io-sto-male

Siamo sotto un cielo di cemento,
piove catrame,
prendiamo fuoco,
urliamo in una città vuota
che odiamo,
pensiamo più alla morte che alla vita,
piangiamo più forte e non sorridiamo,
ci nascondiamo e non ci mostriamo,
tremiamo al freddo e non troviamo il fuoco,
svuotiamo i nostri occhi invece di riempirli,
andiamo in clinica per la depressione,
invece di andare a trovare un amico,
pensiamo di suicidarci
che la vita ci è stata tolta in un tempo,
di cui non ricordiamo la data,
siamo persi,
siamo svuotati,
siamo morti,
dentro.
—  Don Pain
Mi odio. Odio il mio corpo. Il mio carattere. Il mio essere. Odio essere me. Mi odio perché sono un fottuto errore. Vorrei non essere mai nata certe volte… sono sempre sola, tra il gruppo io sono quella con lo sguardo perso nel vuoto. Quella che non ride davvero perché odia la sua risata. Quella che preferisce stare da sola in un angolo con le cuffie invece di stare in gruppo. Sono quella che chiamano depressa perché ascolta sempre Musica.. ma non sanno che è l'unica cosa che mi fa sentire bene. Sono quella ragazza da cui si va solo per cazzi propri. Sono quella ragazza brutta alla qualle ti tieni lontana, quella simpatica ma non divertente. io non sono niente per loro perché non sono magra, non sono alta, non sono bionda con gli occhi azzurri. Non sono una che indossa minigonne anzi le odio, io sono quella con jeans e felpa. Io sono quella ragazza che ha poche amiche le quali molte false. Io sono quella ragazza che da il proprio cuore a tutti ma rimane sempre da sola. Sono quella amica da cui si va e si dice “ sei la migliore” ma si va solo per cazzi loro. Sono quella che all'inizio si dece “sei la mia migliore amica” e poi la rimani da sola in un angola. Sono quella ragazza che vedi piangere ma ti dirà sempre che starà bene
—  Il mio stato d'animo (nel-paese-degli-scheletri)
youtube

Fare il letto con disperazione
Ecce bombo, Nanni Moretti


Tutto il giorno, tutti i giorni.

Mi fate soffrire

Per favore smettetela di decontestualizzare le frasi, davvero ve lo chiedo per favore. Il massimo della vita è stato vedere una parte de “l'innocente” di d'Annunzio (che ve lo concedo, letta da sola sembrava quasi una frase romantica) presa e condivisa come se fosse la cosa più dolce del mondo. Mi chiedo solo: chi l'ha condivisa la sa un minimo la trama del romanzo? Lo sa la gente che il libro parla sì di una coppia che riscopre la propria unione, ma lo fa attraverso un omicidio? Lo sa che la vittima in questione non è altro che il figlio della moglie avuto con un amante? Lo sa che era neonato? La sa che muore tra atroci sofferenze? Lo sa che il centro del romanzo non è l'unione della coppia ma veramente TUTTO il resto? Davvero mi fate stare male facendola passare per una storia d'amore.

Watch on mariamolinari.tumblr.com

CCCP Io sto bene (di BinaryFire1)

Quando non ti scrivo è perchè non voglio rovinarti con il mio umore da schifo
—  moriresilenziosamente