legno

«Io penso che l’amore sia un sacrificio sociale. E tu puoi dirmi che non è vero, ma questo è quello che ho visto. Mi guardo intorno ed è pieno di gente divorziata, di storie d’amore franate e io come faccio a stare con una persona e a credere che non finirò anch’io tra quelle macerie?»
«Io penso che un tuo bacio può valere le macerie in cui forse un giorno mi lascerai.»
—  Giulia Carcasi, Io sono di legno.
Il legno sembra fermo, ma è sottoposto a pressioni interne che lentamente lo spaccano.
La ceramica si rompe, fa subito mostra dei suoi cocci rotti.
Il legno no, finché può nasconde, si lascia torturare, ma non confessa.
Io sono di legno.
—  Io sono di legno, Giulia Carcasi