lui di

Ti amo da sempre.
Fonte mia - @ucanbemydestiny - Francesca Sinatra ; FS.

Se un giorno non avrai voglia di parlare con nessuno,
chiamami:
staremo in silenzio.
Lui è una di quelle persone che quando manca le senti, come se tutto diventasse all'improvviso un po’ più spento.
—  ibattitidelcuore
Dopo di te ho cercato qualcuno che ti assomigliasse,ho cercato qualcuno con i tuoi occhi,qualcuno che avesse la tua risata,
Ho cercato qualcuno che mi facesse sentire amata come te..
Ma purtroppo dopo te ho cercato sempre solo te.
—  Say
Tu non sei l'eccezione, tu sei la regola.
E la regola dice che se un uomo non ti chiama, è perché non vuole chiamarti.
Se ti tratta come se non gliene fregasse un cazzo, è perché non gliene frega un cazzo.
Se ti tradisce, è perché non gli piaci abbastanza.
Non esistono uomini spaventati, confusi, disillusi, non esistono uomini tragicamente segnati dalle passate esperienze, bisognosi d'aiuto, bisognosi di tempo, gli uomini si dividono in due categorie soltanto: quelli che ti vogliono e quelli che non ti vogliono, tutto il resto è una scusa.
E Tu, tu, donna, di mestiere fai l'avvocato, la commessa, la cameriera, l'insegnante, la casalinga, la commercialista, la modella, la ragioniera, l'attrice, la studentessa, non la crocerossina, quindi aspetta che sia lui a chiederti di uscire, perché va bene la parità dei sessi, le quote rosa, e l'eguaglianza dei diritti, ma i tempi non sono poi così cambiati.
Gli uomini restano pur sempre dei cavernicoli sia pure incravattati e come tali adorano il sapore della conquista.
Tieniti lontana dagli uomini sposati, non lasceranno la moglie per te, meno che mai lasceranno i figli per te.
E non credere alla storia dell'amica della sorella di tua cugina, appena convolata a nozze con quello divorziato, tu non sei l'eccezione, tu sei la regola.
Al bando quelli che ti costringono ad aspettare ore accanto ad un telefono che non suona, non hanno perso il tuo numero, non hanno investito un cane, non hanno appena scoperto di avere un tumore alla prostata.
Probabilmente sono al telefono con un'altra. Oppure sono gay. Fanculo quelli che non declinano i verbi al futuro, non sono analfabeti, semplicemente non vogliono impegnarsi perché non gli piaci abbastanza. Li riconosci facilmente, girano con un cartello appeso al collo e la scritta: “Ci stiamo frequentando”.
Quando la senti, scappa, non consumare le tue belle scarpe nuove (e neppure quelle vecchie) per correre dietro un uomo che non ti vuole. Usale, piuttosto, per prenderlo a calci in culo.
Impara l'arte dell'essere donna.
Impara l'arte di ottenere dagli uomini quello che desideri, non sbattendo i piedini, ma facendogli credere che siano stati loro a decidere.
Impara a scegliere, invece che essere scelta
—  La verità è che non gli piaci abbastanza.
La parte migliore di me è stata sempre tua.
Meglio tenersi tutto dentro. Non serve a un cazzo spiegarsi e poi non essere capiti.
—  ibattitidelcuore
Non l'ho dimenticato.
Nonostante sia passato un sacco di tempo. Sono cambiata, sono sicura che anche lui è cambiato.
Ma una cosa è rimasta la stessa: l'effetto che mi fanno i suoi occhi. Quello non cambia, mai.
Anche se fingiamo di non conoscerci, fingiamo che non sia mai successo niente, ci guardiamo di sfuggita, come fanno due estranei, e nemmeno ci salutiamo.
Ma quando ci guardiamo cambia tutto, mi crolla il mondo, anche se magari in quel momento ho in testa un altra persona.
I suoi occhi, in ogni caso, mi abbattono sempre, completamente.
E mi ci vuole qualche minuto per tornare allo stato iniziale.
Solo un ricordo.
Il migliore, il più bello, quello che continua a fare male.
No, non l'ho dimenticato e qualche sera ripenso a lui.
E mi innamoro ogni volta e ogni volta mi tortura un po’.
E non l'ho dimenticato, sul serio.
Non potrei mai.
—  Anonimo
Nel rapporto con gli altri, chiediti sempre “se vale la pena”.
Se vale la pena aspettarli, comprenderli, capire i loro silenzi.
Giustificare i loro comportamenti, i loro allontanamenti.
Chiediti fino a che punto sei disposto ad accettare tutto ciò.
E non c’entra il bene che vuoi loro.
È che tutto ha limite.
Eri tu.
Eri tu che mi facevi stare bene.
Anche quando litigavamo per poi fare pace.
Anche quando non ci cercavamo per un giorno intero per poi ridere all'arrivo di un tuo messaggio.
Eri tu.
Sei sempre stato tu.
—  ibattitidelcuore