kostoweh

GOOD MORNING bellissimi!

Oggi la prof di italiano si è incazzata di brutto (diciamo che un tempo rinchiudevano la gente nei manicomi per molto meno) perché la prof di greco ha detto che nessuno ha passato greco (yuppi-yeah! verrò bocciata) e stava parlando di questo in corridoio dopo 2 minuti che era finito l'intervallo. La prof d'italiano (Amata di cognome ma non di fatto) ha chiamato tutti dentro mentre si avvicinava alla porta e sbraitava: “EH NO, ANNA! QUESTA NON ME LA FAI!!” (più o meno, non voglio esagerare, però è probabile che abbia detto di peggio). La prof di greco cerca di calmarla, ma l'Amata (lA..matta) prende e sbatte la porta fortissimo e inizia a scaricarci colpe addosso, dicendo che “possiamo andare a fanculo”, che “non le importa un cazzo se una cogliona vuole parlarci”, che “per lei può anche impiccarsi”, “dobbiamo decidere se stare con lei (Amata) o contro di lei”, “chi è contro non è più suo amico” e che “solo perché ha i tacchi ed è giovane (se, ti piacerebbe!) noi la discriminiamo e, con tutti i genitori, gli insegnanti e la preside, ce la prendiamo con lei”.

Manie di persecuzione, insomma.

Ci aveva già fatto una scenata del genere l'ultimo giorno prima delle vacanze di Natale dicendo che eravamo i suoi schiavi e cosine carine come queste. (ma quanto è coccola!)

Bah, io la odio, non sa nemmeno spiegare, non sa niente, ci viene a dire che l'arco l'hanno inventato i romani! D:

Vabbè, la smetto, mi arrendo, siamo in Italia, lo so (probabilmente per lei siamo in itaglia, ma vabbè, io taccio).