interiorae

In order to make space for all of the new books coming our way over the next few years, we’re clearing out a huge chunk of our inventory! And you know what that means…

A SALE!

Starting today, Wednesday March 25th, we have over 40 titles and 100 TCJ issues on sale, all between 50-75% off! From Love and Rockets and Hate to individual issues of Interiorae, Uptight, and Niger, with plenty of older books that have long since gone out of print, there are treasures aplenty to rifle through.

Help us clear out our shelves to make way for all the great new publications coming out over the next year, and grab some extraordinary savings on the amazing older books in our warehouse at the same time.

You can browse the full list of titles here. Many books are in very limited supply, and once they’re gone—they’re gone!

Today’s Book-A-Day title comes to us from Italy, and it is described thusly:

“A high-rise apartment building in an unnamed European city. Its inhabitants come and go, meet each other, talk, dream, regret, hope… in short, live. A ghostly, shape-shifting anthropomorphic white rabbit roams from apartment to apartment, surveying and keeping track of all this humanity… and at the end of every night, he floats down to the basement where he delivers his report to the ‘great dark one.’”

Yes, it's Gabriella Giandelli's Interiorae, praised both in her native Italy and in the U.S, in Boing Boing’s “Best Damn Comics of the Year” survey. And, for today only, you can purchase this moody graphic novel for 40% off its retail price!

ORice om are o voce interiora a inimii scaldata.n ura
E megafonul ce.n intuneric si linistee urla
E vocea ratiunii ce te.ndemna pe drumul gasit
E totusi vocea inconstientei ce alege drumul gresit,
drumul care doare, al esecului sortit.
nu suntem razboinici, dar in interior traieste durerea crunta
Si tot sufletul nostru e un imens camp de lupta
SI speranta e ultima reduta
Pentru care lupti continuu, pe care n.ai pierdut.o inca.
Fiecare spune ca are cele mai frumoase vise
Da’ niciunu’ nu le.a vazut atinse
Asta fiindca, inca din gandire au fost compromise,
Fiindca la scoala ai invatat sa gandesti rational dupa premise,
Si sa accepti ca, uneori mai faci si remize.
Dar ce? E fotbal cu viata sa vrei un 0-0
Sa.i faultezi pe ceilalti pentru niste dinero?
Noo! Asta e box cu soarta
Ridica.te de jos!
Ca ai puterea croseului,
Si sa fii ce nu ai fost!
Si vreau sa te rog sa imi spui ce te doare
Da.mi voie sa.ti fiu vocea care te tine in continua miscare,
Si care.ti ofera un rasarit de soare
Si un curcubeu in inima, dupa atata ploaie.
Sa fiu cel ce.ti spune despre Dumnezeu lumina,
Lucifer, iluminare,
Nu e o crima sa spun ce vreau,
Dar e crima sa scot pistolul si peow,
Deci lasa.ma sa fiu megafonul
Cand imi vorbesti, iti voi amplifica sonorul, uu
Si voi asculta orice are de zis vorbitorul,
Sigur vei spune ca sunt demn de sanatoriu
In camasa de forta scuip fierbinte ca un crematoriu
Si inca n.ai murit de ce sa tii doliu
Stai treaz, fii contra deptesiei, un sentiment notoriu
Si renunta la tristete macar provizoriu.
Si nu conteaza cat de mare e contul sau orgoliu’.
Asa ca, hai, suflete, scoate seringa din vena,
Ia sticla de la gura, coboara depresia.n berna
Zambeste larg, vei fi fericot asa cand pui capul pe perna.
deci lasa.ma sa.ti fiu voce,
Ma voi lupta cu lei,
Si voi face totu’ sa nu ajungi ca ei!
Si mai am o intrebare “oare vrei?”
—  Flow- Voci

Sono un paradosso vivente. Ho paura del sangue, delle malattie, delle interiora (ragione per cui non ho potuto fare il medico nonostante sia una professione che adoro) ma non riesco a fare a meno di guardare tutte queste cose in televisione. 

La vanità del pungiglione

Se coltivo fiori con il letame, vorrei tanto che nascessero diamanti,
diventerei ricco.
L’universo ruoterebbe intorno a me, se ci penso mi gira la testa, sono prossimo allo svenimento.
Mi nominerebbero re
un nuovo Alessandro il grande sulla Terra,
nella mia testa tutto può succedere
tutto ciò che si vuole si può prendere.
Non essendo un imperatore
non essendo niente, distruggerei me stesso e il mio mondo
ma il mondo è vecchio senza petali rossi, i tuoi.
Coltivo un vaso di fiori, le mie mani affondano nel letame e nella terra che li circondano.
Il mio dono è creare diamanti, la mia piccola ombra riconosce questa mia abilità, mi elogia.
Sono felice d’avere tutto… silenzio… non ho niente.
I diamanti non arricchiscono le mie interiora.
Senza amore non sono niente, per questo non sono stato incoronato imperatore.
Senza te, il mio essere uomo si va deteriorando.
L’essenza del mio amore per vivere su questa terra, di questo hai bisogno,
l’essenza del tuo amore per vivere su questa terra, di questo ho bisogno.
Ti piace il deserto, lì coltiveremo il nostro giardino.
Lo scorpione è un bell’animale se lo si guarda con occhi immaginari.
Creo con le mie mani una scultura per emulare la tua immagine.
La scultura è quasi perfetta, perché non potrà mai sostituirti,
la più bella creata da Dio.