Nella mia vita, c’è un uomo. Non un uomo come tanti, un uomo con la U maiuscola. Lo conobbi nel mese di Agosto. Era bello, lo è tuttora. Capelli castani, occhi sul castano scuro, sicuro di sé stesso. Un bel ragazzo, tutto sommato. Un giorno gli chiesi quale lavoro svolgesse e lui mi rispose:”Sono un militare!” Rispose proprio così, un militare. Dentro di me pensai che non potevo avere al mio fianco un uomo che facesse il militare, perché mi conosco, perché so a cosa sarei andata incontro e a cosa mi aspettava. Lo sapevo e lo so tuttora, ma non me ne pentii ad Agosto, figuriamoci se me ne pento ora.  Mi fece cambiare idea. Sapete quella sensazione di quando volete a tutti i costi una persona ma non siete sicuri delle vostre scelte ma che nonostante tutto avete il coraggio di prenderla con voi? Bene, accadde proprio ciò, proprio ciò che mi sarei aspettata da un uomo come lui. Insomma, per quanto possa essere dura la vita, una gioia me l’ha data. Ora, sono cinque mesi che stiamo insieme. Ci amiamo. Lui è all’Aquila, io a Roma. La distanza c’è, ma quando due persone si amano, chi le molla più. Per questo vi mando questo messaggio: 

Lottate e non smettete MAI di crederci, perché l’amore vero esiste ed io ne ho la conferma.


@leggimi-nel-cuore

Non togliete la fonte.

Roba mia.


Non so quante persone “reblogano” questo messaggio, quante “leggeranno” o quante metteranno il “cuoricino”. Non mi interessa. So solamente che ciò l’ho scritto con il cuore e per me conta ciò,

Come quando la mia pelle fredda
va a contatto con la tua pelle calda.
Tu rabbrividisci
ma non mi sposti,
mi riscaldi.

Quante volte ti hanno usato
e poi rimesso sul mercato?
Sei il libro più letto
ma meno sottolineato,
il disco più bello
ma meno ascoltato.
Ed io ti sceglierei
anche se tutto impolverato
abbandonato a uno scaffale
in un angolo isolato,
perché se é vero che la bellezza
non sta sulla copertina,
tu indossi vestiti sporchi
ma hai l'anima pulita.
—  cit. pioggia-di-parole
La psicologia afferma che per star bene non bisogna aspettarsi niente. Tutto quello che ci capita deve essere una sorpresa. Se una persona ci manda il “buongiorno" il giorno seguente non dobbiamo aspettarlo di nuovo. Non possiamo abituarci alle cose, tanto meno alle persone. Se si considerano gli avvenimenti come delle sorprese e mai come delle aspettative, si è più felici.
Ti porterei a visitare una galleria d'arte
ma ho paura che tutti guarderebbero te,
che negli occhi
hai girasoli di Van Gogh
e sulle labbra
i papaveri di Monet.
—  cit. pioggia-di-parole ☂Michele Giorgi