mc2gallery

Roberto Kusterle: Antologica

Pietrasanta, Palazzo Panichi, Roberto Kusterle

La mostra “Roberto Kusterle: Antologica” rende omaggio alla produzione fotografica dell’ultimo decennio di uno degli artisti tra i più conosciuti e ri-conosciuti in Italia.

Goriziano, classe 1948, Roberto Kusterle è stato vincitore del “Premio Spilimbergo” 2012 e di altri riconoscimenti a carattere nazionale ed internazionale ed ha all’attivo anche mostre, fra le altre, in Slovenia, Bruxelles e New York.

Partendo dalla serie “Anakronos”, che lo ha reso celebre per i mondi onirici che creava come veri e propri set, con personaggi e sculture senza ritocco digitale, si arriva alle ultime opere in cui unisce lo scatto analogico alla post produzione digitale, fondendo due o più scatti. Sono in esposizione anche opere della serie “Segni di Pietra” con cui ha vinto il prestigioso “Premio Spilimbergo” nel 2012, ospitate anche presso il Museo Poldi Pezzoli di Milano nella collettiva dedicata alle “Wunderkammer”. La mostra ricrea, attraverso un percorso nelle diverse stanze del Palazzo, un piccolo viaggio nei mondi onirici di Kusterle, mantenendo inalterata la sua poetica e visionarietà: un amore per l’Uomo e la Natura, in un’auspicabile fusione tra queste due entità che, alla fine, si appartengono inevitabilmente.

Prima dell’inaugurazione, sabato 26 aprile 2014, alle ore 17.30, Roberto Kusterle presenterà, presso il salone “Annunziata” del Chiostro di Sant’Agostino, il suo ultimo libro fotografico “Abissi e basse maree”. La mostra è un’iniziativa dell’Assessorato alla Cultura, del “Gruppo Fotografico Iperfocale” di Pietrasanta e della “mc2gallery” di Milano, con il patrocinio della Federazione Italiana Associazioni Fotografiche.