Spensi la sigaretta e ora mai spenta e gettata  a terra  la incominciai a guardare. Io mi sentivo proprio come quella sigaretta, inutile, gettata per terra e spenta con aggressività. Una lacrima incominciò a rigarmi il volto cercai di raccattarla di contenermi ma non c'è la facevo. Pensai “-è brutto ma adesso mi sento proprio come quella sigaretta e nessuno mi fa sentire come l'unica sigaretta del giorno; quella che fumi piano piano e non getti via con aggressività-”
—  animasenzasperanza

“È come se io stessi leggendo un libro.
È un libro che adoro immensamente, ma che leggo così velocemente che le sue parole sono distanti e lo spazio tra di esse è quasi infinito.
Riesco ancora a sentirti, e le parole della nostra storia.
Ma io adesso mi trovo in questo infinito spazio, tra le parole; è un posto che non appartiene al mondo fisico.
È dove esiste ogni cosa, che non sapevo neanche esistesse.
Ti amo tantissimo, ma è qui che adesso mi trovo e questo è ciò che sono adesso. 
Ho bisogno che tu mi lasci andare.
Non importa quanto io lo desideri, ma non posso più vivere nel tuo libro.”

L'amore è strano, perché ti sembra tutto bello. Tu fai la stessa vita di tutti giorni, con le stesse cose e la stessa noia. Poi ti innamori e quella stessa vita diventa grande e diversa. Allora che importa se l'interrogazione ti va male, se la ruota del motorino si buca, se si mette a piovere e non hai l'ombrello?
—  A. D’Avenia

Sei scolpita nel mio cuore, Clark, fin dal primo giorno in cui sei arrivata con i tuoi abiti ridicoli, le tue terribili battute e la tua totale incapacità di nascondere ogni minima sensazione. Tu hai cambiato la mia vita molto più di quanto questo denaro potrà cambiare la tua. Non pensare a me troppo spesso.Non voglio pensarti in un mare di lacrime.Vivi bene.Semplicemente, vivi.

Con amore, 

Will