gusta sonreír en todo momento, excepto cuando es una foto, siempre prefiero estar sola pero me gusta que me acompañen en la soledad, tiene que entender que soy la persona menos indicada si de romanticismo se trata pero en el fondo soy muy amorosa, puede que parezca distraída cuando esta hablando conmigo pero siempre voy a escuchar y estar atenta a lo que quiere decirme. Quiero que esa persona sepa que soy la que va a arruinar su vida, pero es un desastre que vale la pena que ocurra.

signal boost: venezuela

hey perdon a todos por este post medio fuera de lo usual pero aqui tengo mas followers que en cualquier otra red social por lo que crei que seria una buena idea para llamar la atencion de la comunidad internacional a lo que esta pasando en este momento en venezuela. 

en serio le agradeceria mucho a cualquier persona que se tope con este post de prestarle atencion a mi pais, porque hoy 19 de abril del 2017 es un dia que marcara la diferencia entre si venezuela sera un pais libre o una dictadura. 

no estoy publicando un resumen de los hechos aqui y ni siquiera intente hacer este post en ingles para llegar a mas audiencia internacional simplemente porque mi mente no da para tanto en este momento. me siento abrumada con lo que esta sucediendo. sin embargo, pueden ver algunas cosas que estoy compartiendo en mi twitter personal. me incomoda mucho compartirlo en este blog porque tiene informacion personal mia y me gustaria permanecer de forma mas anonima aqui, por lo que cuando todo esto pare probablemente eliminare esta publicacion.

estoy al tanto de que venezuela esta en un punto en que ninguna intervencion internacional cambiara algo, pero creo que informarse de esto es importante, asi que POR FAVOR si tienes por lo menos un segundo libre para leer sobre la situacion actual de mi pais, hazlo. por favor.

mille fa mi trovavo a uno di quei campi scuola in montagna che dalle mie parti le parrocchie organizzano per i ragazzi (immagino esistano un po’ ovunque), e tra una cosa e l’altra era arrivato il momento dell’incontro ‘serio’, sostanzialmente l'unica parte prettamente religiosa di quei giorni, messa esclusa. sintetizzando, dovevano farci vedere un video su cui poi discutere. il prete aveva preso il computer portatile -un vecchio rottame alto, da chiuso, sei o sette centimetri- e lo aveva collegato a un proiettore, che a sua volta sparava il suo bel fascio di luce sul muro di fronte a noi. solo che qualcosa era andato storto, e invece del video sul muro era apparsa una schermata blu con la scritta nessun segnale al centro. mentre il don cercava di collegare meglio il tutto io ho guardato lui, i ragazzi e gli animatori che mi circondavano, poi ho fissato lo schermo e ricordo di aver pensato ecco, questa è probabilmente la metafora migliore in cui mi capiterà mai di imbattermi in tutta la mia vita.

Ayer te extrañe, abri tu chat y recorde porque deje de hablarte. Ayer vi mensajes hermosos de nosotros, donde habia risas, momentos serios, sarcasmo y amor. Ayer te extrañe como loca, maldije al tiempo por no poder volver, ayer fui a la cama y no podia dormir, recordando, cuando bailamos, cuando me gritaste "te quiero mas que ayer" y te sonrei y cerre la puerta con una gran sonrisa. Ayer te maldije y a mi tambien por no saber reconstruirnos. Ayer soñe contigo, donde recibi tu mensaje donde todo era como antes. Hoy desperte y me di cuenta que no habia nada y nunca podria ser como antes, ni nosotros, ni los mensajes, ni el baile, ni el "te quiero mas que ayer" y nada.
¿Que tan serio eres?

Suma para obtener un puntaje sobre 30 (sumas tu signo solar, lunar y ascendente)

Menos de 15: Eres un chiste; Entre 15 y 25: sabes cuando es el momento de ser serio y cuando de hacer bromas; mayor a 25: Tienes la personalidad de una piedra (muy serio).

Aries: 6/30

Tauro: 7/30

Géminis: 1/30

Cáncer: 5/30

Leo: 7/30

Virgo: 9/30

Libra: 5/30

Escorpio: 8/30

Sagitario: -2/30

Capricornio: 9/30

Acuario: 6/30

Piscis: 4/30

Dovremmo solo accettare il fatto che il passato, bello o brutto che sia, non tornerà più.
Ogni giorno è un momento buono per ricominciare a vivere sul serio.
La vita è troppo breve per passarla soffrendo.
—  Veronica D.

[ARTICOLO] La mostra ‘Love your BTS’ dimostra che è giunto il momento di prendere sul serio le fanart sul K-pop.

“C’è spazio per l’universo delle fan art all’interno delle sacre camere dell’Arte con la A maiuscola? A pensarla così sembra essere Amino, una piattaforma sociale mobile.

L’idea di fan art è uno degli aspetti centrali del concetto di fandom, all’interno del quale un determinato interesse diventa il luogo d’incontro per tutti i canali e per tutte le abilità artistiche. Questi lavori si possono spesso notare in articoli di tendenza tra cui si ritrovano locandine di film realizzate dai fan, fusioni tra Pokemon e il debole dei Foo Fighters per le fan art ‘bizzarre’. Ma i BTS, superstar del kpop, si sono ritrovati ad avere una base di supporto veramente appassionata chiamata ARMY, i quali hanno messo in guardia Amino sulle opportunità dal punto di vista artistico dei lavori realizzati da questi artisti fan.

Ora che il K-pop sta diventando sempre più rilevante agli occhi della critica – con recensioni su Spin, sul The New York Times e addirittura su Hyperallergic di artisti come i BTS, IU e i Day6 – c’è la possibilità che le fan art sul K-pop percorranno la stessa strada una volta concessa loro la propria esibizione.

Amino ha tenuto una mostra di fan art sui BTS venerdì 13 e sabato 14 ottobre a New York, in quella che era in passato conosciuta come ‘Galleria Lisa Cooley’, dove sono stati presentati circa 174 lavori artistici selezionati sui social media attraverso l’hashtag #Love_Your_BTS, un gioco di parole sul titolo dell’ultimo album dei 7 membri, ‘Love Yourself: Her’.

L'evento ha preso parte all’iniziativa di Amino di avvicinare alla piattaforma un milione di fan dei BTS (anche chiamati ARMY individualmente). Amino è paragonabile a una versione per cellulare di Reddit ma di aspetto più immediato, che consente agli utenti di fondare le proprie comunità – un terreno assai fertile per chi vuole partecipare al fandom. Fondata nel 2011, la startup è il frutto dell’ingegno di Ben Anderson e Yin Wang, suoi co-fondatori, che sono stati ispirati dagli eventi cui partecipano i fandom nella vita reale, come per esempio i Comic Con, che permettono a persone aventi gli stessi gusti di incontrarsi. Sull’applicazione, le comunità con più successo hanno come soggetti i Pokemon, le motociclette e, ovviamente, i BTS.

Alla data di giovedì 19 ottobre, ARMY’s Amino ha circa 640000 membri, mentre ci quasi 3000 comunità incentrate sui BTS – incluse quelle incentrate su argomenti più di nicchia come i meme, le ship e il gioco di ruolo – disponibili sull’applicazione in sei diverse lingue.

Questa proliferazione di attività da parte del fandom ha avuto un grande impatto su Amino. “Abbiamo tenuto una riunione la scorsa estate durante la quale abbiamo proprio stampato molte fanart da distribuire in giro e le abbiamo incorniciate. E io non ho potuto far altro che rimanere a bocca aperta vedendo quanto incredibile fosse tutto ciò fosse”, dice Tyler Penner, rappresentante marketing di Amino, durante una telefonata con Billboard. “Ci dicevamo ‘vogliamo fornire una piattaforma adeguata a questo materiale meraviglioso ed essere sicuri che abbia uno spazio che sia rispettato tanto quanto le altre forme d’arte’”.

Quindi la compagnia ha deciso di curare una galleria dedicata alle fan art realizzate dagli ARMY. Il progetto è stato coordinato da Angie Cho, strategista senior di marketing presso Amino, il cui lavoro ha incluso la preparazione del fiore ‘smeraldo’, riguardo al quale ha twittato il membro dei BTS Jin (e che si ritrova in larga misura nelle teorie dei fan riguardanti Love Yourself: Her) e l’organizzazione di un banchetto di Buon Compleanno, dove i fan avevano la possibilità di scrivere delle lettere a Jimin, lead vocalist e main dancer  (il cui compleanno era il 13 ottobre, venerdì dell’esibizione).

Sebbene l’attenzione posta sulle fan art fosse già di per sé insolita, l’evento si è allontanato ancora di più dalle prassi solitamente seguite per una mostra in una galleria. ‘Love your BTS’ non è stata così incentrata sul passivo apprezzamento per l’arte quanto si è rivelata invece un’esperienza completa per i fan. Feste di ballo sono partite all’improvviso attorno a un proiettore, la youtuber Jessica Gullash (conosciuta come The Jess Lyfe), popolare per i suoi video sul K-pop, ha realizzato dei vlog con gli ospiti e l’enorme quantità di fan ha precluso ogni possibilità di mantenere il proprio spazio personale.

Ma l’attenzione è decisamente rimasta focalizzata sui lavori artistici, che sono stati creati sfruttando tecniche diverse. Pennell ammette che il team di Amino ha impiegato ‘un punto di vista da curatore’ per assicurarsi della presenza di una diversità di contenuti tra le fan art degli ARMY.

La mostra ha attinto dalla molteplicità di fan art che pervadono le piattaforme online dei social media. “Ho visto veramente molte prospettive artistiche del contenuto offerto dai BTS – per esempio studi di anatomia tratti dalle coreografie, fumetti basati sulle ultime battute fatte durante i programmi, e addirittura illustrazioni in stile rinascimentale basate sui concept dei comeback, come quello di ‘Blood Sweat and Tears’”, dice Alison Thng, artista di fan art (@kkumrii su Twitter), il cui lavoro è stato esibito all’evento ‘Love Your BTS’. “Ci vengono continuamente mostrati aspetti fino a quel momento sconosciuti delle loro personalità e troviamo incessantemente ispirazioni visive su photobook e video musicali, poi li adattiamo per creare una fan art e li inseriamo nell’universo alternativo caratteristico di ogni comeback.”

Thng stessa ha uno stile unico che riflette il suo interesse nelle serie di anime come Haikyuu!! e Boku no Hero Academia, come si può notare tramite le sue proposte artistiche condivise su Twitter nell’ambito di ‘Love Your BTS’. Tramite il suo lavoro ha abilmente adattato i lineamenti del viso di V e di Jungkook a uno stile anime esagerato – e ha mescolato con perizia colori caldi per rappresentare al meglio la sfumatura rossastra presente nel video musicale di ‘Not Today’ dei BTS.

Tuttavia, la tipologia più diffusa di fan art è il ritratto realistico, stando a quanto dice Gullasch, che attribuisce la popolarità di questa forma d’arte al desiderio dei fan di “immortalare l’idol così com’è”. Catarina Abrantes (il cui account Twitter è @funsizedcat), un’altra fan e artista presente alla mostra, afferma che il realismo è popolare universalmente. “Non riguarda solo le fan art”, dice, “semplicemente a chiunque piace vedere dei disegni che rispecchiano la realtà.” Questa sete di realismo è parte di ciò che rende un evento nella vita reale così speciale per i fan, in particolare per gli artisti.

Per la maggior parte, Abrantes affronta i lineamenti del viso dei membri dei BTS da una prospettiva realistica, incastrandoli in ambienti più fantasiosi. Il suo ritratto in bianco e nero di Jimin è ispirato alla fotografia che sovrappone due immagini insieme. “Ho scelto un suo profilo dove sembra piuttosto calmo perché penso sia abbastanza riservato quando non è sul palco,” dice. “Ma quando è sul palco, ordina a tutti di guardarlo. Perciò c'è il riflettore.”

La sua arte digitale si è trasformata quando Amino l'ha resa stampe incorniciate dietro il plexiglas. Come un nuovo oggetto fisico, il riflesso delle luci della galleria contro il vetro ha aggiunto una dimensione tattile che ha enfatizzato il concetto del riflettore – che è uno dei modi in cui l'aspetto reale dello spazio cambia le fan art native digitali.

“Per noi artisti digitali, quando vediamo la nostra arte stampata è un sentimento completamente diverso,” dice Abrantes. “Perché la vediamo solamente sullo schermo. Perciò quando la vediamo su carta nelle nostre mani, è fantastico… Non so perché, ma lo schermo è come – ci fa sentire più [come se fossimo] separati da essa.”

Il fan artist Xiao Zeng (ovvero @fabxiao su Twitter), le cui fan art ad acquerelli sono state esposte alla galleria, dice che i social media favoriscono una sottospecie di sovraccarico sensoriale che scoraggia gli osservatori dall'apprezzare veramente l'arte online. “Alle volte mi spavento un po’ ad entrare su Twitter perché accadono un sacco di cose, mi sento sopraffatto,” dice. “Perciò alle volte, quando le persone scorrono attraverso i loro account [Instagram], tornano indietro così velocemente che non si fermano mai per indugiare e guardare al pezzo digitale.”

Thng dice che una galleria nella vita reale potrebbe aiutare a combattere l'idea che le fan art non sono “arte vera.” “Questa è una discussione che continua ancora al giorno d'oggi,” dice. “Le comunità di fan la stanno cambiando con esibizioni di fan art come ‘Love Your BTS’ e sono veramente grata, in quanto aiuta a rinforzare l'idea che i contenuti artistici possono essere di tutte le forme e ispirati da tutto.”

Il mondo dell'arte deride le forme artistiche guidate dai fan per alcune ragioni. Le fan art, per definizione, si riferiscono a qualcosa. Gli estranei potrebbero sentirsi fuori luogo perché non comprenderebbero delle allusioni altamente specifiche, come la rappresentazione impressionista di Zeng del video musicale di “DNA”. Ad un livello critico, le fan art potrebbero non essere viste come ricche di interpretazioni. La funzione primaria dell'arte è quella di esprimere amore per un determinato interesse, che non è molto visto come una qualità artistica dignitosa.

Abrantes dice che gli spettatori sottovalutano il soggetto nelle fan art perché è solo visto come derivativo. “Le persone online alle volte pensano 'Oh, fai fan art, è perché non hai immaginazione, perché non hai personaggi originali e cose del genere,” dice. “Le fan art per la maggior parte sono state una grande cosa solo su internet, ma, allo stesso tempo, siamo davvero separati da tutti.” L'iper-segmentazione delle comunità su internet vuol dire che le fan art dedicate ai BTS sono un fenomeno indipendente, dove l'interesse per l’arte è largamente dipendente dall'interesse per la band stessa.

Sicuramente la caratteristica principale che sembra differenziare le fan art K-pop dall'arte considerata vera e propria in questo momento è l'assenza delle persone giuste che le considerino seriamente. In un esame del New York Times di 20 anni fa su chi decide cosa conta come arte, il critico ormai deceduto Thomas McEvilley disse al giornale, “Sembra ormai abbastanza chiaro che, più o meno, qualsiasi cosa può essere designata come arte. La domanda è, E’ stata definita arte dal cosiddetto 'sistema artistico’? Nel nostro secolo, quello è tutto ciò che la rende arte.”

Tuttavia, l'iper-segmentazione di internet ha, in qualche modo, decentralizzato il potere da lungo mantenuto dall'élite del mondo dell'arte. Proprio l'esibizione “Love Your BTS” ha accolto più di 2,500 fan durante il corso di due giorni. Il solo numero complessivo degli ARMY – i BTS sono gli artisti coreani più seguiti su Twitter, con più di 9 milioni di follower – potrebbe provarsi utile nel legittimare le fan art del gruppo. “Il fandom [dei BTS] in questo momento – scommetto che è il più grande fandom K-pop di sempre,” dice Zeng.

“I contenuti dei fan avvicinano le persone e i creatori sono capaci non solo di esprimere come vedono le persone che ammirano, ma anche di incorporare elementi artistici per aggiungere più magia ed emozioni all'infinita profondità che l'arte procura all'interno di una tela,” Thng rafforza. “Se il tuo pezzo è selezionato o incluso in un'esibizione, ti rende estremamente umile e ti fa realizzare che le fan art possono essere portate un passo avanti quando le comunità si uniscono per renderlo possibile.”

E i fan artist intervistati da Billboard vedono tutti lo spazio della galleria nella vita reale come portatore di un fattore capace di legittimare le fan art. “Penso che le elevi sicuramente ad un altro livello,” dice Zeng. “Perché se si pensa alle gallerie, si pensa subito al MoMa o al Met, quei musei esclusivi con grandi artisti, no? Ma le mostre si sono evolute negli anni, perciò sono certa che una galleria di fan art sia accettabile. [Se] c'è una cultura, c'è una comunità che apprezza quelle arti.””

Traduzione a cura di Bangtan Italian Channel Subs (©cam, ©clara) | ©billboard

Soy esa chica que se ríe de todo, incluso en los momentos serios, esa chica que en casa sé ríe incluso sin tener motivos, reír Hasta que el estomago duela. Con amigos, en la calle, con la familia.. Siempre esta esa sonrisa falsa, una sonrisa leve, que convence a todos pero no dice nada. Solo me queda reír, reír De Mi misma para soportar las críticas, reírme con los demás para no amargarles el día, reírme de la vida.. Una risa vacía, una sonrisa fingida.
—  @fallen_angel_abril