marche

NON HO PAROLE. Leggete e condividete tutti, per favore.

Ho un amico che abita a Penne. Penne, per chi non lo sapesse, è una cittadina in provincia di Pescara, in Abruzzo.
Immaginatevi questi giorni, in cui l'Abruzzo e tutto il centro Italia (io sono delle Marche perciò so di cosa sto parlando, credetemi) è piegato in ginocchio da calamità naturali che si susseguono, si scontrano, si incontrano, come fossero piaghe mandate dal cielo.
Ieri mi sono messa in contatto con lui, volevo sapere come stesse. Mi ha detto che la situazione è critica, la sua contrada è isolata da ben due giorni, gli spazzaneve non passano, nonostante continui a nevicare e ci sia più di un metro e mezzo di neve. La luce non c'è da 3 giorni. E ieri è tornato a bussare anche il terremoto, come un fantasma che alita dietro la porta. Era arrabbiato nero, non aveva neanche più le parole.
Allora anche da qui ti accorgi che l'Italia non funziona proprio. Era da giorni, settimane, che si preannunciava neve, e non un nevischio come si vede a Roma (non me ne vogliate amici romani) ma voi che ne sapete. Quando in queste zone é prevista neve, a 400/500/600 e via dicendo metri sul livello del mare, neanche per sbaglio l'acqua rimane acqua. E non è che nevica per finta, bensì ci sono giorni in cui non smette proprio. Magari ci esce una pioggerella che la scioglie, vai a dormire, la mattina dopo ti svegli e te ne ritrovi più di prima.
Nel 2012, nel paesello in cui abito, erano caduti circa 2 metri di neve. Un casino. Nel 2005 una roba simile.
Perciò so di cosa sto parlando, e proprio perché so, voglio denunciare.
Siamo nel 2017 e mi sembra incredibile che ci siano comuni e frazioni isolati DA GIORNI. Lo stato dov'è? I politici dove sono?
Ah.. stanno a Roma, tutti belli incravattati al calduccio, guardano dalla finestra che dicono “che bella!” vedendo forfora di piccione che cade dal cielo, e non si curano che, quella che lì sembra forfora, in Abruzzo, nelle Marche e via dicendo, si chiama bufera di neve. Pensate ai terremotati nelle tende, nei camper, con -10º. Ma come si fa.
In campagna elettorale tutti bravi: “Non vi lasceremo soli!” e infatti no, li lasciamo morire così, tutti insieme.
VERGOGNA.