la belle vita

Il meglio di te
lo devi riservare
a chi è
il meglio per te.

Osservò a lungo l'espressione scocciata nel suo volto, si avvicinò a lei e piano le disse “Non sottovalutare i bassi. Senza i bassi il brano non funzionerebbe e così è anche per la vita”.
—  Not all dreams can be realised
Se ti tocca la mente, ti ha già messo le mani dappertutto.
—  Labellezzadellepiccolecose - (via labellezzadellepiccolecose.)
Sai, la fregatura di chi è forte è che, quando ha bisogno di aiuto, non sa neanche come chiederlo.
—  la mia psicologa
Volevo dirti che sto bene in ogni posto ma non sono al posto giusto se non ci sei tu
—  Massimo Bisotti - Il quadro mai dipinto
Ogni tanto ti odio e vorrei prenderti a schiaffi.
Il resto del tempo odio e prendo a schiaffi me stessa perche’ non riesco a smettere di amarti.
—  Principessa Sconsacrata
Chi ti conquista con la mente, si prende la parte più intima di te.
—  Labellezzadellepiccolecose - (via labellezzadellepiccolecose.)
Tu non sei l'eccezione, tu sei la regola.
E la regola dice che se un uomo non ti chiama, è perché non vuole chiamarti.
Se ti tratta come se non gliene fregasse un cazzo, è perché non gliene frega un cazzo.
Se ti tradisce, è perché non gli piaci abbastanza.
Non esistono uomini spaventati, confusi, disillusi, non esistono uomini tragicamente segnati dalle passate esperienze, bisognosi d'aiuto, bisognosi di tempo, gli uomini si dividono in due categorie soltanto: quelli che ti vogliono e quelli che non ti vogliono, tutto il resto è una scusa.
E Tu, tu, donna, di mestiere fai l'avvocato, la commessa, la cameriera, l'insegnante, la casalinga, la commercialista, la modella, la ragioniera, l'attrice, la studentessa, non la crocerossina, quindi aspetta che sia lui a chiederti di uscire, perché va bene la parità dei sessi, le quote rosa, e l'eguaglianza dei diritti, ma i tempi non sono poi così cambiati.
Gli uomini restano pur sempre dei cavernicoli sia pure incravattati e come tali adorano il sapore della conquista.
Tieniti lontana dagli uomini sposati, non lasceranno la moglie per te, meno che mai lasceranno i figli per te.
E non credere alla storia dell'amica della sorella di tua cugina, appena convolata a nozze con quello divorziato, tu non sei l'eccezione, tu sei la regola.
Al bando quelli che ti costringono ad aspettare ore accanto ad un telefono che non suona, non hanno perso il tuo numero, non hanno investito un cane, non hanno appena scoperto di avere un tumore alla prostata.
Probabilmente sono al telefono con un'altra. Oppure sono gay. Fanculo quelli che non declinano i verbi al futuro, non sono analfabeti, semplicemente non vogliono impegnarsi perché non gli piaci abbastanza. Li riconosci facilmente, girano con un cartello appeso al collo e la scritta: “Ci stiamo frequentando”.
Quando la senti, scappa, non consumare le tue belle scarpe nuove (e neppure quelle vecchie) per correre dietro un uomo che non ti vuole. Usale, piuttosto, per prenderlo a calci in culo.
Impara l'arte dell'essere donna.
Impara l'arte di ottenere dagli uomini quello che desideri, non sbattendo i piedini, ma facendogli credere che siano stati loro a decidere.
Impara a scegliere, invece che essere scelta
—  La verità è che non gli piaci abbastanza.
Promettimi che nella prossima vita ci incontreremo nel posto giusto ed al momento giusto ed io ti prometto che ti amero’ ancora.
—  Principessa Sconsacrata
E’ un difetto tipicamente umano, apparire duri per nascondere un'anima fragile.
—  Labellezzadellepiccolecose - (via labellezzadellepiccolecose.)
e mentre qualcuno ti perde, qualcun altro ti ritrova.
Fa che la voglia di amare sia più forte della paura di soffrire ancora.
—  Labellezzadellepiccolecose - (via labellezzadellepiccolecose.)
Sei il bacio sul naso che addolcisce la giornata. Sei l'odore del cornetto alle sei del mattino. Sei quei secondi prima del bacio. Sei l'odore delle pagine di un libro. Sei il vento che ti accarezza il viso e ti sposta i capelli. Sei adrenalina pura. Sei la giornata di primavera a gennaio. Sei gli occhi lucidi, la pioggia d'estate, il rumore del mare. Sei le mani alzate ad un concerto. Sei la follia, l'onda del mare un po’ più alta, la risata di un bambino. Sei il luccichio negli occhi, sei quel particolare che rallegra un noioso pomeriggio di domenica.
Sei tutto.
Tu sei tutto.
Tutto.
—  ibattitidelcuore