libreria online

Entender el Cómic: El arte invisible - Scott McCloud - Disponible en PDF en Inglés

A pesar del creciente número de cómics y novelas gráficas al alcance de los lectores, el número de ensayos sobre el medio es increíblemente escaso. En este libro, sin embargo, Scott McCloud nos muestra que el cómic se merece sobradamente un estudio en profundidad. Entender el cómic: El arte invisible está considerado como la obra definitiva sobre la teoría del cómic como forma artística y medio de comunicación. Explora la definición de “cómic”, el desarrollo histórico del medio, su vocabulario y las diversas formas en las que se han usado esos elementos.

Ringrazio affettuosamente @recogniseillusionfromreality che è stata tanto cara da chiedermi persino il permesso di lasciarmi investire da questo angosciante terzo grado letterario. Non l’avessi mai fatto (scherzo-?-).

1. Come scegli i libri da leggere? Ti fai influenzare dalle recensioni? Mi faccio influenzare dalle cose che leggo, citazioni, riferimenti, voci di corridoio, piccoli inciampi.
2. Dove compri i libri? In libreria o online? Se ho tempo e modo anche in libreria, certo, ma se ho bisogno di qualcosa che so non potrò mai trovare in libreria, perché sì, allora amazon è la risposta.
3. Aspetti di finire la lettura di un libro per acquistarne un altro o ne hai di scorta? Heh. Finire la lettura dici?
4. Di solito quando leggi? Quando ho voglia.
5. Ti fai influenzare dal numero di pagine quando compri un libro? No, tanto arrivo raramente alla fine.
6. Genere preferito? Bah.
7. Hai un autore preferito? Non offendiamo nessuno, please.
8. Quando è iniziata la tua passione per la lettura? Sempre amato giocare coi libri.
9. Presti i libri? Non me li ha mai chiesti nessuno (si azzardino).
10. Riesci a leggere un libro alla volta o riesci a leggere più libri contemporaneamente? Sono un uomo, ¯\_(ツ)_/¯ (e manco quello a volte).

Non l’uomo, cretini. Tsk tsk.
11. I tuoi amici/famigliari leggono? A quale condanna pensate di sottoporli? Se sì, lo giuro, io non c’ero.
12. Quanto ci metti mediamente a leggere un libro? La vita.
13. Quando vedi una persona che legge, ad esempio sui mezzi pubblici, ti metti immediatamente a sbirciare il titolo del suo libro? Certo, perché sono un essere curioso del dimonio.
14. Se tutti i libri del mondo dovessero essere distrutti e potessi salvarne soltanto uno, quale sarebbe? Questa è tipo quella domanda del cazzo, se la casa crollasse salveresti Palladicielo o tua moglie? M’ammazzo io.  
15. Perché ti piace leggere? È bello.
16. Leggi i libri in prestito (da amici o dalla biblioteca) oppure leggi solo libri tuoi? Se leggere un libro vuol dire viverlo, io allora ho bisogno di possederlo non diversamente da come si possiede una donna a letto, a lungo e intensamente, altrimenti mi viene l’ansia (no sveltine, no amanti).
17. Qual è il libro che non sei mai riuscito a finire? Tutti quelli che ho sul comodino.
18. Hai mai comprato un libro solo perché ti piaceva la copertina? E cosa ti attrae della copertina di un libro? No mai, ho rischiato al contrario di non aprirlo, perché a volte le trovo inopportune. Ma tendo più spesso a non guardarle, soprattutto se in copertina rigida (via la sovraccoperta e ciao, vergine tra mie mani). Però a volte…
19. C’è una casa editrice che ami particolarmente? Perché? No. Stai calmo.
20. Porti i libri dappertutto (ad esempio in spiaggia o sui mezzi pubblici) o li tieni chiusi in casa? Sì! CHIUSI A CHIAVE PER SEMPRE! PER SEMPRE NELLA MIA STANZA! MIEI! MIEI! PER SEMPRE! (mai dove occhi indiscreti possano appropriarsi di loro MAI!!!) - ma no, sì, facciano il cazzo che vogliono, vogliono andare? Vadano, tanto poi tornano sempre. - E comunque ne ho sempre uno nella tasca del cappotto, non si sa mai.
21. Qual è il libro che ti hanno regalato che hai gradito maggiormente? Eh, so many feels. Lasciami stare.
22. Come scegli un libro da regalare? Io non scelgo, pfui, io conosco.
23. La tua libreria è ordinata secondo un criterio o li tieni in ordine sparso? L’ordine della mia mente.
24. Quando leggi un libro che ha delle note le leggi o le salti? Sono abbastanza ossessivo, se ti leggo, ti devo leggere tutto, caro, dalla copertina al prezzo sul retro.
25. Leggi eventuali introduzioni, prefazioni e postfazioni dei libro o le salti? Sei idiota? Ti ho già risposto.

Vogliano giocare con me (è un ordine) @luciacldelfino, @erenevenere, @animesalve, @margheritaetereza, @polveredistelleeraggidiluna, @roxannegargantua, @lilithlafleurdumal, @cretynate, @allergictomehoney, @ilmionomeilprimocontrosenso, @dumbest1, @pessimismostorico, @dietrolemaschere, @cadi-sette-volte-rialzati-otto @mandorloinfiore e @nonlasciarmi. Scherzo patate, fate ciò che volete (è un ordine).

Non tirate la catena

Rossella… oops, volevo scrivere @ross-nekochan, mi ha legato a questa catena estiva: prendo la cosa con la leggerezza che merita (semel in anno licet) e coinvolgo alcuni Tumblr che leggo e mi leggono, scusandomi per l'eventuale fastidio. Ovviamente nessuno è tenuto a proseguire la catena, copia-incollando le domande e proponendo le sue risposte; prendetelo come un amichevole gavettone ferragostano.

1.Come scegli i libri da leggere? Ti fai influenzare dalle recensioni?
Li scelgo per collegamenti, casuali o letterari, ad altre letture fatte.
Le recensioni le leggo, in siti inglesi, solo per la saggistica.

2. Dove compri i libri? In libreria o online?
Da sei o sette anni leggo quasi solo ebook, e quindi li trovo online.

3. Aspetti di finire la lettura di un libro per acquistarne un altro o ne hai di scorta?
No, ci mancherebbe! Di libri ci si rifornisce quando si ha voglia…

4. Di solito quando leggi?
Prima di cena, sul tapis-roulant; la notte a letto anche fino a molto tardi.

5. Ti fai influenzare dal numero di pagine quando compri un libro?
Sì: i libroni importanti li ho letti e quindi ora tutti gli altri li evito: se un libro ha più di 250 pagine e non è un saggio, è una marchetta editoriale.

6. Genere preferito?
Letteratura, saggistica storica e tecnica.

7. Hai un autore preferito?
No.

8. Quando è iniziata la tua passione per la lettura?
Appena ho imparato a leggere, alle elementari.

9. Presti i libri?
Mai.

10. Riesci a leggere un libro alla volta o riesci a leggere più libri contemporaneamente?
Più libri contemporaneamente, sempre.

11. I tuoi amici/familiari leggono?
Sì/sì. Alcuni scrivono pure…

12. Quanto ci metti mediamente a leggere un libro?
Una settimana.

13. Quando vedi una persona che legge, ad esempio sui mezzi pubblici, ti metti immediatamente a sbirciare il titolo del suo libro?
Sì, ma con gli ebook e i telefonini non si può più fare.

14. Se tutti i libri del mondo dovessero essere distrutti e potessi salvarne soltanto uno, quale sarebbe?
Vita e opinioni di Tristram Shandy, gentiluomo di Laurence Sterne.

15. Perché ti piace leggere?
Non lo so; è solo un vizio o forse una dipendenza.

16. Leggi i libri in prestito (da amici o dalla biblioteca) oppure leggi solo libri tuoi?
Solo libri miei.

17. Qual è il libro che non sei mai riuscito a finire?
Ce ne sono 4 o 5: ad es. H. de Montherlant, Il caso e la notte

18. Hai mai comprato un libro solo perché ti piaceva la copertina? E cosa ti attrae della copertina di un libro?
No! Ci sono però dei bravi grafici, che spesso purtroppo dimostrano che del libro non hanno letto neppure un riassunto.

19. C’è una casa editrice che ami particolarmente?
No.

20. Porti i libri dappertutto (ad esempio in spiaggia o sui mezzi pubblici) o li tieni chiusi in casa?
I libri stanno in casa, l'ebook-reader è con me se penso di avere un po’ di tempo da occupare; il telefonino è sempre con me, sincronizzato con le letture del reader.

21. Qual è il libro che ti hanno regalato che hai gradito maggiormente?
L'uomo che fu Giovedì e 10 storie di padre Brown di G. K. Chesterton. È stato il primo libro da ‘adulto’ che mi hanno regalato quando avevo 9 anni.

22. Come scegli un libro da regalare?
Conoscendo gli scaffali della biblioteca di chi riceve il regalo, avendone intuito i gusti e le passioni. Ma deve sempre essere un libro in qualche modo 'in contrasto’ con quanto legge abitualmente.

23. La tua libreria è ordinata secondo un criterio?
Sì, in quasi perfetto disordine. [Ottenere un disordine perfetto è una cosa difficilissima].

24. Quando leggi un libro che ha delle note le leggi o le salti?
Le leggo. Spesso sono molto gustose, qualche volta sono l’unica cosa interessante.

25. Leggi eventuali introduzioni, prefazioni e postfazioni dei libro o le salti?
Le leggo, alla fine della lettura e dopo aver fatto passare un po’ di tempo per le riflessioni personali.


Ora passo il gioco, se vogliono:

@lagocciachescavalapietra
@batnodreamsworld
@mentalitygladiator
@quattrozeroquattro
@erone-lavita-lestranezze
@tatouche

e qui finisco, non voglio inimicarmi nessun altro…

R y Julie: Memorias de un Zombie Adolescente - Isaac Marion - Disponible en pdf y ePub

«Me llevo una mano al pecho, sobre el corazón. Mi “corazón”. ¿Todavía representa algo ese penoso órgano? Permanece inmóvil, sin bombear sangre, sin la más mínima utilidad, y sin embargo mis emociones todavía parecen originarse entre sus frías paredes. ¿Qué me pasa? ¿Me lo estoy imaginando todo? ¿Es un placebo? ¿Una ilusión optimista? En cualquier caso, siento que el encefalograma de mi vida se altera, formando montañas y valles con los latidos de mi corazón».

R es algo peculiar. Intenta pasárselo bien, pero es demasiado sensible y a veces se entristece. Tampoco ayuda que esté muerto, o casi muerto. Se pasa los días vagando por el aeropuerto abandonado donde vive sin saber muy bien qué sentido tiene su existencia. Hasta que conoce a Julie.