ilrestomanca

O Fortuna,
velut luna,
statu variabilis,
semper crescis
aut decrescis;
vita detestabilis
nunc obdurat
et tunc curat
ludo mentis aciem,
egestatem,
potestatem
dissolvit ut glaciem.


O Fortuna, sei mutevole come il corso della luna e cresci e cali senza sosta; la vita odiosa che mi imponi ora snerva ed ora aguzza la mia mente col gioco alterno della sorte che dissolve come neve ricchezza e povertà.

( trad. BaoTzeBao )

Your youth evaporates in your early 40s when you look in the mirror. And then it becomes a full-time job pretending you’re not going to die, and then you accept that you’ll die. Then in your 50s everything is very thin. And then suddenly you’ve got this huge new territory inside you, which is the past, which wasn’t there before. A new source of strength. Then that may not be so gratifying to you as the 60s begin, but then I find that in your 60s, everything begins to look sort of slightly magical again. And it’s imbued with a kind of leave-taking resonance, that it’s not going to be around very long, this world, so it begins to look poignant and fascinating.
Watch on baotzebao.tumblr.com

What’s SUPERmoon ? ( listen, ascolta, apriti )

credibilità ( faith full ness )

La FotoCanzone che è appesa sotto a questo testo, nel precedente post, è davvero perfetta: Nevver, sua Webbità, SA come si allude.

E, visto che ci siamo: piccola scontata sottolineatura per NEVVER, principe anonimo quanto celebre, ma non ancora a tutti, nè soprattutto ai miei 25, che sono come me, fuori dal giro grosso della Rete Italiana, e dunque ogni sorpresa per loro ( per me ) è ancora sorpresa, non nuova rinnovata occasione di critica, per mostrare quanto sono avanti, loro, loro che dei miei 25 saranno 3, forse 4… Insomma: cliccate ( anche ) qui e andate a scoprire ( non fermatevi al primo passo, cercate in basso… ) il prisma che non c'è, mai, ma con Due Emme, insomma Il Grande Peteski.

Fine della “ divagazione, ma non troppo ”.

Dicevamo:

La FotoCanzone che è appesa sotto a questo testo, nel precedente post, è davvero perfetta: Nevver, sua Webbità, SA come si allude.

Una Semi Moderna Scatola da Musica, un volto famoso, una attrice e un film-commedia celeberrimo quanto frainteso, tragico. Una canzone-verità, che allude sia alla pellicola sia al volto della cantante-interprete, sia alla fabula dell'attrice, e della cantante…

Verità ?

Ieri sera a Maniago, al piccolo e ottimo Teatro Verdi, 420 posti balconata compresa, Marianne Faithfull ha suonato, cantato e fumato - durante Sister Morphine - per 90 minuti circa. Band composta e solida, suono perfetto, pubblico educatamente in delirio. Da Horses And High Heels al Roger Watersiano èncore, in un set nero illuminato dal bianco della camicetta di seta di Marianne, mani e bracia grosse, tatuaggio fra pollice e indice sinistro: ( un delfino, una lucertola, un uomo stilizzato ? ) anelli di pietra dura e argento, orecchini di perla, bolerino nero presto tolto su pantaloni neri con tasche in vita: addome pronunciato, sorriso mozzafiato. Ancora. A 64 anni ( l'età di quella canzonetta dei Beatles, ricordate, e di quella mia cosa romantico antiquaria … ) .

Voce ? Andiamo, mi chiedete del colore di Obama ?

Momento migliore: vedi prossimo post, la versione incalzante-robusta-disperatamente arresa di “Broken English”.

Il peggiore: le luci accese dopo il bis, SENZA aver interpretato “ Strange Weather ”, che Tom Waits scrisse per Lei.

Anni, fa, ma proprio Aaaaaaaaaaaaaanni, in un tinello marron a Cuneo ASTI , l'uomo che avete inteso ( e se no: pazienza ) , disse a un poco più che ventenne Bao che lo intervistava per Rolling Stone Edizione Italiana ( sì, c'era. sì, il pezzo non uscì: RS fallì prima del debutto di Bao ) :

- Lui, ha il più alto tasso di credibilità vocale della Canzone Italiana

( le maiuscole erano nel suo tono pacato e roco, ecco perchè ce le ho messe )

Il LUI cui si riferiva l'avvocato era il Molleggiato.

Una canzonetta del primo era appena stata portata all‘Olimpo di Hit Parade’ dal secondo. Viola mi adorava. Lele e Dani erano già amici.

Ma questo esula.

Quel che volevo dire qui è che Marianne Faithfull ha quel tasso.

Ed è ancora bellissima, basta chiudere gli occhi su quel sorriso.

Come alla Gatta del Chesire, tutto il resto di lei scom-pa-ri-rà !

Ama il tuo sogno / e disdegna ogni amore comune. / Persino il vento riesce ad amare / e allora renditi conto / che tutto può essere stato solo un sogno. / Ed è per questo che in sogno io verrò a raggiungerti.

[Conservi ancora quel petalo di rosa? / Tienilo almeno finché non finirà il tempo delle rose. / Hai paura che come la Morte io voglia baciarti? / Oppure credi che la Casa Oscura / riuscirà a farti trovare un’amante / come me? / Stenderò sopra il passato / un mantello di polvere. / Perché è del tempo che dovrai aver paura, / non dei miei occhi.]

—  [Ezra Pound - The Cantos]
( … ) Vedi: anch’io non voglio certamente separare di netto arte e vita; so che a un certo punto e in un certo luogo si trovano in accordo. Ma sono un inesperto della vita e per questo, com’essa si chiude attorno a me, ogni volta è per me una sosta, un indugio che mi fa perdere molto; all’incirca come avviene talvolta in sogno, quando non si riesce a vestirsi e si tralascia un’occasione importante, che non tornerà più, per due ostinati bottoni di stivali.
( … )