ma ti

C’è un tizio in biblioteca che non riesco a capire davvero per quale ragione perché non è certo un bellone e si veste pure in modo improponibile ma mi dà l’idea di uno che limona bene e ogni volta che i nostri sguardi si incrociano penso che è davvero ingiusto che non sia socialmente accettabile andare da lui e dirgli senti, per favore, baciami e basta.

anonymous asked:

scusa la domanda stupida, ma ti prego di rispondermi sono disperata! da due anni cerco di seminare girasoli nel mio giardino che mi piacciono tanto ma puntualmente non mi nascono, perché? e pure prendo sempre i semini più belli sui campi che ho intorno, aiutami ti prego!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!

mmmm… non capisco l’anonimato, ma vista la disperazione….

Allora le cause possono essere molteplici, prima su tutte l’epoca di semina, da me in centro Italia la semina del girasole si fa da fine marzo a fine aprile, cercando di trovare le condizioni più o meno ottimali (umidità del terreno temperature superiori ai 12 gradi di notte e tante altre variabili che non ti sto a  elencare). Poi, come semi ti consiglio di comprarli e non di prenderli dalle calatidi presenti nei campi, perché oramai quasi tutte le varietà di girasole che vengono seminate (industrialmente) sono ibride. Ultima cosa, il terriccio quello per i vasi per intenderci non è proprio indicatissimo, meglio un terreno più grasso (che trattenga l’acqua) e che sia ricco di elementi nutritivi, spero di esserti stato di aiuto, buona semina!

Hai un lato “Stronzo” che, se devo essere sincera, è difficile da controllare.
Ma è questo il bello no? Poter trovare qualcuno che ti tiene testa, che è difficile da controllare.
E sai perché? Le persone controllabili sono quelle più monotone, più noiose.
Tu, invece, sei là persona più interessante su questo pianeta. Diventi “Stronzo”, ma poi ti addolcisci in un attimo. Ed è questo che mi piace più di te: la tua dolcezza assurda che compensa il tuo lato “furbo”.
—  Mia
Non ho smesso di pensarti,
vorrei tanto dirtelo.
Vorrei scriverti che mi piacerebbe tornare,
che mi manchi
e che ti penso.
Ma non ti cerco.
Non ti scrivo neppure ciao.
Non so come stai.
E mi manca saperlo.
Hai progetti?
Hai sorriso oggi?
Cos’hai sognato?
Esci?
Dove vai?
Hai dei sogni?
Hai mangiato?
Mi piacerebbe riuscire a cercarti.
Ma non ne ho la forza.
E neanche tu ne hai.
Ed allora restiamo ad aspettarci invano.
E pensiamoci.
E ricordami.
E ricordati che ti penso,
che non lo sai ma ti vivo ogni giorno,
che scrivo di te.
E ricordati che cercare e pensare son due cose diverse.
Ed io ti penso
ma non ti cerco.
—  Charles Bukowski

dddaisyxx  asked:

Da un paio di mesi a questa parte sono incastonata in grandi problemi con me stessa. Settimane in cui non tocco cibo per poi riprendere a mangiare e sentirmi in colpa. Per quattro giorni non ho toccato cibo ma oggi si e poco fa ho vomitato tutto. Ho paura, mi sembra che sia una voce nella mia testa a comandare tutto

Ho passato anch'io un periodo del genere.
Capisco perfettamente come ti senti, ma considera che il tuo organismo ha bisogno di una quantità energetica giornaliera, e se non la assumi finisci per danneggiarlo anche gravemente a lungo andare. Con il digiuno il metabolismo rallenta, non dimagrisci, o meglio, lo fai, ma è un dimagrimento piuttosto fittizio.
Ora non ti sto qui a far la predica, perché tanto non mi ascolterai comunque, lo so bene, ci sono passata. Sono cose che devi realizzare da sola, ma ti chiedo di non scegliere la strada più facile: scegli quella giusta.
Impara ad apprezzare la tua persona, impara ad amare ciò che sei. Quei particolari che detesti non se ne andranno, rimarranno sempre cuciti a te, alla tua pelle, oppure si evolveranno e assumeranno altre forme: ma tu devi saperli apprezzare, perché ci convivrai, e devi amarli in qualche modo, per il tuo bene.

mi hai sempre detto che se mai avessi conosciuto qualcuno di più giovane di te, se mai mi fossi interessata a conoscere in modo più “intimo” qualcuno di più giovane di te, a te sarebbe andato bene.
perché mi ami, mi hai detto, ma sai che questa nostra storia non potrà darmi tutto quello di cui ho bisogno. 
poi però ti parlo di questa ragazza, che forse sì, forse no, qualcosa mi fa capire che potrei interessarle, che abita relativamente dietro l’angolo, e tu non sei d’accordo. e non è che me lo dici, no, ma ormai ti conosco e so interpretare i tuoi comportamenti.
ti amo anche io. ma non è detto che i grandi amori durino per sempre, così mi ha detto C. ieri sera, e io ho pianto tanto, non ti immagini nemmeno quanto ho pianto.
io ti amo, ma che futuro abbiamo?
ho paura che non ne uscirò mai, da questa storia.

Le tue paure, le tue ansie sono dovute al fatto che tu esisti ma non vivi. Sei castrato nei sentimenti. Sei bloccato. Ti ricordi quella frase di Oscar Wilde? Diceva che vivere è la cosa più rara al mondo. La maggior parte della gente esiste, e nulla più.
—  Fabio Volo
Ma sai cosa mi da più fastidio?
Che lei per averti non ha fatto nulla, e io che ho sempre lottato per te con le unghie e con i denti, non ho ottenuto niente.
—  la ragazza incompresa
Innamorati di chi merita il tuo amore
Innamorati di chi ogni giorno ti dimostra quanto tiene a te
Innamorati di chi riesce a farti stare bene anche con un semplice gesto o parola
Innamorati di chi ti sceglie per come sei e non cerca di cambiarti
Innamorati di chi accetta quello che sei senza giudicarti
Innamorati di chi resta nonostante tutto
Innamorati di chi ti fa sentire in paradiso
Innamorati di chi si innamora di te, perchè riceverai l'amore desiderato
Innamorati di chi ti riconosce fra il mondo intero
Innamorati di chi ti sta vicino anche quando ha tutto contro
Innamorati di chi prende il tuo dolore e se lo coccola tra le braccia
Innamorati di chi già ti ama in silenzio ma non lo dice per paura di essere ferito
Innamorati di chi ti fa sentire al sicuro e senza paura
Innamorati di quell'amore che ti strugge felicemente il cuore
Innamorati di quella passione che ti fa tremare il corpo
Innamorati e lasciati amare
Ama forte e lasciati andare
Abbandona l'infelicità e fatti trasportare
Ma soprattutto, innamorati di chi è disposto ad amarti incondizionatamente nonostante il rischio di distruggersi.
—  moriresilenziosamente
Sei la persona con cui vorrei avere le mie prime volte in tutto. Nessun'altro, solo te.
Il mio bacio, la prima volta a fare l'amore, il primo viaggio insieme, il primo vero amore… Tutto.
E credo che questo sia abbastanza per farti capire quanto ti voglio, quanto sono disposta a dare per stare con te, quanto voglio amarti e dimostrarti tutto restando me stessa, senza filtri e senza censure.
—  la ragazza incompresa

È notte fonda.
Tutte le parole che non ti ho scritto si susseguono nella mia mente, una dopo l'altra, non mi lasciano mai in pace.

Se chiudo gli occhi vedo i tuoi, troppo luminosi in questo buio pesto. Ho paura di riaprirli, ‘ché l'incubo vero è non saperli più.

Non ti cerco più, l'ho giurato.
Non ti scrivo più.
Ho visto una foglia cadere all'uscita dal bar dove ti ho incontrato l'ultima volta. Presumo fosse un avvertimento, doveva finire. Eravamo troppo diversi, nelle piccole cose, nelle mie ossessioni.
A te piaceva il rock, io mi accontentavo di quello che mi cantavi tu.

Non ti cerco più ed è notte fonda, domani ho tante cose da fare e tu non ne fai parte.
Lascio il cuore sul comodino e vado a letto.
A nuovi giorni, senza te.

—  About a moonlight