innaffiare

Qualcuno sta cantando malissimo, probabilmente sotto la doccia, quindi mi sono appostata in balcone fingendo (lo stavo facendo davvero in realtà) di innaffiare le piante e devo dire che il concertino privato mi ha proprio risollevato l’umore. E’ bello quando gli sconosciuti aiutano ad affrontare la vita con il sorriso (?)

#piccolistralcidivita

Nemmeno faccio la lista delle cose che ho sbagliato con te, perché la perfezione sta negli sbagli e nelle belle cose che abbiamo fatto insieme. 
Io in realtà vacillavo da un po’ di tempo, non avevo il coraggio di ammettere a me stessa che avevo sbagliato, che stavo per l’ennesima volta trattando male me stessa per trattare bene gli altri.
Non sono arrabbiata ne niente, non ho augurato il male a nessuno e anzi, le ho lasciato anche tutto il castello che le ho creato e mi sono spostata io da quel territorio, nemmeno ci ho fatto la guerra. 
Ho preso le mie macerie e me ne sono andata, cercherò dell’acqua per innaffiare e per far crescere i germogli, troverò dei rami e accenderò un fuoco per scaldarmi, troverò un albero e mi ci riparerò sopra. 
Rinizierò piano piano, a passi lenti mettendo davanti me stessa e i miei obiettivi qualsiasi cosa accada perché è giusto così .
Ho paura di non aver ancora realizzato il tutto, che sia soltanto un brutto sogno da insonne e che prima o poi crollerò, farò di tutto per rimanere in piedi e farò di tutto per rimanere stabile. 
Devo dimostrare a me stessa che sono forte, che reggo tutto, che esisto . 
Sono stati due anni con i suoi alti e bassi, agli inizi molti alti e pochi bassi, alla fine molti bassi e pochi alti, è stato un capitolo della mia vita che mi ha insegnato tante cose. 

Ora bisognerà riscriverne un altro a partire da oggi sabato 13 Agosto alle 5.14am e vada come vada, sarà sempre diverso da quello chiuso .