in the studio with

comunque voglio fare un applauso agli autori e agli editori dei libri d’arte, di quelli proprio calorosi, con la standing ovation e il lancio dei fiori sul palco. 
perché dedicano paragrafi interni, pagine e pagine, alla pastosità e alla lucentezza del colore sprigionato dai dipinti, descrivendo i pigmenti con un lirismo farcito di aggettivi sulla densità del blu oltremare, la brillantezza dell’oro, la profondità del rosso vermiglione,… 

e poi niente, l’immagine te la mettono in bianco e nero. grazie. 

instagram

Some pages from a new sketchbook