medioevo

Siamo un popolo inquieto e pigro: non istudiamo l'antico e combattiamo il nuovo; sogghigniamo della singolarità e compiangiamo la imitazione; siamo scettici e insieme pieni di pregiudizii, dileggiatori della filosofia e scolastici, di criterio naturalmente sodo e di fantasia naturalmente volubile.
—  C. Boito, “Architettura del Medio Evo in Italia.”, Introduzione, Milano, 1880, p. XXIII