insolite les

Io adoro le tue stranezze e quando definisco una donna troppo normale non mi piace mai. Anche se mi accorgo di cose insolite le amo senza chiedere spiegazioni, perché o ti prendi tutto di qualcuno e ti lasci risucchiare come in una spirale fantastica o è meglio che passi oltre, senza fermarti. Un incontro a volte ti cambia le regole al tuo gioco preferito: respirare solitudine. Volevo dirti che sto bene in ogni posto ma non sono al posto giusto se non ci sei tu. Che ti regalerei anche i momenti estremi di cui ho bisogno di scappare dal mondo, quelli che sono aria per me, esigenza.
—  Il quadro mai dipinto
Non posso fare a meno di dirti che ti aspetterei se capissi che bastasse. Non ti ho poi sempre aspettato? Da prima di incontrarti, intendo. Non ti ho sempre amata così, libera, densa di silenzi, di strade pericolose che se ci finisci dentro forse non ne esci più? Non sei forse l'unica adesso con cui non mi sento stretto? E quando mi finisce la tua anima addosso, le rare volte che ti scappa dal corpo, farei tutto il posto che conosco per farla restare con me. Sei tu che te la riprendi sempre. Io adoro le tue stranezze e quando definisco una donna troppo normale non mi piace mai. Anche se mi accorgo di cose insolite le amo senza chiedere spiegazioni, perché o ti prendi tutto di qualcuno e ti lasci risucchiare come in una spirale fantastica o è meglio che passi oltre, senza fermarti. Un incontro a volte ti cambia le regole al tuo gioco preferito: respirare solitudine. Volevo dirti che sto bene in ogni posto ma non sono al posto giusto se non ci sei tu. Che ti regalerei anche i momenti estremi di cui ho bisogno di scappare dal mondo, quelli che sono aria per me, esigenza. E se ci perderemo, non ti perderò e non mi perderai. Perché alla fine io so e tu lo sai. Ci sono tramonti che non tramontano mai.
—  Vince, da Il quadro mai dipinto di Massimo biscotti