latte!

2

Tempo immemore fa (una settimana? due?) ero stata taggata dalla dolcissima jonsnowhite - oggi Jonnolo mi perseguita, lui e il suo adorabile grugno - nel 2O Beautiful (OLE’!) Women (OOOOLE’!) Challange, che non è altro che un Selfie Tag per belle tuse (che per chi non conosce il dialetto piemontese significa ragazze gnoccolone).

Ho avuto un attimo di smarrimento quando sono stata nominata (“Claudia … sei stata nominata!”, “No, Alessia! Ommioddio ma perché? OMMIO *cof cof* Seh. Dicevamo?) … ehm taggata. No, non perché io non sia una strafiga (cosa che ovviamente, palesemente, innegabilmente, fuordidubbiamente sono …).

(…)

(okay, giuro che la pianto)

Come dicevo, no, non per questo, ma perché chi mi conosce sa che sono una frana nei selfie. Del tipo che l’ultima volta che ho cambiato l’immagine del profilo Bob Dylan stava scrivendo Blowin'in the wind.

Non so se si nota, ordunque, la mia faccia pensosa da “che mortacci di posa da femme fatale potrei fare senza mostrare le zinne e sbaragliare la globosfera con il mio fascino ultraterreno?”

Ed è così che ho deciso di fare un culo con le dita.

Detta così suona malissimo. Okay, in realtà voleva essere un cuore per jonsnowhite che ha pensato a me per le 2O Biutifullll Wimen, invece mi è uscito un groviglio indistinto di dita e mento aguzzo da strega guercia (prontamente nascosto, perché so mica scema) sicché l’ho ribattezzato la chiappa ditata.

Va bene, questa suona anche peggio. Procediamo.

Dopo tutto questo mio sproloquiare, penso sia chiaro che, in quanto tag, io debba taggare le mie 2O Biutifulle Wimen!

(Giuro che se dimentico qualcuna non lo faccio per cattiveria, ma solo perché sono un’affannata mentale (cit.) e purtroppo ho solo 2O posti liberi sull’Hogwarts Express. Cioè, nella Challenge.)

*parte musica da nomination del Grande Fratello*

A voi, care ♥

latte-ebiscotti, fosfatasi, evabuendia, dialefe, enplein-air, caterinacaffeina, unamatta, elasticodeisentimentituoi, cortescontadettaarcana, opanoponyo, blueggiallo, casacosa, windofetherium, undecidead-girl, nonsocomedarmitorto, covarianza, centocentodieci, rizomatica, ilbradipostanco, fragileeillusion


Baci, abbracci e zucchero filato.

ruedescascades ha detto: Ma è una foto di Christopher Abbott photoshoppata, tranquilli :D

SUL SERIO?! *sospirone di sollievo collettivo*

IO TI STO VOLENDO BENE FORTISSIMAMENTE AL MOMENTO, SAPPILO.

Amica mia, hai appena salvato milioni di fan da sbronze tristi e pianti e invocazioni agli déi per chiedere pietà. TU CI HAI RIDATO SPERANZA ♥

(taggo tutte i miei compagni di avventure: uncampodineve - avevo letto anch’io quel dannato articolo, maledizione a loro! - latte-ebiscotti, tonsille, dialefe & centocentodieci ecco svelato l’arcano, per gioia e pace dell’anima di tutti noi).

10

The Department of Caffeinated Creativity just discovered the wonderful artwork by Indonesian artist Ghidaq al-Nizar, who uses both coffee and coffee grounds to create lyrical watercolors on dried leaves and saucers or using his own handprint as a background. He describes his own form of coffee art as #zerowastecoffee because he paints with what remains of his morning coffee and the grounds he used to make it.

To check out many more examples of his enchanting and ultimately thirst-inducing artwork, follow Ghidaq al-Nizar on Instagram and Facebook

[via Bored Panda and My Modern Metropolis]