lo donna

Nessun accessorio sarà mai capace di far sentire bella una donna quanto lo sguardo di chi la desidera
So che la cosa che dirò oggi susciterà sicuramente qualche insulto, ma sono arrivata alla conclusione, ragazze, che è inutile che controlliate il suo cellulare, il suo Facebook, che guardiate i like che mette alle tipe su Instagam, che vi arrabbiate se esce con gli amici e che gli stiate con il fiato sul collo: se vi vuole tradire vi tradisce, e allora vi conviene riuscire ad essere quell'unica donna che lo fa stare bene. Perché in ogni caso può succedere che vi tradirà, anche se siete la ragazza perfetta, ma almeno vi evitate l'ansia di vivere  con la paura, dovendo sempre controllare ciò che fa. Anche io ero una di quelle “Cosa fai? Dove sei?” fin quando ho visto un mio amico tradire la sua ragazza, lei gli stava costantemente con il fiato sul collo e credo proprio che sia stato questo tra le altre cose che lo ha portato a tradirla, così ho pensato “Vedi, è inutile tampinare di messaggi, allora è molto meglio farlo stare bene e pensare solo a quello, che tanto se ti vuole mettere le corna lo farà lo stesso, sia che tu faccia la 007, sia che tu non lo faccia” e così ho smesso di chiedere password, ho smesso di dirgli “non uscire con gli amici” e ho cercato di essere la donna migliore che potevo, così se un giorno mi avesse tradita… Ci avrebbe perso lui.

Io non ti dimenticherò mai." 
Lo so. Come si fa a dimenticare la prima volta in cui ha battuto forte il cuore?
Come li dimentichi i baci che non ti ho dato?
Lo so. So che come hai voluto me, con l'ingenuità di un ragazzino, non potrai volere mai nessun'altra.

Sei più uomo adesso, 
ti ho già spezzato il cuore,
non ci credi più.

Non puoi nemmeno volere me come hai voluto me.
Lo so. Lo vedo nei tuoi occhi quando ti passo accanto.
Sento tutti i miei silenzi, 
i miei "ti avrei voluto dire.”
Lo so, perché i tuoi amici quando mi guardano sorridono ancora,
per avvertirti che ci sono, che ti guardo, che un po’ m'importa ancora.
Tu andrai avanti con la tua vita e non mi dimenticherai.

“Io ti amerò per sempre.”
“Non è vero ”
 ti risposi spaventata.
Mi conoscevo troppo, sapevo che sarei scappata.
Però amami adesso” pregai spaventata più di prima al solo pensiero di non averti più.
Ma io lo so che quella ragazzina sveglia tu la ami ancora.
Lo so.

Sono più donna adesso,
mi hai spezzato il cuore,
non ci credo più.

Noi,
sempre noi,
diversi noi
ma ancora noi.

In quanti altri modi devo amarti per trovarne uno che funzioni?
In quanti altri anni devo cercarti?
E quanto ancora devo scriverti prima di ritornare?

«Magari lei non era affatto la donna della tua vita.»
«Si che lo era.»
«Perché?»
«Perché era matta, era tutta sbagliata. Era vera, se capisce quello che voglio dire. Era una strada piena di curve assurde, che correva in aperta campagna, senza preoccuparsi mai di tornare. Senza nemmeno sapere bene dove stava andando. Era una di quelle strade su cui ci si ammazza.»
—  Blow

Lui vuole mostrarmi con orgoglio, cosa ha escogitato per godere della bocca di mia moglie, senza rinunciare al piacere della vista e di ciò che da li a poco si sarebbe preso !
Catene e specchio dinanzi al letto.
Mi lascia la poltrona e mi sussurra .. “accomodati Ricky. .e goditi lo spettacolo di una donna felice di dare piacere al suo toro!”

Ogni donna merita un uomo che si protenda ad averla, farla sua, impazzendo di possesso e poi la guardi vivere libera. Perché solo da selvaggia lei torna in un abbraccio.
Ogni uomo merita una donna che lo nutra, circondi e contenga e poi lo guardi andare dove deve, quando deve. Perché lui deve. A lui piace tornare, perciò deve andare.
Auguro a questi due esseri puri di incontrarsi, riconoscersi e amarsi, avendo voglia e mai bisogno, l'uno dell'altra. Questo ho imparato.
—  L'indorata pillola

Where is my mind?
“Sono un uomo.

Quando avevo 15 anni e mi trovai la ragazza, mio padre mi comprò dei preservativi.
Durante l'adolescenza nessuno mi ha mai crIticato quando uscivo con diverse ragazze.

Attualmente continua così.

Nessuno mi giudica quando voglio farmi una ragazza e prendo l'iniziativa.

Nessuno mi vigila i vestiti, dicendo che devo fare attenzione a come mi vesto. Nessuno mi ripete che devo fare attenzione perchè “le donne pensano solo al sesso”.
Nessuno pensa che le mie ex stessero con me solo per scopare.

Non sono mai stato giudicato perchè avevo dei preservativi nello zaino o nel portafoglio e non li ho mai nascosti ai miei genitori.

Non mi hanno mai detto che per sposarmi devo essere vergine, essendo un uomo.

Non mi hanno mai ripetuto che “L’uomo deve valorizzarsi” o “Fatti rispetto”. Il mio sesso ottiene il rispetto da sè.

Quando esco per strada nessuno mi chiama “gnoccone”.
Nessuna sconosciuta mi dice “sexy” in tono aggressivo.
Io posso camminare per strada mangiando un gelato tranquillamente, perchè so che non sentirò niente come “Lascia stare il gelato e vieni qui a ciucciarmi”.
Io posso perfino camminare per strada mangiando una banana.

Non ho mai dovuto attraversare una strada per sviare un gruppo di donne al bar, che mi diranno qualcosa al mio passare, lasciandomi pieno di vergogna.

Io non sono mai stato seguito da una donna in macchina mentre tornavo a casa a piedi.

Io posso prendere la metro piena di gente tutti i giorni con la certezza che nessuna donna si sfregerà su di me con pervertite intenzioni.

Non ho mai sentito dire che qualcuno del mio sesso sia stato stuprato da un gruppo di donne.

Posso prendere l’autobus da solo di notte, non ho paura di essere stuprato in qualsiasi momento. Questo rischio non esiste nella testa delle persone del mio sesso.

Quando esco di notte, posso indossare quello che voglio. Se soffrirò qualche tipo di violenza, nessuno mi incolperà dicendo che ero ubriaco o a causa dei miei vestiti.
Se, un giorno, io fossi stuprato, nessunò andrà dicendo che la colpa è mia, che ero in un posto inadeguato, che ero vestito indecentemente. Nessuno giustificherebbe l’atto dello stupratore. Io sarei trattato come VITTIMA.

Quando ho una relazione sessuale con una donna subito, al primo appuntamento, sono praticamente appaludito.
Nessuno mi chiama “troione”, “facile”, “gigolò” per avere del sesso occasionale ogni tanto.

99% dei siti pornografici sono fatti per piacere a me e agli uomini in generale.
Nessuno resta scioccato quando dico che guardo porno.
Nessuno mi giudicherà mai perchè dico che mi piace scopare.
Nessuno mi giudicherà mai se mi vede leggere libri erotici.
Nessuno resterebbe scandalizzato se dicessi che mi masturbo.

Quando ho lo stesso incarico di una donna nell’ambito lavorativo, non prenderò mai meno soldi di lei.
Se fossi promosso ad un livello più alto, nessuno sparlerebbe dicendo che probabilmente sono andato a letto con il mio capo. Le persone riconoscerebbero il mio merito.
Se dovessi viaggiare per lavoro e dovessi lasciare i figli con la madre qualche giorno, nessuno mi darebbe dell’irresponsabile.

Nessuno trova anormale se a 30 anni io non ho ancora avuto dei figli.

La società non vede la mia verginità come un trofeo.

Se io esco con dei determinati vestiti nessuno mi dice “Se le va a cercare”.

Se io fossi in discoteca e una donna mi facesse del sesso orale, non sarei io ad essere sparlato. Nessuno mi chiamerebbe “puttanone” e neanche direbbero “E poi ha anche il coraggio di scrivere frasi d’amore su Facebook”.

Se in qualche modo si diffonde un video dove sto avendo una relazione sessuale con una donna in pubblico, nessuno mi criticherà o insulterà. Non sarei uno schifoso puttaneire, uno stronzo, un disgraziato. Sarei solo un uomo. Compiendo il mio compione da macho.

Nessuno dice che è mancanza d’igene se non mi depilo.

Nessuno mi giudica se sono un padre single.

Non mi proibirebbero mai di occupare un incarico alto nella Chiesa Cattolica perchè sono uomo.

Non sono mai stato obbligato a fare lo pulizie di casa perchè sono un uomo.

Non mi hanno mai costretto ad imparare a cucinare, essendo un uomo.

Nessuno dice che il mio posto è in cucina perchè sono un uomo.
Nessuno dice non posso dire le parolacce, essendo un uomo.
Nessuno dice che non posso bere, essendo uomo.

Nessuno guarda male il mio piatto se ho messo tanto cibo.

Quando dico “No” nessuno pensa che me la stia tirando. No è no.

Non ho bisogno controllarmi i vestiti per evitare che una donna cadda in tentazione.

Le persone del mio sesso non vengono stuprate ogni 12 secondi in Brasile.

NON SVALORIZZIAMO IL DOLORE CHE NON CONOSCIAMO.”

-Testo tradotto (meglio che potevo) da una pagina brasiliana.

—  Testo tradotto (meglio che potevo) da una pagina brasiliana. (principessadeglincubi)
Quando qualcuno è innamorato, o più precisamente quando lo è una donna e per di più è all’inizio e l’innamoramento possiede ancora l’attrattiva della rivelazione, in generale siamo capaci di interessarci a qualsiasi argomento che interessi o di cui ci parli colui che amiamo. Non soltanto di fingerlo per fargli piacere o per conquistarlo o per consolidare la nostra fragile posizione, certo, ma di prestare reale attenzione e lasciarci contagiare davvero da qualunque cosa lui provi e trasmetta, entusiasmo, avversione, simpatia, timore, preoccupazione o perfino ossessione. Per non parlare di seguirlo nelle sue riflessioni improvvisate, che sono quelle che più vincolano e trascinano perché assistiamo alla loro nascita e le spingiamo, e le vediamo distendersi e vacillare e incespicare. All’improvviso ci appassionano cose cui mai avevamo dedicato un solo pensiero, siamo colti da manie insospettate, ci fissiamo su dettagli che passavano inavvertiti e che la nostra percezione avrebbe continuato a omettere fino alla fine dei nostri giorni, centriamo le nostre energie su questioni che non ci riguardano altro che in maniera supplente o per incantesimo o per contaminazione, come se avessimo deciso di vivere su uno schermo o su una scena o all’interno di un romanzo, in un mondo estraneo e fittizio che ci assorbe e ci impegna più di quello nostro reale, che lasciamo temporaneamente in sospeso o in secondo piano, e per inciso riposiamo da quello (niente di tanto allettante come consegnarsi all’altro, anche se soltanto con l’immaginazione, e fare nostri i suoi problemi e immergersi nella sua esistenza, che per il solo fatto di non essere la nostra è più lieve). Forse può essere eccessivo esprimerlo in questo modo, ma noi ci poniamo inizialmente al servizio di chi ci è capitato di amare, o perlomeno a sua disposizione, e la maggior parte di noi lo fa senza malizia, cioè, ignorando che arriverà un giorno, se ci consolidiamo e ci sentiamo saldi, in cui lui ci guarderà deluso e perplesso nel verificare che in realtà ci lascia indifferenti quel che un tempo ci suscitava emozione, che ci annoia quel che ci racconta senza che lui abbia mutato argomenti e senza che questi abbiano perduto interesse. Sarà soltanto che abbiamo smesso di sforzarci nel nostro entusiasta amare inaugurale, non che fingessimo e fossimo false dal primo istante.
— 
Gli Innamoramenti (Javier Marías)
Facevo dei pensieri su di lui che non riuscivo a controllare e lui li leggeva tutti, qualunque cosa provassi, qualunque cosa volessi, lui mi seguiva. In quel momento tutte le cose che avevo saputo di me stessa fino ad allora sparirono, mi comportavo come un'altra donna eppure non ero mai stata così me stessa prima di allora.
—  I ponti di Madison County
Lo so, sono la donna più discontinua del mondo. Tutto cambia dentro di me da un’ora all’altra. Il fatto è che seguo il mio istinto ed il mio cuore. Non mi curo di quel che sembro, mai! Sono così come la vita, le speranze, ipocrisie.
—  Anna Magnani