larderello

Larderello, o valle do Diabo, e a exploração de energia geotérmica

#Larderello, o valle do Diabo, e a exploração de energia geotérmica

External image

Conheça uma das curiosidades de uma cidade próxima a Volterra, Larderello o vilarejo que primeiro explorou a energia geotérmica no mundo e do Vale do Diabo. Larderello é um pequeno vilarejo que pertence a cidade de Pomarance, na província de Pisa, situado nas colinas metalíferas a 390 metros acima do nível do mar e possui 850 habitantes.  O território é parcialmente propriedade da Enel (companhia…

View On WordPress

Un nuovo appuntamento dedicato al #ViaggioVapore si terrà domenica 28 settembre nella “Valle del Diavolo” sul confine tra le province di #Pisa e #Grosseto. Il team di @igerstoscana in collaborazione con Enel Green Power @EnelSharing e il festival internazionale di fotografia Cortona On The Move @CortonaOTM, vi accompagnerà in un viaggio fotografico alla scoperta del mondo della geotermia tra la suggestive località di Sasso Pisano, Monterotondo e Larderello.
Questo #Instawalk non sarà solo una nuova visita nei luoghi dove nasce e regna il vapore ma anche una ottima occasione per tenere un workshop operativo di apprendimento e formazione con i principali Instagramers toscani che per l’occasione saranno presenti e si renderanno disponibili a tutti per raccontare le loro tecniche di fotografia e gestione dei propri profili Instagram.
Appuntamento quindi domenica 28 settembre alle ore 10.30 a Sasso Pisano da dove partiremo con gli ingegneri Enel che ci ospiteranno e guideranno sui loro impianti. Pranzo al sacco o picnic a piacere nel “Parco naturalistico delle Biancane” e visita finale con una visita finale al Museo della Geotermia di #Larderello. L’Instawalk è GRATUITO ed è aperto a tutti gli associati dell’Associazione @Igersitalia e non, durante l’evento sarà possibile per chi volesse fare la tessera annuale dell’associazione.
Per partecipare REGISTRAZIONE OBBLIGATORIA su Eventbrite a questo link: viaggiovapore2.eventbrite.it

External image
di Alessandro Marinai

Firenze. Sapori, arte, cultura e meravigliosi scorci di natura nascosti negli anfratti davanti al mare. E’ la Val di Cecina, una zona ancora non molto conosciuta da tanti turisti che invece si riversano a flotte verso la Maremma e la Versilia.

Una zona davvero particolare ed incredibile, che si estende lungo il corso del fiume Cecina, nella parte meridionale della provincia di Pisa. Una terra fatta di colline e fiumi, aperta al mare ad ovest, dove i segni della millenaria storia dell’attività umana si mescolano sapientemente con stupende risorse naturali e paesaggistiche. Numerose sono infatti le testimonianze di epoca etrusca, romana e medievale, che vanno a creare un mix quasi surreale col paesaggio agricolo di Volterra – cittadina sempre più apprezzata da tedeschi, belgi ed olandesi – caratterizzato dai suoi calanchi, dalle balze e dalle dolce colline, da vasti complessi forestali delle Riserve Naturali di Berignone, Montenero e Montefurfoli, dalle impervie Colline Metallifere per finire poi alla vastissima pianura alluvionale del fiume Cecina.

Ma di indubbio interesse è anche il suo paesaggio geologico, ben evidente nel campo geotermico di Larderello, dove si trovano le fumarole e alcune sorgenti termali; o ancora ci sono le pendici argillose con calanchi e biancane (particolari rilievi a forma di cupola e dal colore chiaro) nella zona di Volterra; per finire ai vasti affioramenti di rocce verdi caratterizzati da varie mineralizzazioni, soprattutto di rame. 

Tutto questo è la Val di Cecina: un territorio che ha diverse facce, centinaia di sfumature e mille modi diversi col quale può essere visitato. Ogni sentiero è intriso di storia, cultura, natura; percorrerlo significa comprendere la storia dell’uomo e soprattutto il suo rapporto con la natura che lo circonda.

External image
External image
External image
External image
External image
External image
Living Tuscany: la Val di Cecina di Alessandro Marinai Firenze. Sapori, arte, cultura e meravigliosi scorci di natura nascosti negli anfratti davanti al mare.