la sera band

Michael Nyman e la sua band ieri sera sono stati favolosi. Ero talmente vicina al palco, senza altre file davanti, che per diverse volte ho pensato di alzarmi e andargli a cercare la mano nei momenti in cui si alzava dal piano per gli applausi. Appena iniziate An Eye for Optical Theory e Time Lapse non so quale forza mi abbia retta, se mi fosse scivolata anche una sola goccia da un occhio non avrei smesso più (quanto ci ho pianto in quell’auditorium anni fa per qualcun altro, in tutti i sensi), ma ero davvero emozionata, non era certo tristezza. Ero seduta tra due coppie. Mia madre era contrariata per via del fatto che andassi da sola. Io ho sempre fatto tutto da sola nella vita, quando ho avuto voglia di fare qualcosa, mai avuto fisicamente vicina una persona neanche amica che condividesse una mia passione (e il mio ragazzo avrebbe voluto che andassimo a vedere Vasco tra qualche settimana, certe volte penso a cose come questa e non capisco). Ho desiderato facesse Sheep and Tides ma non è successo; oggi una persona a me carissima da una vita ha mandato un video in cui suonava (questa persona), in passato, un frammento di Sheep and Tides - questa sì che è stata una bella botta. Qualche giorno fa questa persona mi ha chiamata al telefono dopo secoli, oltre un’ora al telefono a parlare di tutto; mi ha detto cose che mi hanno fatta riflettere su di me e sul mio mondo interiore, e probabilmente hanno fatto lo stesso effetto nella sua testa, ché su certe cose siamo uguali. A volte ancora ho la tentazione di prendere questa persona di petto e chiedere “cosa mancava a me?”. La bilancia dice che dal 2 aprile a stamattina ho perso 5.3% di massa grassa e 3 chili, e preso 1 chilo di muscolo. Il 10 aprile facevo delle doppie di squat a 107.5 kg con un amico dietro per sicurezza, oggi ci ho fatto tre triple completamente da sola. Il 22 maggio è arrivata gente molto in sovrappeso che vuole perdere mille chili per l’estate. Quanta fatica a lavoro in quelle condizioni oggi. Domattina andrò al mare, costume, sdraio, ombrellone e libro. Sola