levators

Quando sto male, spesso capita che mi spengo. Una parte di me vorrebbe urlare, piangere, sfogarsi, ma non ci riesco. Sono spenta. Per cui mi limito a fissare il vuoto, chiedendomi se finirà mai tutto questo.
—  Non levate la fonte. (via sonosolasenzanessunoquiaccanto
Il mio problema è che io non ti penso qualche volta, io ti penso sempre, continuamente.
Mi sveglio, mi giro dalla parte vuota del letto e penso a quanto sarebbe bello averti accanto.
Esco di casa e mi volto di continuo, con la speranza che tu un giorno sia dietro di me, pronto a venirmi ad abbracciare.
Ogni chiamata o messaggio è un colpo al cuore, ma non sei tu, tu non mi cerchi mai.
Le volte in cui mi sembra di vedere qualcuno somigliante a te da lontano, senza parlare di quando sei proprio tu, che ridi e sei felice, ma non per causa mia, sono sempre come una pugnalata da dentro.
È questo il problema, che tu sei qualcosa di fisso, non un piccolo pensiero che dopo poco se ne va dalla mia mente, tu rimani lì in eterno, quando io per te conto meno di zero.
—  Drownintheempty