illogicas

Fate l’amore fino a perdere il respiro, con il cuore che vi batte tra i denti. Fate l’amore, unite i corpi e legate le anime, fatele vibrare insieme come corde di una chitarra, fatevi trasportare da questa musica in un infinito vortice di libertà. Non sono volgari i corpi che si amano, volgari sono i pregiudizi dell’invidia, le voci mortali dominate da una morale illogica. Quindi fate l’amore, con l’anima, il corpo, gli occhi, amatevi fin che la carne non si consuma, fin che ha un senso, e anche oltre.
—  Fate l’amore
Tag Game?

Uh uh I got tagged qq, imma get you one day Jona, you better watch yo back >:o

  • Rule 1 - Post the rules
  • Rule 2 - Answer the questions that the tagger set for you in their post and then make 11 new ones
  • Rule 3 - Tag 11 people and link them to your post
  • Rule 4 - Let them you’ve know you tagged them

Here we go I guess ._.

Keep reading

Teoria

“Non credo nell'esistenza dell'anima perché sarebbe totalmente irrazionale, il mondo è di per sé privo di senso: l'uomo non accetta di essere solo una macchina biologica e allora elabora teorie irrazionali e indimostrabili per dare un senso e una finalità alla sua vita, che non ha nessun senso e finalità trascendenti, piuttosto il senso è nella immanente continuazione della specie.”
Questa supposizione, condivisa dalla maggior parte degli uomini di scienza, sta in realtà affermando esattamente il contrario di quello che intende affermare.
Il metodo scientifico è indubbiamente un metodo razionale, ma se si ammette che il mondo è, di per sé, privo di senso, allora si ammette anche che il mondo è intrinsecamente irrazionale.
Per cui, ogni tentativo di riordinare l'irrazionalità del mondo da parte dell'uomo è artificioso, e non naturale.
Il mondo è, dunque, per sua natura un non-senso.
“Non credo nell'esistenza dell'anima perché sarebbe totalmente irrazionale”, ma abbiamo appena intuito che il mondo stesso è irrazionale e ogni costruzione logica cozza con la natura illogica dell'universo.
Credere nell'esistenza dell'anima perché è irrazionale significa restituire al mondo quel non-senso di cui è stato privato dall'uomo stesso. Significa fare un rigoroso salto fenomenologico.
A questo punto, tuttavia, si potrebbe obiettare con un “anche questa è una costruzione logica”, a cui si potrebbe controbattere con un altro “anche questa è una costruzione logica”, fino ad arrivare ad un ciclo infinito di obiezioni.
Seguendo il principio del Rasoio di Occam, si ritorna alla spiegazione più semplice, eliminando tutte le successive obiezioni che, in definitiva, garantirebbero sempre lo stesso risultato.

Magari vogliamo crederci e basta. Credere che tutto sia andato in un modo solo per farci incontrare qualcuno.
Che il passato sia il riscatto del presente e il presente non tema il futuro. Vogliamo credere alle coincidenze, al cerchio di un anello che fa incontrare caso e destino, pioggia, fulmini e arcobaleno, cielo e mare, sogni e palloncini che non scoppiano in volo. Vogliamo credere che la spiegazione più assurda e illogica sia la più vera che c’è. Che esista qualcuno che è nato per noi, la nostra luce che non si spegne mai. Che ogni passo, ogni percorso, ogni sogno andato a male, ogni ingordo dolore sia la prova che tutto doveva andare così, fino a qui. Che i sorrisi crudeli di chi va via siano solo i risvolti del disegno più grande della fantasia. E che tutto in un attimo si compia e abbia un senso più intenso, esattamente come la giusta direzione del vento.
—  Massimo Bisotti