is sei

volevo dormirti tra le braccia
per non avere più paura
dei mostri sotto a letto
ma non quelli inventati
non quelli finti,
dico quelli veri
dico i miei tormenti.

Ti dissi di non voler volare e tu mi regalasti le ali.
Ti dissi di aver paura e tu mi prendesti per mano.
Ti dissi di cominciare in basso e tu mi portasti sempre piu’ in alto.
Ti dissi di aver bisogno di te e tu mi lasciasti cadere.
Ti dissi di non voler morire e tu sorridesti compiaciuto.
L'ultima cosa che vidi furono le tue mani mentre creavano nuove ali fallate da donare a qualcun altra.
—  Principessa Sconsacrata