lo sanno

Ci sono persone che sono legate da un elastico e non lo sanno. Ad un certo punto prendono e partono, ognuna per la sua strada, ognuna per fatti suoi, e l'elastico le lascia fare, le asseconda, al punto che di quell'elastico alla fine quasi ci si dimentica. Poi però, arriva il momento estremo, quello al limite dello strappo, e l'elastico reagisce, non si spezza, anzi, piuttosto, con un colpo solo, violentissimo, le fa ritrovare di nuovo faccia a faccia.
—  S. Sparaco

Perché fiorire si può e si deve, anche in mezzo al deserto, perché se le cose fragili come un fiore di ginestra lo sanno fare, anche noi siamo chiamati a fare altrettanto

Giacomo Leopardi

La gente ci scherza su, perché non mi capiscono, non sanno come sono realmente. Mi comporto come se le cattiverie non mi importassero ma dentro sto impazzendo, le mie insicurezze potrebbero mangiarmi vivo.
—  Eminem
Ci sono persone che sono legate da un elastico e non lo sanno.
Ad un certo punto prendono e partono, ognuna per la sua strada, ognuna per fatti suoi, e l'elastico le lascia fare, le asseconda, al punto che di quell'elastico alla fine quasi ci si dimentica.
Poi però, arriva il momento estremo, quello al limite dello strappo, e l'elastico reagisce, non si spezza, anzi, piuttosto, con un colpo solo, violentissimo, le fa ritrovare di nuovo faccia a faccia.
Quando passi ti guardano tutti
sono attratti dai tuoi occhi,
dai tuoi sguardi
dai tuoi modi un po’ fugaci di dire no mentre pensi si
di non credere a nessuno perché credi solo a te,
sei bella all'inverosimile e ogni tanto pensi che non è vero e la cosa ti distrugge
ma ci pensi forte e ti domandi perché nessuno sia mai riuscito veramente a rimanere accanto a te
a conoscerti per quello che sei e non per quello che sembri alla gente
a non fermarsi ai tuoi occhi grandi
ad arrivare ai ricordi che ti tieni negli sguardi,
alle paure, alle torture delle notti insonni.
Quando passi ti guardano tutti
e quando provano a parlarti pensano che sei ancora meglio di quello che sembri
perché sei un tipo interessante
perché sei un tipo intelligente
non ti fai dire come ti devi comportare
hai delle idee che sono poco chiare
senza dubbio insolite ma veramente valide
e l'emotività esce fuori dai tuoi occhi
e tutti lo sanno quando scoppi
e tutti se ne sorprendono e ti vedono così speciale,
così fuori dal comune
e vorrebbero sapere di più
ma allora perché poi non restano mai?
Te lo chiedi sempre e non ti sai rispondere,
la gente certe cose non riesce a sostenerle
e chi non ha il fuoco dentro ha paura di bruciarsi con quello degli altri
e tu bruci di così tante cose che certe volte hai paura di scottarti
e allora vuoi sapere perché se ne vanno?
Non è perché non sei bella
non è perché non sei speciale
è perché lo sei troppo
e allora fai spavento.
—  Marzia Sicignano

Gli uomini non lo sanno.
Non lo sanno non perché siano stupidi, o perché siano insensibili.
Non lo sanno perché non glielo raccontiamo mai, portate come siamo a starcene in silenzio.
Non parliamo mai al nostro fidanzato di come lo sguardo di uno sconosciuto possa metterci a disagio, perché è uno di quelli che ti restano addosso tutto il giorno.
Non diciamo mai a nostro padre che quella volta che ha alzato la voce con la mamma ci siamo spaventate.
Non raccontiamo a nostro fratello che quella sera, a camminare da sole, abbiamo avuto paura.
Perché per noi è normale, è da sempre così, perché per noi è abitudine fare una passeggiata e sentire i fischi di un gruppo di ragazzi.
Perché siamo abituate ad accelerare il passo quando siamo da sole in una strada buia, perché sappiamo già che se faremo carriera tutti penseranno che non è merito nostro, ma perché ci siamo inginocchiate davanti a qualcuno.
Perché siamo consapevoli del fatto che è normale per gli altri mettere in dubbio la nostra forza, il nostro coraggio, la nostra capacità.
E non raccontiamo a nessun uomo di come sia stato imbarazzante sentirci addosso delle mani che non volevamo, di come abbiamo pianto quando ci hanno preso in giro, quando hanno ignorato i nostri sentimenti, o peggio, li hanno derisi.
Ascoltatele, le donne.
Non nascondetevi dietro la scusa che siamo troppo complicate per voi, siamo solo incomprese, e spesso sole.
Perché solo quando un'altra donna ci asciuga le lacrime e dice “ti capisco” sappiamo che può capirci, non quando un uomo, a un nostro racconto triste, dice “dimentica, non darci peso”.

Non ignorate le nostre difficoltà nel farvi capire come stiamo quando ci voltate le spalle inconsapevolmente.

Ascoltatele, le donne.

Non minimizzate, e non approvatele quando sono portate per abitudine a farlo.

Guardate.
Sentite.

Non fate finta di niente.

(web)

Che sei bella lo sanno tutti. Ma tutti non sanno che quando ti baciano tra l'orecchio e il collo fai una smorfia di piacere, che di notte anche quando non c'è nessuno parli piano come a non voler disturbare, che ti addormenti di colpo e respiri piano, che tieni gli occhi chiusi quando baci e le mani sul mento di chi baci. Non sanno che vuoi sentirti protetta, che sei sensibile, che quando fai l'amore chiedi “ti piace?” come quando si scelgono i gusti del gelato al posto di un amico. Non sanno che provi i brividi se ti baciano sulla schiena, che quando te ne vai poi fai venire voglia di vederti ancora.
Guarda quei due, che stupidi.
Si amano. E’ scritto nei loro occhi con le lettere maiuscole. Loro lo sanno, ma non fanno nulla per tenersi. Sono lì, chiusi in quello stupido orgoglio e a stento si guardano.
Ma sai perchè non si guardano? Perchè hanno paura. Hanno paura di guardarsi negli occhi e crollare nelle proprie certezze. Si evitano ma vorrebbero baciarsi. Ma non lo sanno che è tutto inutile, perchè sono legati da un filo invisibile e per quanto possano fuggire, si ritroveranno sempre.