maglia rosso

anonymous asked:

Ti prego mi racconti un anneddoto divertente con il tuo ragazzo?:(

L’anno scorso, la mia classe fece incazzare la professoressa di educazione fisica. Vorrei non stereotipare lo studente del liceo classico, ma se su 16 persone 12 non sanno giocare neanche a biglie, penso sia normale che ci chiamino “infermi”.
Allora la professoressa, forse per farsi quattro risate, o non so cosa, ci iscrive al torneo di pallamano. Noi, il 2A classico, capitammo in un girone infernale:
5B Scientifico,
4C Scientifico,
3A Scientifico, la classe del mio ragazzo, che l’anno prima aveva addirittura vinto il regionale.
Insomma, arriva il giorno della partita, e negli spogliatoi Lorenzo mi consolava tutta “dai amore, dai che sarai bravissima, suu. Non fare così, ti sostengo io!” Le ultime parole famose.
A metà partita circa, dopo che avevo fatto punto, e stavamo perdendo 12 a 1, decidono di mettermi in porta.. Ricordo Lorenzo correre, correre, passare la palla, gliela ripassano e.. Bam.
MI PRESE COMPLETAMENTE IN FACCIA. INIZIÒ A SANGUINARMI IL NASO, LUI CORSE TUTTO PREOCCUPATO AHAHAHAH
“Amore oddio oddio scusa stai bene?!” GLI SPORCAI TUTTA LA MAGLIA BIANCA, SPORCAI IL PAVIMENTO, I MATERASSINI AHAHAHAAHAHA. CONTINUAVO A TOCCARMI IL NASO E SPORCAVO LE MANI, E PER LO SCHIFO TOCCAVO PER TERRA E QUINDI PER TERRA C’ERANO LE IMPRONTE DELLE MIE MANI INSANGUINATE.
LO GUARDAI INCAZZATA NERA E LUI CHE MI ABBRACCIAVA, SEMBRAVA UN FILM SPLATTER AVEVO IMBRATTATO TUTTO DI SANGUE.
Nel frattempo una mia compagna di classe è svenuta perché terrorizzata dal sangue CHE ERA OVUNQUE.
Tornammo a casa mano nella mano, lui con la maglia tappezzata di rosso, io con due pezzi di carta nel naso. Sempre insieme, però c: