misteri

Era affascinante, intrigante, in lui percepivo un pericolo attraente, assomigliava all'oceano, uno splendore fin dove filtra la luce ma il fondale un mistero celato dalle tenebre.
—  Lucrezia Beha
Ambedue non avevano alcun ritegno. Provavano una gioia indicibile a lacerare tutti i veli, a palesare tutti i segreti, a violare tutti i misteri, a possedersi fin nel profondo, a penetrarsi, a mescolarsi, a comporre un essere solo.
—  Gabriele D'Annunzio, “Il piacere”