la foresta i

2

Aokigahara – La foresta dei suicidi

La foresta si trova alla base del monte Fuji, vulcano giapponese, e viene descritta da Matsumoto come “la più bella foresta abbandonata e selvaggia che esiste..un posto perfetto per morire in segreto”

Gli abitanti delle isole affianco sostenevano e sostengono ancora oggi che l’isola sia abitata dagli spiriti senza pace dei suicidi, gli Yurei, che ammorbano la foresta attirando i passanti e spingendoli ad affogare la loro anima insieme alla loro, incapaci di abbandonare questo mondo dall’infelicità che provano… 

Le bussole hanno difficoltà a puntare il nord e moltissimi cadaveri vengono ritrovati con ai piedi una guida completa del suicidio che suggerisce l’impiccagione come metodo migliore e Aokigahara come il luogo giusto per rendere la propria morte una scomparsa agli occhi del mondo.

Sono stati affissi cartelli che intimano a riflettere prima di compiere gesti estremi, ma i controlli vengono fatti solo una volta l’anno, quasi a voler fare giusto un resoconto delle vittime dell’isola.

Qui di seguito un cartello esposto nelle zone più interne della foresta: “La tua vita è un dono prezioso dei tuoi genitori: per favore pensa ai tuoi genitori, ai tuoi parenti e ai tuoi figli. Non restare solo con i tuoi problemi, parlane.”

Così questo luogo conta quasi un centinaio di suicidi all’anno senza considerare che molti cadaveri si decompongono prima del ritrovamento o diventano cibo per animali selvatici. Aokigahara è diventata così il luogo dove la maggior parte delle persone si suicida in Giappone, ed è al secondo posto nel mondo.