la belle vita

La vita è come un pianoforte, i tasti bianchi rappresentano la felicità e i neri la tristezza. In qualsiasi modo vada la tua giornata, ricorda che anche i tasti neri servono per fare musica.
—  Labellezzadellepiccolecose - (via labellezzadellepiccolecose.)

“Non ti innamori delle cose perfette, senza segni. Le cose perfette sono di tutti. Ti innamori delle zone d'ombra, delle crepe, delle storture che vedi e che senti dentro, che ti appartengono. Ti innamori di chi è riuscito a sopravvivere.”

non aspettare la notte

Sai, la fregatura di chi è forte è che, quando ha bisogno di aiuto, non sa neanche come chiederlo.
—  la mia psicologa

T'ho lasciato uno spazio
dentro me
dove puoi tornare
quando dove stai
non ci vuoi stare.

Promettimi che nella prossima vita ci incontreremo nel posto giusto ed al momento giusto ed io ti prometto che ti amero’ ancora.
—  Principessa Sconsacrata
Trova qualcuno che ti faccia dimenticare il tuo passato, la tristezza. Trova qualcuno che ti cambi la vita, che la renda migliore, che sostituisca e riempia il vuoto di chi si se n'è andato. Trova qualcuno per cui valga la pena sorridere.
—  Labellezzadellepiccolecose - (via labellezzadellepiccolecose.)

“Tutto alla fine andrà bene, se non accade significa che non è ancora la fine.”

— Anonimo

E si ricordò di troppe cose, che a sentirle tutte insieme gli fecero male al petto
—  La Solitudine Dei Numeri Primi - @frammentiidisperanza
Se ti tocca la mente, ti ha già messo le mani dappertutto.
—  Labellezzadellepiccolecose - (via labellezzadellepiccolecose.)

Chissà com'è che ti ammali di solitudine sempre quando sei in mezzo a tanta gente e la tua mente si spegne, se ne vorrebbe andare, mentre continui a parlare. E tu sai che nessuno si accorge che in fondo non ci sei.
- Massimo Bisotti

Fa che la voglia di amare sia più forte della paura di soffrire ancora.
—  Labellezzadellepiccolecose - (via labellezzadellepiccolecose.)
Tu non sei l'eccezione, tu sei la regola.
E la regola dice che se un uomo non ti chiama, è perché non vuole chiamarti.
Se ti tratta come se non gliene fregasse un cazzo, è perché non gliene frega un cazzo.
Se ti tradisce, è perché non gli piaci abbastanza.
Non esistono uomini spaventati, confusi, disillusi, non esistono uomini tragicamente segnati dalle passate esperienze, bisognosi d'aiuto, bisognosi di tempo, gli uomini si dividono in due categorie soltanto: quelli che ti vogliono e quelli che non ti vogliono, tutto il resto è una scusa.
E Tu, tu, donna, di mestiere fai l'avvocato, la commessa, la cameriera, l'insegnante, la casalinga, la commercialista, la modella, la ragioniera, l'attrice, la studentessa, non la crocerossina, quindi aspetta che sia lui a chiederti di uscire, perché va bene la parità dei sessi, le quote rosa, e l'eguaglianza dei diritti, ma i tempi non sono poi così cambiati.
Gli uomini restano pur sempre dei cavernicoli sia pure incravattati e come tali adorano il sapore della conquista.
Tieniti lontana dagli uomini sposati, non lasceranno la moglie per te, meno che mai lasceranno i figli per te.
E non credere alla storia dell'amica della sorella di tua cugina, appena convolata a nozze con quello divorziato, tu non sei l'eccezione, tu sei la regola.
Al bando quelli che ti costringono ad aspettare ore accanto ad un telefono che non suona, non hanno perso il tuo numero, non hanno investito un cane, non hanno appena scoperto di avere un tumore alla prostata.
Probabilmente sono al telefono con un'altra. Oppure sono gay. Fanculo quelli che non declinano i verbi al futuro, non sono analfabeti, semplicemente non vogliono impegnarsi perché non gli piaci abbastanza. Li riconosci facilmente, girano con un cartello appeso al collo e la scritta: “Ci stiamo frequentando”.
Quando la senti, scappa, non consumare le tue belle scarpe nuove (e neppure quelle vecchie) per correre dietro un uomo che non ti vuole. Usale, piuttosto, per prenderlo a calci in culo.
Impara l'arte dell'essere donna.
Impara l'arte di ottenere dagli uomini quello che desideri, non sbattendo i piedini, ma facendogli credere che siano stati loro a decidere.
Impara a scegliere, invece che essere scelta
—  La verità è che non gli piaci abbastanza.