io odio tutto

Quando non ti scrivo è perchè non voglio rovinarti con il mio umore da schifo
—  moriresilenziosamente
Ho bisogno che le cose che vedo nella mia testa, succedano.
—  laragazzachenonhaimparatoavolare
4

Vale la pena leggerlo.

Dunque, vediamo. Ti auguro di svegliarti una mattina e non ricevere un uso messaggio. Ti auguro che lei sia fredda e incostante. Spero vivamente che un giorno, all'improvviso, tu possa pensare che la vuoi accanto per il resto della tua vita. A quel punto però, lei non dovrà farsi notare. Ti auguro di andare a colazione, a pranzo, a cena, e pure a letto con il dubbio. Ti auguro che quest'ultimo ti corroda i pensieri, le azioni, gli amici, il lavoro, la vita. Ti auguro che lei diventi il tuo punto interrogativo e la tua ossessione cattiva più grande. Spero ardentemente che lei ti risponda male, che non abbia più baci da parte per te e che faccia l'amore con forza ma non con le lacrime agli occhi. Ti auguro che ti lasci e se ne vada con un altro, più insulso di te. Per finire, ti auguro di essere spettatore della sua vita. Che lei non si curi delle foto che vedrai, delle voci che sentirai, delle notti che suderai….sognandola. Ti auguro di innamorarti e stare tanto male. Ti auguro, esattamente, tutto quello che hai fatto a me.

Il punto è che non mi amo.
Non amo il mio corpo, non amo il mio carattere, i miei difetti, il sentirmi costantemente sbagliata, tutte le mie paure, le mie insicurezze, che mi hanno portato a perdere. Perdere tante cose.
Tipo i treni, che ormai non ripasseranno.
Tipo le persone,sopratutto le persone.
Il punto è che io non sono abbastanza.
Nemmeno per me stessa.
—  tiamodiodio
Non sono le tue nipoti, non prendo voti altissimi perché odio impegnarmi tanto, non tengo tutto dentro quando vedo un'ingiustizia, non mi prostro ai piedi di nessuno per un voto in più, non sono quella che la domenica saluta tutti calorosamente, mi basta un semplice ‘ciao a tutti’ e mettermi in un angolino assorta nei miei pensieri.. Non guardo ogni mia imperfezione prima di uscire, non amo le smancerie e il finto interessamento ai problemi altrui, non amo parlare di ciò che mi succede a tavola, non mi piace passare il tempo con mio padre, non mi piace fare 'i doveri di casa’, odio andare in chiesa dove troverei un sacerdote lussurioso, odio cenare a tavola, odio guardare la tv insieme.. Mamma io sono fatta così, smettila di desiderare una figlia come tua nipote che non mette piede fuori casa senza la madre perché quel mondo non mi appartiene..
E sai dove sta la parte migliore in tutto sto caos?
Nel fatto che io di te non volevo innamorarmi, io non volevo niente e ci sono cascata ugualmente. Avevo paura a mostrarmi, a mostrarti il mio cuore. Quando poi è stato troppo tardi, ti ho mostrato me stessa e lì, il colpo di grazia.
—  Bloodontheskin
Ho realizzato di essere stata brava nel momento esatto in cui mi hai lasciata. Ho capito di valere quando mi hai detto che avresti preferito non intraprendere una storia con me per non farmi soffrire, perché io “non lo meritavo”. Ho capito di essere forte quando ho pianto fino a far sanguinare gli occhi, per poi guardarmi allo specchio e dirmi “Sono fiera di te”.
Sì, sono fiera di me.
Perché respiro ancora, perché le macerie che ho dentro me le porto appresso tutto il giorno, ma riesco ancora a sorridere.
—  moonwolf358

Io odio questi momenti in cui nessuno mi considera e mi sento odiata dall'intero universo.
Che poi andiamo io cerco di essere carina nei parametri della mia capacità di esserlo, solo che mi fa un'ansia incredibile la gente, vedere gente e dover rispettare il copione sociale della compagnia di gente che si vede per celebrare date.
Come se cambiasse qualcosa poi.
Io mi sento totalmente inadeguata a quel essere tutti belli e carini per gli eventi e le cose, li odio perché non mi riconosco e poi mi odio perché non riesco ad andare a una cazzo di festa di compleanno senza finire così in paranoia.
Che poi mi guardo e non mi sopporto, tutte queste insicurezze, il mio modo di fare, il fatto che cerco di non aver cuore ma non so vederti soffrire.
Non lo reggo.
Poi finisco così, che a nessuno interessa niente e io ho voglia di buttarmi giù da un ponte, che magari se mi do tanto slancio qualcuno si accorge pure del mio buco nell'acqua.
Ho voglia di picchiarmi, è tutto così patetico e schifoso che vien solo voglia di andarsene via.
Detesto me, detesto truccarmi e far finta di essere ciò che non sono, accidenti, io mi odio, odio tutto questo.
Mi viene da piangere.

“Ridere,
rincorrere,
amare,
ma amare davvero senza condizione… Sbagliare,
pentirsi,
poi fare la pace sapendo che niente ci avrebbe cambiato perché niente era in grado.”

-Federica Carta ~ Attraversando gli anni ( @unicasalvezza )

Quei “ti amo” sussurrati mentre le tue mani accarezzavano il mio corpo, quei respiri così profondi da non sentirne la fine, quei brividi così forti da far venire la pelle d'oca. Erano l'amore.
—  Bloodontheskin
Sai, mi piacerebbe tanto poter ascoltare la tua risata senza scoppiare in lacrime
mi piacerebbe tanto poterti di nuovo guardare negli occhi senza che questi mi scivolino via
mi piacerebbe tanto farti sapere che sorrido ai messaggi a cui non rispondo,
mi piacerebbe tanto sentire la tua voce qualche volta, anche solo da lontano
mi piacerebbe tanto anche riuscire a parlare con te ogni tanto, quando ci va, solo per raccontarci il più e il meno
mi piacerebbe tanto non sentire il bisogno di andare via quando sei nei paraggi
mi piacerebbe farti sapere che nei momenti in cui ti perdi tu potrai pensarmi vicino a te
mi piacerebbe tanto farti sapere che i ‘ti amo’ che ho detto dopo di te non sono mai stati come i 'ti amo’ con te
mi piacerebbe farti sapere che dopo di te ho continuato a cercarti negli altri
mi piacerebbe che la gente non mi soffocasse di continuo con la realtà che invece sei
mi piacerebbe tanto poterti perdonare ancora una volta
e mi piacerebbe credere che questa sia quella giusta
e mi piacerebbe che lo sia.
Sai, mi piacerebbe tanto poter credere che ci sia ancora un noi da qualche parte,
così come mi piacerebbe che tu in un attimo decida di abbracciarmi e di aiutarmi a crederci di nuovo.
Ma anche se non rispondo ai messaggi, se non riesco ad ascoltare la tua voce, a guardarti, a crederti, a crederci,
anche se ormai è tutto finito per favore,
per favore rompiamoci il cazzo come solo noi sappiamo fare,
così, in silenzio,
niente finirà mai.
—  Haragionechiefelice