mi vitae

Vivere con l'opprimente sensazione di essere nel posto sbagliato, di sprecare i miei giorni destinati a non assistere a nessun cambiamento.
—  Antonio Dilkele
Nella vita mi hanno insegnato tante cose,
ma ad amarti ho imparato da solo,
e credimi, la cosa che so fare meglio è quella di amarti,
amarti infinitamente.
—  Labellezzadellepiccolecose - (via labellezzadellepiccolecose.)
Non ho un particolare talento per nulla, ma se c'è una dote che possiedo in abbondanza, è l'intuito. Oserei dire che soltanto questo mi ha tenuto in vita finora. Tu lo sai, caro Tengo, qual è la più grossa differenza tra talento e intuito?
– Non saprei.
– È che per quanto uno possa essere dotato di talento, non è affatto sicuro che avrà da mangiare a sufficienza, mentre uno che possiede intuito non avrà mai problemi a pagarsi il pranzo.
– Cercherò di ricordarmene, – disse Tengo.
—  Haruki Murakami, 1Q84 Libro 1 e 2 Aprile-Settembre - 6. Tengo - Andremo molto lontano?

anonymous asked:

Seguo con molto interesse il suo blog. Si ritiene lei una persona religiosa/credente? Grazie, buona domenica.

Grazie dell'apprezzamento, Anon.
Direi che la mia, più che una religiosità o una credenza, è un percorso che si appoggia a delle credenze in evoluzione continua e a una spiritualità che sento emergere come emozione verso la vita.
Mi affascina il suo mistero e mi affascinano le persone. 
Da qui parte il mio interesse che non può avere nessun appoggio se non la certezza che tutto deve avere un fine in armonia con l’esistente.
Questa è l’unica religiosità che mi sento di avere.

Sai, la fregatura di chi è forte è che, quando ha bisogno di aiuto, non sa neanche come chiederlo.
—  la mia psicologa
Non ho smesso di pensarti, vorrei tanto dirtelo. Vorrei scriverti che mi piacerebbe tornare, che mi manchi e che ti penso. Ma non ti cerco. Non ti scrivo neppure ciao. Non so come stai. E mi manca saperlo.
Hai progetti? Hai sorriso oggi? Cos’hai sognato? Esci? Dove vai? Hai dei sogni? Hai mangiato? Mi piacerebbe riuscire a cercarti. Ma non ne ho la forza. E neanche tu ne hai. Ed allora restiamo ad aspettarci invano. E pensiamoci. E ricordami. E ricordati che ti penso, che non lo sai ma ti vivo ogni giorno, che scrivo di te. E ricordati che cercare e pensare son due cose diverse. Ed io ti penso ma non ti cerco.
—  Charles Bukowski

-Però una cosa importante l'ho imparata.

-Cosa?

-Saper disinnescare.

-Cioè?

-Non trasformare ogni discussione in una lotta di supremazia. Non credo che sia debole chi è disposto a cedere. Anzi, è pure saggio. Le uniche coppie che vedo durare sono quelle dove uno dei due, non importa chi, riesce a fare un passo indietro. E invece sta un passo avanti.

Mi piaci quando mi ignori ma poi mi cerchi là fuori perché per quanto orgogliosi
noi due viviamo in simbiosi.
—  cit. pioggia-di-parole ☂ Michele Giorgi
La psicologia afferma che per star bene non bisogna aspettarsi niente. Tutto quello che ci capita deve essere una sorpresa. Se una persona ci manda il “buongiorno" il giorno seguente non dobbiamo aspettarlo di nuovo. Non possiamo abituarci alle cose, tanto meno alle persone. Se si considerano gli avvenimenti come delle sorprese e mai come delle aspettative, si è più felici.
Le parole, cazzo, le parole. Alcune persone dovrebbero capirlo che hanno un peso. Vaffanculo.
—  ragazzadicarta
Lei sorrideva, rideva forte, eppure si sarebbe buttata volentieri nel vuoto.
—  sonecka @wordsofablackshadow